Quantcast
mercoledì, Giugno 29, 2022
33.2 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteSostenibilitàIl Festival dello Sviluppo Sostenibile fa tappa a Modena, quattro giornate di...

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile fa tappa a Modena, quattro giornate di riflessione

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile fa tappa a Modena, dal 5 all’8 ottobre, per riflettere su un nuovo modello di sviluppo orientato alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Tanti gli appuntamenti, grazie all’organizzazione dell’Associazione per la RSI, che chiameranno a dibattere e a confrontarsi i mondi della politica, dell’economia, dell’università e della società civile

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile torna per il terzo anno e fa tappa a Modena grazie ad un evento promosso da ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) sul territorio nazionale e organizzato a Modena dall’Associazione per la RSI e da alcune delle Aziende Associate.

L’Associazione per la RSI è l’Associazione per la Responsabilità Sociale d’Impresa, un network di imprese modenesi di vari settori e di varie dimensioni, che si pone l’obiettivo di promuovere principi e pratiche di Responsabilità Sociale d’Impresa/Corporate Social Responsibility (CSR). Ne fanno parte 25 imprese che impiegano, diversamente o attraverso i propri associati, complessivamente più di 30 mila operatori, sul territorio nazionale.

L’obiettivo del Festival dello Sviluppo Sostenibile è quello di diffondere la cultura della sostenibilità e promuovere un cambiamento nei consumi e dello stile di vita. Cinque giorni di incontri per riflettere su opportunità e criticità legate al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, i 17 SDG’s dell’Onu che tracciano il sentiero verso un nuovo modello di sviluppo più equo e prospero per tutti.

• Leggi anche Lo Sviluppo Sostenibile e i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 spiegati in un libro

L’appuntamento è da domani, 5 ottobre, fino all’8 ottobre: in presenza presso il Laboratorio Aperto ex Aem di viale Buon Pastore 43 a Modena e in diretta streaming collegandosi al sito www.associazioneperlarsi.it e sui canali Facebook e Youtube dell’associazione.

Tante voci per un unico obiettivo: il bene del pianeta

Tanti i temi affrontati ai quali sono chiamati a rispondere il mondo della politica, dell’università, dell’impresa e della società civile, in un confronto produttivo per richiamare l’attenzione su temi centrali per il futuro del Pianeta: dalla lotta alla povertà a quella contro ogni forma di disuguaglianza, dal cambiamento climatico all’impegno per l’innovazione e per la cura dell’ambiente.

Foto di Mikhail Nilov da Pexels

Tante voci per un unico obiettivo: ribadire ancora una volta che il tempo è scaduto e serve agire in fretta per proteggere il pianeta dal quale dipende la nostra sopravvivenza. Insomma fare in modo che i “bla,bla,bla” di Greta Thunberg diventino risposte concrete e soprattutto atti evidenti.

• Leggi anche Ecovillaggio Montale, Agenda 2030 il tema della terza stagione “green”

L’edizione modenese del Festival è organizzata in collaborazione con Mediamo società benefit, Emilibanca, Ecovillaggio Montale società benefit e Garc spa BCorp con il sostegno di BPER Banca.

Silvia Pini, imprenditrice ideatrice di Ecovillaggio Montale e Vice Presidente dell’Associazione per la RSI, presenta così l’appuntamento: “L’Associazione, attiva sui temi della responsabilità sociale d’impresa da oltre 10 anni, ha fatto una vera e propria call to action ai propri associati per essere sempre più concreta nello stimolare ed accelerare il processo di crescita delle aziende sul percorso della sostenibilità, il festival è l’appuntamento annuale che dimostra che uniti si vince”.

Il programma tra ospiti e spunti di riflessione

Martedi 5 ottobre

Si comincia con una panoramica sull’interpretazione dell’Agenda 2030 nel tessuto imprenditoriale provinciale e regionale, alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e del Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.

Si prosegue con la presentazione di diversi progetti aziendali legati alla Responsabilità Sociale di Impresa, dal progetto di riforestazione urbana “Il km verde” a cura dell’Associazione RSI a quello promosso da Unimore (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia)nsu “Le misure della felicità prodotta dalle aziende”, fino agli interventi sulle nuove frontiere dell’Idrogeno a cura di AESS (Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile), sulla Finanza Sostenibile con BPER Banca e Banca Etica ed UniPO che illustra i vantaggi delle società  Benefit.

Mercoledì 6 ottobre

Spazio al mondo della politica nazionale con Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, che aprirà la sessione dedicata a politiche abitative, sostenibilità ambientale e sociale. Insieme al Ministro Giovannini, interverranno la Vice Presidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein, il Sindaco Muzzarelli, il Presidente della Provincia di Modena Giandomenico Tomei e il presidente di ACER Modena Andrea Casagrande.

L’evento proseguirà nel pomeriggio con una tavola rotonda sul turismo sostenibile e la presentazione di un’indagine sulla sostenibilità delle aziende, commentata da Pierluigi Stefanini, portavoce nazionale ASviS, Ermete Realacci di Fondazione Symbola, Arturo Nora, presidente del Consorzio di solidarietà sociale di Modena e Benedetta Brighenti, presidente di AESS, fino all’aperitivo dedicato al mondo dello sport, insieme all’artista Elena Zecchin, Panathlon International e un rappresentante del Sassuolo Calcio.

• Leggi anche Salute del suolo e land degradation neutrality, l’importanza del monitoraggio nell’Agenda 2030

Giovedì 7 ottobre

La mattina, a Bologna, si discuterà di transizione e innovazione responsabile in ambito bancario.

Il pomeriggio, negli spazi del Laboratorio Aperto di Modena, Ecovillaggio Montale promuove un focus sulla progettazione di spazi pubblici e privati salvaguardando il benessere e l’equilibrio tra uomo e natura. Sarà una riflessione sul verde a 360 gradi, con il contributo di esperti, ricercatori e docenti. Dall’epigenetica (come reagisce il nostro genoma alle trasformazioni ambientali) con Ernesto Burgio professore di biologia molecolare e medico ricercatore alla psicologia ambientale, fino ad esaminare il ruolo terapeutico e purificatore delle piante. Il programma arricchito con diversi altri relatori, si concluderà con l’intervento di Stefano Mancuso, Direttore del Laboratorio di Neurobiologia Vegetale LINV, dedicato al Pianeta delle Piante.

Venerdì 8 ottobre

Ultimo giorno della tappa modenese del Festival, con Garc spa organizzatore di vari panel, con approfondimenti su B Corp e spreco alimentare.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI