Acqua: risorsa da conservare e proteggere

Tavola rotonda a Milano domani 15 novembre: “La risorsa acqua: dalle tecniche colturali innovative alle innovazioni tecnologiche. La filiera cerealicola lombarda: esempio di sostenibilità per l’agrifood”. Un evento promosso dalla Rete Cerealia Lombardia

0

Acqua, una risorsa preziosa da conservare e proteggere. Domani 15 novembre a Milano, alle ore 9.30, presso la Regione Lombardia in via Pola 12, c’è un importante appuntamento per parlarne.

Si tiene infatti la tavola rotonda “La risorsa acqua: dalle tecniche colturali innovative alle innovazioni tecnologiche. La filiera cerealicola lombarda: esempio di sostenibilità per l’agrifood”.

Si tratta di un evento giunto alla sua terza edizione e promosso dalla Rete Cerealia Lombardia, attiva dal 2016, che con i suoi aderenti racchiude e rappresenta tutta la filiera produttiva cerealicola: dal produttore, al trasformatore, fino al consumatore finale e potenziale futuro operatore nella filiera, passando dalla comunità scientifica ed educativa.

Acqua: come gestire la risorsa in modo sostenibile

Acqua: risorsa da conservare e proteggere

L’incontro è occasione per parlare di ricerca scientifica e di innovazioni tecnologiche nella produzione dei cereali che contribuiscono ad una gestione sostenibile dell’acqua. L’intento è quello di promuovere l’utilizzo responsabile della risorsa acqua e la conservazione delle risorse ambientali ad essa correlate, con un focus particolare sulle applicazioni realizzate nel territorio lombardo.

Al termine della tavola rotonda, verranno presentati i tre tavoli di lavoro che, con la supervisione dei promotori della Rete Cerealia Lombardia, vedranno il coinvolgimento nei prossimi mesi di vari soggetti: gli Assessorati all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi e all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, l’Istituto Professionale per i Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale “Vilfredo F. Pareto”, l’Istituto Tecnico Agrario “Gregorio Mendel”.

Obiettivo: approfondire ed elaborare proposte concrete per progetti relativi alle innovazioni di filiera e relative politiche per la sostenibilità, alla comunicazione sul mondo dei cereali, da declinare anche dal punto di vista della storia e delle tradizioni.

La Tavola Rotonda è patrocinata dalla Regione Lombardia e realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali – Produzione, Territorio, Agroenergia della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano e il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA-IT) di Roma.

Il Festival Cerealia

Conoscere i cereali e sviluppare buone pratiche attorno ad essi, attivando lo scambio di tradizioni e cultura legate al mondo della loro produzione, del commercio e del consumo. Ma non solo: favorire la promozione delle eccellenze presenti sul territorio e sollecitando comportamenti per il consumo consapevole nel campo dell’alimentazione.  Questa la mission di Rete Cerealia Lombardia, all’interno del Festival “Cerealia, La Festa dei Cereali. Cerere e il Mediterraneo”.

Di che si tratta? Di una manifestazione dal respiro internazionale con un focus particolare sui paesi del Mediterraneo e che, come suggerisce il nome, è un festival dedicato a tutti i cereali, come di fatto avveniva nell’antica Roma negli antichi riti delle Vestali e nei Ludi di Cerere. E ora vuole essere un rinnovato punto di incontro tra i paesi mediterranei e di interscambio culturale, affrontando tematiche quali la nutrizione, l’ambiente, l’economia, il territorio e la dimensione sociale, presentate nel variegato contesto attuale che caratterizza il mondo dei cereali, nonché vari momenti di rievocazione storica. Insomma dare valore alla terra e ai suoi prodotti autoctoni, come i cereali, appunto, prendendo spunto dal passato per un futuro migliore.

Immagini by Pixabay

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta