Energia domestica da un’auto elettrica

Nissan Energy Home è un concept di abitazione in grado di sfruttare l’automobile come mezzo di accumulo e scambio di energia con la rete domestica. Una realtà per nulla fantascientifica grazie alle tecnologie Vehicle-to Grid e Vehicle-to-Home

0

Energia domestica da un’auto elettrica. E se fosse un’automobile a produrre aria pulita in grado di alimentare l’energia delle nostre abitazioni? Detta così sembrerebbe follia o fantascienza, invece il progetto è molto più reale di quanto si possa pensare. Preparare la cena, utilizzare videogiochi, vedere un film sul divano di casa rinfrescati dall’aria condizionata, il tutto grazie all’energia fornita da un’auto elettrica.

Nissan che ha creato un concept di appartamento, il Nissan Energy Home, alimentato da uno dei suoi modelli elettrici di maggiore successo, la Leaf. La macchina è in grado di fornire energia grazie alla propria batteria e ai sistemi di scambio con la rete. Alla base di questo traguardo ci sono le tecnologie Vehicle-to-Home e Vehicle-to-Grid che permettono di collegarsi a sistemi energetici esterni per ricaricare le batterie, alimentare case e aziende e immettere energia nelle reti quando necessario.

Energia domestica da un’auto elettrica

Una vera rivoluzione non futuristica, ma disponibile già oggi che trasforma il modo tradizionale di intendere l’auto, non più solo un mezzo di trasporto che resta inutilizzato per gran parte della giornata, ma uno strumento per l’accumulo e lo scambio di energia con la rete domestica e quella generale.

Una soluzione che garantisce meno sprechi e più stabilità, fino ad arrivare alla completa indipendenza come nel caso di un appartamento dotato di impianti fotovoltaici. Un esempio concreto è rappresentato proprio dal Nissan Energy Home, una vera casa allestita presso la galleria del quartier generale di Yokohama per dimostrare le potenzialità di Nissan Energy, parte della Nissan Intelligent Integration, la visione per un mondo connesso dove gli sviluppi tecnologici nel campo delle batterie e della generazione di energia consentono ai veicoli e alle abitazioni di sfruttare al meglio i flussi energetici e di alimentarsi reciprocamente.

Energia domestica da un’auto elettrica

Nel caso del Nissan Energy Home, durante il giorno i pannelli solari accumulano energia elettrica e la inviano alla batteria della Leaf che funge da sistema di stoccaggio, mentre durante la notte la domanda di elettricità viene soddisfatta dal veicolo che alimenta così l’illuminazione, l’aria condizionata, la televisione e anche la cucina. Le necessità di una normale abitazione possono essere soddisfatte utilizzando una piccola percentuale della capacità della batteria, lasciando intatte le possibilità di spostamento con l’auto.

Il Nissan Energy Home è stato disegnato dallo “space design team” globale guidato da Alfonso Albaisa, Senior Vice President of global design. Realizzato in legno e con pareti chiare, coniuga modernità e tradizione giapponese con un gusto sofisticato che richiama il fascino della natura. Strisce illuminate di colore blu corrono lungo i muri e i pavimenti per mostrare il flusso di energia che arriva dai pannelli solari o dalla batteria della Leaf.

Caro lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Lascia una risposta