Andar per cantine, a spasso fra tradizioni, natura e vino

Ischia celebra il vino nella manifestazione “Andar per cantine” che da più di dieci anni racconta l’identità contadina dell’isola. Dal 15 al 23 settembre tour guidati tra antiche cantine e rigogliosi vigneti

0

Torna “Andar per cantine”, l’evento organizzato dalla Pro Loco Panza che quest’anno compie 11 anni. Dal 15 al 23 settembre l’identità contadina di Ischia si racconta attraverso 9 percorsi fra le cantine più antiche e i vigneti più rigogliosi dell’entroterra dell’isola, tra tufo verde e macchia mediterranea, dal borgo di Campagnano all’eremo dell’Epomeo, passando per la baia di Sorgeto e per le piccole e graziose cantine di Serrara Fontana.

Viaggi guidati che condurranno i visitatori nei luoghi in cui, per dirla con l’archeologo Amedeo Maiuri: “Il monte appare perforato da tane e caverne come una necropoli sicula dell’età del bronzo, traducendosi in uno degli aspetti più tipici della vita rurale ischitana, ereditata chissà da quale remota antichità”.

Un’anima identitaria quella di Ischia che è raccontata dalla storia dei suoi vigneti e del suo vino, dei paesaggi terrazzati che la attraversano e dalle sue vendemmie eroiche, e di un rapporto millenario con l’uva testimoniato da un antico reperto, la Coppa di Nestore.

Andar per cantine, a spasso fra tradizioni, natura e vino

Tour organizzati condurranno i visitatori nelle cantine più belle dell’isola raccontate da viticoltori e contadini. Itinerari che in questa edizione si rinnovano includendo cantine nuove ed una serie di escursioni volte a far apprezzare l’ancestrale legame di Ischia col vino: il sentiero delle due baie, tra la Pelara e Sorgeto, dove sorse il villaggio greco di Punta Chiarito, o il percorso sino alla bocca di Tifeo, le cui fumarole danno traccia dell’intensa attività vulcanica del sottosuolo, che si traduce nella qualità e nei sapori delle uve. E ancora: i vicoli saraceni di Forio, il tramonto dei Frassitelli, il borgo di Campagnano e la Torre di Mezzo.

Tra le novità anche il giro con il veliero “Rondine” (17, 19, 22 e 23 settembre) per scoprire come si celebra il matrimonio tra mare e terra, cruciale nella storia dell’isola, e così bene rappresentato dal baratto tra viticoltori e pescatori, il celebre “cala cala”. Dal mare si vedranno così i vigneti nelle zone più impervie, dove l’agricoltura diventa eroica.

Andar per cantine, a spasso fra tradizioni, natura e vino

Ma non solo uva e vigneti, vino e prodotti tipici e tanti eventi collaterali: “Cantinando sotto le stelle”, il tour serale attraverso cantine e vigneti in programma 18 e 21 settembre ed il tour alla grotta dei vini dei giardini Poseidon, un vero e proprio paradiso termale, previsto per il 23 settembre. E non mancheranno gli appuntamenti musicali nella piazzetta del borgo di Sant’Angelo.

“Continuiamo a valorizzare, in linea con la crescita su scala nazionale del turismo enogastronomico e ambientale, le potenzialità della nostra isola – spiega Leonardo Polito, presidente della Pro Loco Panza – mettendo in rete le realtà dell’eccellenza contadina del territorio e consentendo ai visitatori di immergersi in una delle più antiche storie dell’isola, attraversando i tempi e i luoghi delle sue campagne e delle sue colline”.

Andar per cantine, a spasso fra tradizioni, natura e vino

Se il vino – nelle sue varietà isolane (Biancolella, Forastera, Uva Rilla, San Lunardo, Piedirosso e Cannamelu) è certamente protagonista indiscusso dell’evento, ad accompagnarlo saranno al solito le tipicità dell’isola, rigorosamente “slow” e a chilometro zero, con degustazioni in grado di esaltare il pomodorino del “piennolo”, le marmellate di fichi, il prelibato olio prodotto con le olive ischitane e gli amari con estratti di erbe selvatiche.

Un trionfo del profumo e del gusto, celebrato dalla ritualità contadina e raccontato direttamente dagli ischitani veraci, depositari di sapori e saperi, tradizioni e know-how, punti di riferimento insostituibile di un turismo eco-sostenibile al quale l’isola d’Ischia guarda da qualche anno con rinnovato interesse.

Per maggiori informazioni: www.prolocopanzaischia.it

 

 

Lascia una risposta