“Age of Aquarius” in mostra le copertine del fotografo Storm Thorgerson

Dai Pink Floyd ai Muse, un viaggio nella storia del rock attraverso le copertine del grande fotografo e designer britannico Storm Thorgerson. A Milano fino al 7 marzo

0

Roma 22 gennaio

A Milano, giovedì 23 gennaio 2020 alle ore 18 l’inaugurazione della mostra “Age of Aquarius” del fotografo Storm Thorgerson. La mostra è nata da un sodalizio con Luigi Pedrazzi di Arteutopia e la galleria d’arte contemporanea di Après-coup a in via Privata della Braida 5. Ingresso gratuito.

Dai Led Zeppelin a Peter Gabriel, da Paul Mc Cartney ai Nice , dai Cranberries ai Muse e soprattutto i Pink Floyd, amici d’infanzia e poi compagni di vita, le immagini di Storm Thorgerson rimangono come una insuperata sintesi di talento, tecnica e creatività.

Fotografie, grafica, video, artworks con oltre 25 immagini di grande formato  accompagneranno  il visitatore nel tempio psichedelico e visionario del grande fotografo inglese, dove design, fotografia, cinema e grafica hanno saputo esprimere le intense emozioni di un artista  che  è ancora un riferimento originale per molti giovani creativi del XXI secolo.

Muse – Absolution (2003)

Sono tante le copertine della storia del rock che portano la firma di Storm Thorgerson, venuto a mancare nel 2013 e passato alla storia soprattutto per i lavori realizzati per i Pink Floyd. Dall’iconico prisma di “The Dark Side of the Moon”, alla mucca di “Atom Heart Mother”, alla stretta di mano sulla copertina di “Wish You Were Here”.  Da non dimenticare le figure misteriose ispirate a “Childhood’s End” di Arthur C. Clarke che dominano la cover di “Houses of the Holy”dei Led Zeppelin. (leggi l’articolo dove David Gilmour ricorda l’amico)

Pochi artisti legati all’iconografia della musica rock hanno avuto un ruolo così determinante ed innovativo come Storm Thorgerson e non solo perché Storm ha illustrato con le sue nitide e visionarie immagini album ed artisti che oggi sono ormai leggenda ha fatto di più, ha legato indissolubilmente il suo lavoro a un’idea, allo spirito che quei suoni nuovi diffondevano nella cultura e nella società in cui si formavano.

Utopia e sogno, solennità e magia risolte in un iperrealismo visionario hanno conferito ai suoi lavori  quella straordinaria forza evocativa e provocatoria che sono nel DNA stesso della musica rock.
Una mostra per interpretare la musica come energia irrazionale e quasi magica, dove la creatività dell’artista si afferma negli infiniti mondi possibili che scaturiscono dal suo talento e dalla sua immaginazione.

Led Zeppelin – Prescence (1976)

Chi è Storm Thorgerson

Storm Thorgerson nasce in Inghilterra il 28 Febbraio 1944 a Potters Bar una cittadina di 21.618 abitanti della contea dell’Hertfordshire, oggi contea del Middlesex. Ha conseguito una specializzazione in lingua Inglese e Filosofia presso la Leicester University, e un master in Film e Tv al Royal College of Art di Londra.

Nel 1968, insieme a Aubrey Powell (detto Po), ha creato Hipgnosis, uno studio di grafica e design specializzato in fotografia creativa rivolta soprattutto al mondo della musica, con progetti per le copertine di molti gruppi rock come Pink Floyd, Led Zeppelin, Genesis, 10cc, Yes, Peter Gabriel, Black Sabbath, Paul McCartney, Syd Barrett , Styx i Black Sabbath, i Muse, i Genesis, gli Yes, gli AC/DC, i Queen, gli Audioslave, gli Scorpions, i Def Leppard, i Dream Theater, i Police, i Biffy Clyro e molti altri.

Nel 1983 Storm, con Po e Peter Christophersen, ha formato la “Green Back” che ha prodotto numerosi video per Paul Young, Yes, Nik Kershaw, Robert Plant, Interferon, Nona Hendryx, Big Country e con Learning to fly per i Pink Floyd ha vinto il premio come miglior regista ai Billboard.

Nel 1994 Storm ha diretto sei cortometraggi per i Pink Floyd, utilizzati come sfondo durante il loro tour mondiale; inoltre ha girato un documentario scientifico “The Rubber Universe” sulla Costante di Hubble per l’Equinozio.

Nel 1997 ha raccolto le immagini fatte per i Pink Floyd in un libro chiamato “Mind Over Matter”, pubblicato dalla Sanctuary Books. Nel ’97/’98 ha scritto e diretto un documentario di un’ora per Discovery Channel sulla (non) esistenza degli alieni intitolato “Are We Alone?”.

Il suo studio  ha continuato poi a realizzare immagini per la musica, ad eseguire grafiche per dvd, siti web e a dirigere occasionalmente film. Ha anche scritto e curato diversi libri, come “100 Best Album Covers” (Dorling Kindersley) e “Eye Of The Storm” (Sanctuary Books). Muore a Londra il 18 Aprile 2013

Arteutopia nasce nel 1994 come agenzia di ideazione e produzione di eventi culturali e di intrattenimento. Ha realizzato e prodotto mostre, convegni e spettacoli in collaborazione con enti ed istituzioni pubbliche e private, nazionali ed internazionali. Lavora prevalentemente nel settore dell’arte contemporanea, della fotografia e dell’illustrazione e nella gestione e organizzazione di mostre, convegni e spettacoli musicali e teatrali.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta