Salvate il Rinoceronte Ryan

Una femmina di rinoceronte di Sumatra è stata salvata con il supporto di diverse organizzazioni come il Wwf: una buona notizia per il futuro della specie fortemente a rischio. Ci va di chiamarla Ryan…

0

Ci è proprio venuto in mente quel film del 1998 (per chi lo ricorda), “Salvate il soldato Ryan”, di Steven Spielberg: un manipolo di soldati americani, durante la II guerra mondiale, alla ricerca dell’ultimo figlio superstite di una intera famiglia. Riportarlo a casa, vivo. Così un team di uomini si è messo insieme per salvare una femmina di rinoceronte di Sumatra, animale fortemente a rischio.

Salvate il Rinoceronte Ryan

Un’alleanza speciale, tra il governo dell’Indonesia e il Sumatran Rhino Rescue, di cui il Wwf è uno dei fondatori, con l’apporto di altre organizzazioni, per recuperare dall’area di West Kutai e trasferire in una struttura sicura nella zona di Kalimantan all’interno della foresta protetta di Kelian Lestari, un rinoceronte femmina, che ci piace chiamare Ryan, e che si trovava in grave pericolo, ma in buona salute.

Un’operazione di salvataggio, la prima di un progetto di ampio respiro che mira a salvare la specie dall’estinzione imminente attraverso la riproduzione in aree controllate. L’obiettivo è portare in tal modo le popolazioni di rinoceronti di Sumatra a numeri che consentano agli esperti di poterli in futuro reinserire in natura.

Il rinoceronte di Sumatra: meno di 80 esemplari

Salvate il Rinoceronte Ryan

Ma chi è il rinoceronte di Sumatra, cui appartiene la nostra Ryan? Si tratta di uno dei grandi mammiferi la cui sorte è estremamente a repentaglio. Si contano al momento meno di 80 individui nel mondo. Le cause di una tale situazione sono purtroppo sempre le stesse. Decenni di bracconaggio per accaparrarsi il prezioso corno dell’animale di cui si millantano qualità miracolose e la perdita dell’habitat che con l’urbanizzazione  e la deforestazione è sempre più limitato.

Inoltre il territorio in cui vivono i pochi gruppetti di rinoceronte di Sumatra è del tutto frammentario e, per gli scarsi esemplari in età riproduttiva, è sempre più difficile incontrarsi e trovare il partner. L’isolamento prolungato poi può portare all’infertilità.

Dunque, l’unica speranza di sopravvivere, per il rinoceronte di Sumatra, è l’intervento umano e la capacità delle organizzazioni di conservazione di individuarli e trasferirli in sicurezza in strutture specializzate progettate per la loro cura.

Rizal Malik, Ceo di Wwf-Indonesia, ha detto in proposito: “La strada da percorrere è ancora lunga, ma oggi il futuro del rinoceronte di Sumatra sembra più luminoso. Questa specie è parte integrante del nostro patrimonio naturale e culturale, ecco perché sosteniamo il governo indonesiano nel realizzare quest’azione di conservazione prima che sia troppo tardi. Certo la femmina non è del tutto fuori pericolo, poiché deve anche abituarsi alla nuova casa, ma le previsioni sono ottimiste”.

Per vedere il video sulla rinoceronte Ryan: https://www.youtube.com/watch?v=8a07MtvmzT0&feature=youtu.be

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta