Longevity Run: salute e giovinezza

Il 19 aprile allo stadio Nando Martellini alle Terme di Caracalla a Roma la manifestazione promossa dal Policlinico Gemelli per sensibilizzare sulla necessità di una stile di vita attivo e attento. Sport, alimentazione e prevenzione per vivere meglio e più a lungo Check-up gratuiti ai partecipanti

0

Longevity Run, corsa per la giovinezza. Il 19 aprile appuntamento alla stadio Nando Martelllini delle Terme di Caracalla a Roma per il “Longevity Run – Prevenzioni e stili di vita. Le due facce della longevità”, iniziativa per sensibilizzare i cittadini sull’importanza di uno stile di vita sano e sul valore della prevenzione per ottenere una vita attiva e longeva. E’ promossa dall’Univesità Cattolica, dalla Fondazione Policlinico Gemelli, da Innovative Medicines Initiative – UE, dal Comune di Roma, dal comitato Lazio della Federazione di Atletica Leggera, dall’ente di ricerca Italia Longeva e dalla Società Italiana di Gerontologia e Geriatria e sostenuta da Carni Sostenibili un progetto di Assocarni – Confindustria. Dalle 10 del mattino fino alle 19 di sera, presso l’impianto sportivo, i partecipanti potranno sottoporsi al check-up gratutito eseguito dai medici del Policlinico Universitario Gemelli che eseguiranno la misurazione della pressione artesiosa, dei valori di glicemia e colesterolo, dell’indice di massa corporea e insieme alla valutazione di alcuni parametri di performance funzionale, come forza muscolare e capacità respiratoria, potranno poi stilare una scheda di valutazione personale corredata da consigli e raccomandazioni che sarà consegnata a tutti.

Longevity Run: prospettive

Dopo lo screening, a partire dalle 19.30 e fino alle 21.30, i partecipanti si cimenteranno in attività sportive che combinano elementi di fitness, bici e corsa da fare al ritmo di musiche idonee con un programma studiato da Purosangue associazione di running solidale che attraverso la corsa cerca di migliorare le condizioni di vita delle persone. Per prenotarsi ai check-up basta scrivere all’indirizzo longevityrun@gmail.com e per le attività sportive invece basta iscriversi grautuitamente sul sito www.purosangue.eu.

La presentazione dell’evento

Nel corso della presentazione dell’evento che si è tenuta alla Cineteca Nazionale presso il cinema Trevi, location straordinaria che offre una visione suggestiva di antichi resti di manufatti romani, è stato sottolineato come la ricerca scientifica, negli ultimi anni, abbia dedicato molta attenzione al rapporto tra esercizio fisico, alimentazione e invecchiamento. In particolare uno studio italiano, Longevity check-up 7+, condotto tra il 2015 e il 2017 su oltre 8.000 soggetti di età tra 18 e 98 anni, ha dimostrato come l’esercizio fisico regolare sia una notevole prevenzione nei confronti del declino funzionale associato all’età. L’attività fisica da sola non basta al mantenimento di un buono stato di salute, però. Secondo un recente studio pubblicato sul Journal Nutrition, Healt and Aging, per ottenere prestazioni migliori è necessario adottare una dieta equilibrata che preveda un adeguato apporto proteico.

Longevity Run: salute e giovinezza

Gli interventi

Coordinati da un brillante Alessandro Cecchi Paone si sono succeduti gli interventi. “Dedichiamo ai romani una giornata all’insegna della prevenzione e dello sport” ha detto Daniele Frongia, Assessore allo sport, politiche giovanili e grandi eventi di Roma, “un momento di aggregazione che grazie al potere unificante ed energizzante della corsa, vuole mettere a disposizione dei cittadini gli strumenti per tenere sotto controllo il proprio benessere attraverso parametri semplici ed immediati”. Per il professor Francesco Landi, primario di Riabilitazione geriatrica al Policlinico Gemelli di Roma “la Longevity Run intende promuovere attività svolte ad indagare e diffondere le evidenze scientifiche su una longevità in buona salute fisca e mentale”. Prosegue il medico: “Per invecchiare bene è importante prendersi cura di sé stessi già da giovani e da adulti. La longevità infatti non è un dono di natura ma si conquista passo dopo passo con uno stile di vita corretto e con un’adeguata prevenzione. Tra gli elementi vincenti per conservare una buono stato di salute e contrastare la perdita di massa muscolare (sarcopenia), una delle prime implicazioni della terza età con effetto domino sulla salute generale, c’è una dieta equilibrata con il giusto supporto di proteine, anche da alimenti di origine animale di alta qualità, e l’attività fisica, da iniziare e preseguire anche in età avanzata”. Max Monteforte, fondatore e direttore del progetto Purosangue ha illustrato tempi e modalità delle prove sportive studiate per essere idonee a tutte le fasce d’età.

Lascia una risposta