giovedì, Luglio 18, 2024

Rome 24°C

Mezzogiorno, Schifani: “Zes, sbagliato lavorare su micro parcellizzazione senza misura sistema”

(Adnkronos) – "Mi trovo pienamente d'accordo con il ministro Raffaele Fitto sulla Zes unica". Lo ha detto il Presidente della Regione siciliana Renato Schifani intervenendo all'incontro 'Zes unica, una grande opportunità per il Mezzogiorno?', organizzato dalla Fondazione Magna Grecia a Palermo. "Ricordo che il ministro mi chiamò un pomeriggio molto entusiasta dicendo che aveva portato a casa una ottima riforma per il Mezzogiorno – dice – Ho condiviso subito la strategia perché lavorare su micro parcellizzazione senza una misura di sistema è sbagliato". "La scommessa – continua- è evitare che il passaggio di sistema possa rallentare il progetto, della facilitazione fiscale". "Dobbiamo sottrarre dalla campagna elettorale un tema importante come l'autonomia che è un tema forte. Se io eredito un territorio dove la siringa costa x rispetto alla Lombardia non lo posso cambiare nel giro di nulla. C'è la tendenza del premier Meloni di fare in modo che questo slivellamento si eviti".  "Il calo demografico -sottolinea il presidente- è sintomo di una incertezza del futuro da parte delle giovani coppie, è sintomo di una crisi che stiamo vivendo che al di là degli aspetti etici tocca temi esistenziali di carattere economico. Sta all'istituzione, alla politica, anche alle politiche di strategia di crescita economica. Favorire le crescite significa però assicurare ai genitori la possibilità di una vita normale". "In Sicilia stiamo facendo di tutto, abbiamo avuto un aumento del Pil, abbiamo avuto un aumento delle entrate fiscali nel 2023: non ci possiamo lamentare. Continueremo a lavorare su questo progetto di espansione economica di carattere liberale. Dare alle imprese che investono liquidità e tassi ridotti e su questo anticipo che stiamo studiando con Irfis possibilità di intervenire sul costo del denaro", conclude. —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter