venerdì, Dicembre 3, 2021
13.6 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroEventi e IniziativeAiutiamo i Bidonengers, supereroi dell’ambiente e del riciclo creativo

Aiutiamo i Bidonengers, supereroi dell’ambiente e del riciclo creativo

Nasce un progetto editoriale, destinato ai bambini dai 5 ai 9 anni, che vuole sensibilizzare i piccoli ad un nuovo modo di pensare, per proteggere l’ambiente, evitare gli sprechi e riutilizzare i rifiuti in modo creativo. Nascono così i “Bidonengers”, supereroi che combattono un prepotente inquinatore. Partita su Eppela una raccolta fondi per aiutare il progetto

Le giovani generazioni vanno educate al rispetto dell’ambiente e l’esempio può arrivare dalla parola, dall’impegno sul campo, ma anche da progetti editoriali che sappiano rapirne l’attenzione.  È quanto stanno cercando di fare Michela Bernardi e Vigolo Lara che, impegnate da anni in educazione e formazione per la prima infanzia, hanno pensato ad un volume incentrato su differenti figure di supereroi, illustrato dai disegni di Francesco Tosi Zanetti

Il progetto editoriale si chiama “I Bidonengers e l’attacco a sorpresa di Mercury”, un libro pensato per sensibilizzare i bambini, dai 5 ai 9 anni, sulla contaminazione ambientale, incoraggiandoli al rispetto per l’ambiente e alla raccolta differenziata. I Bidonengers sono i supereroi della raccolta differenziata e del riciclo creativo alle prese con un perfido Inquinatore e il suo tirapiedi.

Il riciclo creativo: allenare la mente ad un diverso modo di pensare

L’attenzione al riciclo creativo è uno dei temi fondamentali che questa pubblicazione vuole sviluppare. Fondamentale diventa spronare i piccoli a “mettere in moto” la loro creatività assemblando oggetti. Il riutilizzo creativo di materiali considerati di rifiuto è, secondo le autrici, una maniera per evitare gli sprechi, per affinare la manualità, ma soprattutto un modo per allenare la mente ad un differente modo di pensare. Un’occasione per poter coltivare il pensiero divergente ed una possibilità per infondere fiducia e testare le proprie capacità.

I temi forti del progetto

La tesi dimostrata da Michela e Lara è che attraverso l’unione di intenti, la creatività, la ricerca e l’approfondimento è possibile combattere una sfida che si crede di aver già perso, producendo qualcosa di nuovo. I temi forti del progetto sono: importanza dell’ambiente circostante e della sua salvaguardia; importanza del lavoro di squadra nel risolvere i problemi (date le diverse personalità e pensieri dei personaggi); importanza di valutare le alternative e ponderare sulle soluzioni; incentivare l’educazione dell'”upcycling thinking”, cioè la capacità di vedere negli oggetti che non si utilizzano più una seconda vita, una nuova creativa destinazione; la grafica accattivante ed esplicativa che mette in primo piano i principali contenitori dei rifiuti.

I Bidonengers e la difesa di No Waste Country

Ne “I Bidonengers e l’attacco a sorpresa di Mercury” i supereroi, i cui simpatici nomi richiamano le comuni attività di riciclo (Plastic Girl, Vethror, Bat-Tin, Seccoman, Captain Wet e Cart Woman), sono pronti ad utilizzare le loro risorse ed abilità per sconfiggere Mercury, un perfido Inquinatore che vuole contaminare il terreno e l’acqua di No Waste Country. É quasi l’alba quando Re Charge, il difensore della legge di No Waste Country, sente l’allarme suonare. Stava per ultimare la sua ricarica ma è costretto a catapultarsi a proteggere il suo amato paese. Si trova in estrema difficoltà mentre tenta invano di porre fine al terribile attacco di Mercury, tanto da dover ricorrere all’aiuto dei suoi insostituibili amici. Con la poca ricarica che gli rimane lancia l’allarme, l’allarme che chiama a raccolta tutti i Bidonengers: “Se il mondo vuoi ripulire i Bidonengers devi riunire!”. I Bidonengers, intercettato il segnale, giungono in un battibaleno e si trovano di fronte ad uno scenario inquietante.

Il crowdfunding su Eppela

Anche a causa delle difficoltà imposte dalla pandemia, Michela e Lara, con l’entusiasmo di portare a conclusione il proprio progetto, hanno lanciato una raccolta fondi su Eppela (a questo link). L’obiettivo è di raggiungere i 3000 Euro che serviranno per: spese di impaginazione e stampa; spese di illustrazione; spese per ricompense; spese di imballaggio e spedizione; percentuale Eppela; spese dominio sito internet.

Leggi anche

MeteoHeroes, insieme per la tutela della biodiversità
Educare i bambini al rispetto dell’ambiente, nove consigli

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI