Troppo Cuore di Mario Quattrucci

Troppo Cuore: il 16 aprile alle 18, presso il teatro Porta Portese, la presentazione del nuovo libro di Mario Quattrucci

0

Troppo cuore. Torna nelle librerie Mario Quattrucci con un nuovo thriller ambientato a Roma e dedicato all’ultima inchiesta del commissario Gigi Marè, personaggio apparso per la prima volta in “A Roma, novembre”, romanzo d’esordio dell’autore. Impegnato per quarantacinque anni nel Partito Comunista Italiano, giornalista, poeta e scrittore, Mario Quattrucci si è affacciato al mondo della narrativa dopo il pensionamento.

Troppo cuore è il quattordicesimo dei suoi romanzi gialli, tutti pubblicati da Robin Edizioni.
La narrazione si snoda intorno all’omicidio di Angela Barraco, in arte Angelica, conosciuta cantante di un quintetto jazz, nota anche per i suoi trascorsi con prestigiosi personaggi politici della Seconda Repubblica. Pur essendo ufficialmente fidanzata con un dirigente della RAI, era di pubblico dominio la sua relazione sentimentale con Manolis Sansovino, importante medico di 71 anni, padre di famiglia, anche lui vicino agli ambienti politici di sinistra.

Ad essere indagato per il delitto è il direttore del quintetto, Sam Beltrani, ma il commissario Marè, contattato dall’avvocato della difesa, concentra i suoi sospetti sull’amante di Angela, Manolis Sansovino, e sulla sua famiglia.

Inizia così un’inchiesta parallela a quella ufficiale, durante la quale Marè si troverà coinvolto nelle vite di Marella Marchesini, moglie di Sansovino e mecenate delle arti, e dei suoi figli Elettra e Oreste.
L’indagine condurrà Marè nel mondo dell’arte e della musica, ma anche della politica e della sanità, fra poesie, jazz e intrighi. Ancora una volta per Mario Quattrucci un delitto privato è il punto di partenza per raccontare di delitti ben più gravi e taciuti, consumati nel mondo del malaffare e dei piani alti della politica, e nella ricerca del colpevole vengono alla luce retroscena di corruzione che vanno ben oltre il caso di cui Marè si sta occupando.

Tanto che la verità, una volta raggiunta, non porterà alcun sollievo, ma anzi la consapevolezza che dopotutto i colpevoli veri, quelli responsabili degli intrighi di palazzo, non affronteranno alcuna conseguenza.
Coprotagonista è anche la città di Roma, capitale del malcostume e degli intrallazzi a malapena celati dal perbenismo dilagante. Roma che viene narrata con la lingua particolare che Quattrucci adopera da sempre per i suoi romanzi, al tempo stesso colta e popolare, una sapiente combinazione di dialetti, di italiano e del “romano” di oggi.

Il romanzo sarà presentato al Teatro Porta Portese di Roma, il 16 aprile alle ore 18.00. Durante la presentazione l’autore sarà intervistato dalla scrittrice e giornalista Alessandra Vitali e alcune parti del libro verranno interpretate dal direttore artistico del teatro, Tonino Tosto, e dall’attrice Susy Sergiacomo. L’evento sarà inoltre arricchito dalla performance della cantante romana Eleonora Tosto, che eseguirà alcuni brani jazz con l’accompagnamento al pianoforte di Adriano D’Amico.

Lascia una risposta