Il Treno del vino, in viaggio sulla transiberiana d’Italia

Domenica 8 luglio, dal binario 1 della stazione di Sulmona, partirà “il treno del vino”. A bordo del treno storico, 19 cantine abruzzesi allieteranno il palato dei passeggeri con i loro vini migliori

0

Ritorna l’8 luglio il “treno del vino” che attraverserà il Parco della Majella in Abruzzo. Grazie alla rinnovata collaborazione tra il Movimento Turismo Vino Abruzzo e l’associazione Le Rotaie, che con il lavoro e la tenacia dei suoi volontari, ha fatto rivivere la storica e suggestiva tratta ferroviaria Sulmona-Carpinone, meglio conosciuta come “Transiberiana d’Italia”.

Un viaggio di degustazione con i migliori vini della regione abbinati ai panorami più suggestivi del Parco Naturale della Majella. Un treno che vede protagonisti i produttori del movimento turismo vino Abruzzo che a bordo di queste carrozze storiche, raccontano i propri vini, le proprie cantine e soprattutto i propri territori. Ad ogni stazione si scende e si degustano i vini abbinati ai piatti tipici. Il Treno del vino è un appuntamento molto atteso dai winelovers di tutta Italia.

Il Treno del vino, in viaggio sulla transiberiana d’Italia

“Abbiamo voluto assolutamente confermare questo evento nel calendario annuale del Movimento Turismo Vino Abruzzo” spiega Nicola D’Auria neopresidente di MTV Italia oltre che regionale “perché davvero rappresenta un esempio virtuoso di progettazione e di collaborazione tra due realtà di riferimento nel panorama del turismo abruzzese. Nonostante lo spostamento di data nel mese di Luglio la risposta è stata eccezionale con il sold-out quasi due mesi prima della manifestazione. Questo testimonia che quando si fa gioco di squadra con le altre realtà virtuose del territorio, i risultati ci sono e si può fare vera promozione su scala nazionale visti i tanti partecipanti che arriveranno anche da altre regioni. Un grazie di cuore a tutti gli amici vignaioli che anche quest’anno hanno deciso di partecipare”.

Il treno del vino: il percorso

Si parte domenica mattina alle 10 dalla stazione di Sulmona per toccare poi, Campo di Giove, Castel di Sangro per il pranzo e Palena, prima di rientrare intorno alle 18 sempre a Sulmona. Il treno storico percorrerà la Valle Perigna e salirà sul Colle Mitra che si affaccia su tutta la vallata. Entrerà poi nel parco Nazionale della Majella e a Campo di Giove farà la sua prima sosta a 1071 metri.

Il treno del vino ripartendo oltrepasserà il valico della Forchetta da dove si osserverà un panorama di eccezione sugli altipiani maggiori d’Abruzzo, toccherà Rivisondoli per iniziare poi la lunga discesa tra i boschi di Arazecca fino alla piana del fiume Sangro. Sosta e visita alla cittadina di Castel di Sangro per ripartire poi per Palena, dove a 1258 mt, ci si immergerà nello scenario naturale del Quarto di Santa Chiara.

Il Treno del vino, in viaggio sulla transiberiana d’Italia

A bordo, lo staff de “Le rotaie” svelerà i segreti e la storia di questa tratta ferroviaria ultracentenaria ed il territorio che attraversa. Uno scenario naturalistico capace di lasciare senza fiato. Un viaggio che allieterà il palato e gli occhi.

I 19 produttori saranno accompagnati da un altro importante partner nel panorama eno-gastronomico abruzzese, Slow Food Abruzzo Molise, che salirà a bordo del treno con ben tre presidi locali (salumi vastesi, Bocconotti di Castelfrentano e Sfogliatelle di Lama dei Peligni) che potranno essere degustati nelle stazioni di Palena e Campo di Giove.

Soddisfazione anche da parte di Claudio Colaizzo, tra i responsabili dell’associazione Le Rotaie: ”Il Treno del Vino è un’iniziativa di punta del calendario 2018 grazie all’offerta davvero completa del pacchetto di viaggio e all’importanza delle associazioni che con noi hanno voluto organizzare questa giornata”. Il “Treno del Vino” rientra tra gli eventi del progetto “i Colori d’Abruzzo” realizzato con il contributo della Regione.

 

Lascia una risposta