Franciacorta e cheesecake salata

Franciacorta e cheesecake salata: Una delle fasi più stimolanti nell’arte dell’abbinamento è l’accostamento fra vino e formaggio, due mondi che hanno molto in comune. Vediamoli oggi

0

Franciacorta e cheesecake salata, ottima idea. Sia l’uva che il latte si trasformano per mano dell’uomo ed attraverso processi chimici: la fermentazione per il vino e la cagliatura per i formaggi. Entrambi invecchiano, maturano ed a seconda della tipologia vanno gustati appena pronti o dopo un determinato periodo.

Esistono tanti tipi di formaggi come esistono tanti tipi di vini ed ovviamente anche in questo caso vige la regola che ogni formaggio vuole il suo vino e che lo stesso formaggio usato per una particolare ricetta ed unito ad altri ingredienti, potrebbe richiederne ancora un altro.

I formaggi ed i vini hanno un’altra cosa in comune, sono prodotti legati in maniera viscerale alla terra di origine. La provenienza territoriale conferisce loro l’identità, ecco perché proprio come per il vino, ogni regione, ogni piccolo angolo del nostro paese è capace di regalare un prodotto unico che al di fuori di quei confini si esprimerebbe in maniera diversa (la robiola del Piemonte, il caciocavallo silano, la bufala campana e via dicendo).

Questo legame territoriale e l’identità culturale che ne deriva è il tratto distintivo, lo scheletro sul quale deve poggiare l’incontro fra questi due mondi suggestivi. Andiamo nel vivo dell’abbinamento: la ricetta protagonista di oggi è una cheesecake salata preparata con un formaggio spalmabile e della rucola.

Un formaggio quindi con una struttura delicata, fresco, con una spiccata tendenza dolce e con una buona dose di grassezza. Una struttura che richiama un vino leggero e profumato ma anche con qualche bollicina che contrasta la grassezza. Il contrasto dev’essere proprio l’elemento caratterizzante dell’abbinamento fra il formaggio ed il vino.

Franciacorta, freschezza dal gusto inconfondibile

Propongo un Franciacorta, un vino con una acidità ben equilibrata che dona freschezza e sapidità. Sentori floreali e fruttati, note di lieviti e crosta di pane. Il Franciacorta è un vino spumante prodotto con metodo classico, un vino che rappresenta un territorio ed una tipologia, non è uno spumante e basta, un Franciacorta è un franciacorta: setosità, freschezza, vivacità.

Di base il Franciacorta è prodotto da uve Chardonnay e Pinot Noir. Oltre al grado zuccherino si contraddistingue per le uve utilizzate per le cuvèe. Alte percentuali di pinot nero donano al vino maggiore struttura e ideale per accompagnare cibi importanti e saporiti. I blanc de blancs, prodotti solo con uve bianche, trovano giusta combinazione con cibi leggeri e freschi.

“Franciacorta Brut” dell’azienda Ricci Curbastro è il compagno giusto per la nostra cheesecake. Un’unione perfetta dove il perlage e l’acidità del Franciacorta vanno a contrastare la tendenza dolce e la grassezza della cheesecake. Facile da bere, il Franciacorta Brut è un esempio di franciacorta.

Un’armoniosa combinazione fra chardonnay e pinot bianco, il primo regala al vino note fruttate, il secondo note floreali. Spuma ricca ed abbondante, perlage fine e persistente. Un vino elegante e setoso che con la sua delicatezza non copre i sapori della cheesecake ma ne esalta la morbidezza lasciandoci il palato fresco e pulito pronto a ricevere un altro assaggio.

 

 

 

La Cheesecake salata con bresaola e parmigiano  è realizzata dal blog Mind Cucina e Gusto

Lascia una risposta