venerdì, Luglio 19, 2024

Rome 35°C

Blue Discovery, con la app alla scoperta di Punta Campanella

Blue Discovery, con la app alla scoperta di Punta Campanella
Blue Discovery, con la app alla scoperta di Punta Campanella

Un’app per navigare tra le meraviglie di Punta Campanella e per pagare l’ormeggio a Le Mortelle, nel fantastico scenario di Marina del Cantone a Massa Lubrense.

Si chiama Blue Discovery ed è stata sviluppata dalla Blue Thread srl per l’Area Marina di Punta Campanella e altre Amp italiane. È una app scaricabile su dispositivi mobili che fornisce al visitatore informazioni e raccomandazioni sull’area marina in maniera semplice e veloce.

Permetterà anche di corrispondere il costo per i diritti di segreteria per poter sostare nel campo ormeggio gestito dall’AMP. Fornirà, inoltre, tutte le informazioni necessarie per una navigazione sicura, entro i vincoli del regolamento del Parco, per non rischiare così di entrare in zone vietate, oltre che per segnalare i luoghi di interesse nelle vicinanze.

“Si tratta di uno strumento in working progresssottolinea il Direttore dell’AMP Punta Campanella, Lucio De Maio – Presto sarà implementato. Inseriremo anche tutta la sentieristica del territorio, in modo che sia utile anche per chi fa trekking. Oggi è utile anche per sopperire alla momentanea mancanza di boe di delimitazione in alcune zone del Parco, in attesa della dislocazione delle nuove boe quanto prima.

Con l’app, infatti, le delimitazioni delle varie zone sono visibili sui dispositivi mobili. È un’applicazione facile da usare e in futuro servirà anche per i prossimi Campi Boe che andremo ad installare-conclude il Direttore De Maio – Stiamo per siglare infatti un protocollo con l’ISPRA ( Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) per ottenere i fondi PNRR per 5 nuovi campi ormeggio”. 

App Blue Discovery: anche per visualizzare i campi boe (ecosostenibili e tecnologici)

I campi boe saranno installati in diversi comuni dell’Area Marina Protetta. A Recommone e nella zona tra Crapolla e Isca per Massa Lubrense, a Punta Sant’Elia per il comune di Sant’Agnello e a Li Galli per Positano. Inoltre, è previsto anche un campo ormeggio a Praiano, fuori dal Parco, ma in una zona che rientra nella ZSC ( Zona Speciale di Conservazione) “Fondali marini di Punta Campanella e Capri”, gestita dall’Area Marina Protetta.

I campi boe saranno ecosostenibili, come quello attivo da 9 anni a Le Mortelle, dove già ora le boe, 35 in tutto, consentono di sostare con le barche in una zona altrimenti vietata e senza causare danni ai fondali e soprattutto alla posidonia oceanica, la preziosa pianta marina che ospita biodiversità e produce ossigeno. Le boe sono di tipo Manta Ray.

Tecnologia militare

Sfruttano una tecnologia inventata dalla Marina Militare degli Stati Uniti e sono il sistema che garantisce il minore impatto possibile. L’ancora, infatti, penetra e viene collocata al di sotto del fondale. È invisibile e a scomparsa, garantendo sicurezza dell’ormeggio ed ecosostenibilità. La posidonia, presente in quel fondale, non è strappata dalle ancore e viene così preservata.

Migliaia di natanti, fino ai 24 metri di lunghezza, ogni estate scelgono il campo ormeggio dell’Amp Punta Campanella, aperto già da diversi giorni. Da quest’anno i diportisti potranno quindi sfruttare l’app e pagare la boa direttamente online una volta giunti sul posto, dove sono presenti gli operatori che gestiscono il campo.

“Prosegue il nostro lavoro di innovazione per rendere l’Area Marina Protetta sempre più vicina ai cittadini e ai turisti e nel pieno rispetto delle regole e dell’ambienteafferma Lucio Cacace, Presidente dell’Amp Punta Campanella – I nuovi campi ormeggio permetteranno una migliore fruizione senza compromettere la tutela. E l’App Blue Discovery permetterà di vivere il Parco con maggiore consapevolezza e tante informazioni utili”.

E, a proposito di bellezza… Capodoglio tra Punta Campanella e Capri

Un Capodoglio tra Punta Campanella e Capri. È stato avvistato questa mattina da un diportista mentre navigava in quel tratto di mare dove sono frequenti i passaggi di grandi cetacei, quali Balenottere comuni e Capodogli.

Un video è stato girato all’Area Marina Protetta Punta Campanella, grazie alla rete di Citizen Science che si è formata dopo il corso per avvistamento delfini, organizzato diversi mesi fa dall’Amp nell’ambito del progetto europeo Life Delfi. Solo qualche giorno fa si era verificato un altro avvistamento in una zona poco distante: ben 2 capodogli al largo di Positano in costiera amalfitana. 

L’Area Marina Protetta Punta Campanella invita i diportisti a mantenere le dovute distanze, a non interferire in alcun modo con gli animali e a navigare a velocità moderata nelle zone dell’Area Protetta e nel mare tra Punta Campanella e Capri.

Link per scaricare l’app Blue Discovery

Dispositivi Android : https://play.google.com/store/apps/details?id=eu.bluethread.bluediscovery

Dispositivi Apple: https://apps.apple.com/it/app/bluediscovery/id1576167757

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter