Festa del verde e del paesaggio. A Roma giardini e meraviglie

Il Festival del Verde e del Paesaggio cominciato ieri e in programma fino a domani 20 maggio sulla terrazza pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Importante mostra-fiera arrivata all'ottava edizione

0

Un percorso di quasi un chilometro, 25.000 mq di esposizioni, una passeggiata tra fiori, piante, allestimenti e arredi per giardini e terrazze e occasione di incontri, approfondimenti e dibattiti sui temi del verde per le nostre case e città. Il Festival del Verde e del Paesaggio è uno degli appuntamenti green più importanti in Italia e lo scorso anno è stato visitato da oltre 21.000 visitatori.

I motivi del successo crescente sono da ricercarsi anche nella sua impostazione originale che promuove la cultura del verde in modo colto e approfondito ma anche divertente e spettacolare. L’inaugurazione, affidata a una tavola rotonda moderata dall’architetto Bruno Filippo Lapadula e introdotta dal prof. Franco Panzini, a cui hanno partecipato Francesca Del Bello, Presidente del Municipio Roma II, Anna Vincenzoni, Assessore all’ambiente Municipio Roma I, l’arch. Vitaliano Biondi, responsabile parchi del Comune di Roma, la prof. Vanna Mannucci, Vicepresidente Italia Nostra Roma e altri esperti, professionisti e rappresentanti di associazioni, è stata l’occasione per una riflessione sul ruolo del verde urbano e le condizioni in cui versano parchi e alberature della città con un’attenzione particolare alle ville storiche, straordinarie eccellenze della Capitale, molte delle quali vivono condizioni di degrado e incuria.

La terrazza pensile dell’Auditorium Parco della Musica progettato da Renzo Piano, una delle ultime realizzazioni edilizie di qualità a Roma, offre uno spettacolare colpo d’occhio. Una festa di colori e profumi, un’esperienza immersiva per cacciatori di piante, amanti del mondo vegetale, cultori del giardinaggio e della vita all’aria aperta.

Festa del verde e del paesaggio: il percorso

Un cammino guidato dalla vista e dall’olfatto, un viaggio curioso tra la bellezza. La Soglia, il giardino progettato dai giovani paesaggisti dell’Associazione Simonetta Bastelli, passaggio tra città, architettura e natura è anche l’entrata simbolica nei Giardini del Festival, il cuore della manifestazione, un percorso emozionale tra realizzazioni suggestive collocate su tutto il percorso.

Poi man mano gli altri giardini; Tillandsia Wall-Sinfonia Verde nuvole sospese di verde vivo progettate dal biotecnologo Paolo Michieli e dall’architetto Roberta Filippini; Il Giardino che Scotta, cactus e succulente rare a basso impatto idrico, stimolo alla consapevolezza ambientale; Happy Garden di Chiara Sottosanti che porta il giardino in casa e viceversa; un cancelletto rosso ti fa entrare nel Giardino delle Amiche Cinzia Stella e Stefania Annucci dai profumi spontanei e dimenticati; Il Giardino del Ritorno di Francesco e Luciano Cecchetti per sperimentare nuovi accostamenti; l’Orto Archeologico  che coniuga ortaggi a km 0 con la storia;  Il Giardino dei Limoni di Virna Mastrangelo colori e profumi della costiera luogo dell’anima.

Poi prosegui passando tra i numerosi vivai con piante di tutti i tipi, agrumi antichi e moderni, fruttiferi rari, aromatiche e orticole dimenticate, fiori commestibili e rose e orchidee rare e preziose e fiori di ogni specie, intervallati con espositori di arredi, oggettistica e attrezzature per giardini e terrazzi.

Arrivi a Avventure Creative, concorso per l’allestimento di giardini temporanei. Il tema 2018 è Carpet Garden e i progetti selezionati sono quattro; Spring Carpet, Tramando l’equilibrio, Raccontami una storia-Giardino in bottiglia, Sotto-Suolo.

Avanti ancora e a metà strada trovi Balconi per Roma, l’altro concorso di progettazione destinato agli under 30 per selezionare proposte per balconi in città. In gara sei progetti; Fare insieme.Mani grandi e manipiccole, Living Rome, Food Lift, Green Gallery, Banconopoly: Green Edition, Il Palconcino: Canta, guarda, innaffia. Tante altre iniziative, arricchiscono l’evento, appuntamenti e occasioni di conoscenza, per il cooking e il beverage o anche solo di svago o curiosità anche a tempo di musica.

Le Passeggiate Botaniche a cura dei professionisti della Federazione Erboristi Italiani che porteranno i più curiosi alla scoperta delle proprietà curative delle piante. In & Out, il nuovo stylelife, con tanti manufatti per edilizia a basso impatto ambientale, biostufe, serre bioclimatiche, prodotti per l’agricoltura biodinamica, arredi d’epoca e outdoor d’avanguardia, oggettistica e abbigliamento studiati e realizzati per la vita all’aria aperta. Il Festival dei Bambin, tanti laboratori per ragazzini dai 4 ai 12 anni in cui osservare, sperimentare grazie all’uso di semi, terra, pennelli, foglie, spezie e alberi.

La Scuola di Giardinaggio a cura della Scuola del Verde. Un assaggio dei corsi che si tengono durante l’anno nell’incantevole giardino ai piedi del Gianicolo con giardinieri professionisti, architetti del paesaggio, esperti, vivaisti, agronomi, tecnici e docenti di altissimo livello. L’uscita si avvicina e anche il vostro cronista non si è potuto esimere dall’acquistare alcune delle originali, curiose, e profumatissime piantine aromatiche di ClaGia azienda di Sciacca (inebriante la menta-cioccolato) che aiuteranno a dare profumi e sapori

Lascia una risposta