lunedì, Ottobre 18, 2021
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroEventi e IniziativeAl via il primo campionato mondiale di plogging, correre raccogliendo rifiuti

Al via il primo campionato mondiale di plogging, correre raccogliendo rifiuti

Appuntamento dal primo al 3 ottobre nei comuni della Val Pellice, sulle Alpi Torinesi, per la prima edizione del Campionato del mondo di Plogging. Corridori amatoriali e runner professionisti si contenderanno il titolo in una competizione coinvolgente e innovativa

Cos’è il plogging? Oggi non è più un mistero. Per i pochi che ancora non avessero le idee chiare ricordiamo che si tratta di una parola che nasce dall’unione delle parole “jogging” e “plocka upp” che in svedese significa raccogliere.

Si tratta infatti delle più green tra le attività fisiche, cioè correre e nello stesso tempo fermarsi a raccogliere rifiuti di ogni tipo che incrociamo nel nostro percorso. Un’attività fisica che fa dunque bene due volte, a chi corre e all’ambiente.

Leggi anche: Plogging: quando lo sport fa bene due volte

Il successo di molte manifestazioni, come la Keep Clean and Run dello scorso aprile, ha spinto all’organizzazione del Campionato del Mondo di Plogging. La manifestazione, alla sua prima edizione, si terrà dall’1 al 3 ottobre sul territorio dei sette Comuni della Val Pellice, sulle Alpi Torinesi.

Circa cento tra atleti ed atlete competeranno per aggiudicargsi il titolo di primo Campione del Mondo di Plogging. Con modalità innovative, saranno valutati tre parametri per il calcolo del punteggio individuale: la distanza percorsa, il dislivello positivo e i rifiuti raccolti, trasformati in CO2 equivalente risparmiata.

Atleti di spessore e top runner

Gli atleti sono stati selezionati tramite cinque gare qualificanti (Gran Trail Courmayeur, TMT, Trail EDF Cenis Tour, Alpe Adria Trail, TorX) e grazie ad una virtual challenge aperta a tutti. La fase di qualificazione, diffusa e coinvolgente, ha consentito di risparmiare finora approssimativamente 89 kg di CO2, gli atleti hanno infatti raccolto e differenziato oltre 60 kg di rifiuti abbandonati.

Agli atleti qualificati, si aggiungono poi una serie di top runner tra cui Silvia Trigueros Garrote, atleta basca, 3 volte vincitrice del Tor des Geants, Pablo Criado Toca, già sul podio del Tor des Geants, Marina Plavan, recentissima seconda al massacrante Tor des Glacier, Paolo Bert, vincitore della 100miglia del Monviso, recordman di salita e discesa dal Monviso, Erik Ahlström atleta svedese, noto soprattutto per aver coniato il nome plogging.

La prima edizione del campionato mondiale può contare su una madrina e un padrino di eccezione: Hillary Gerardi, atleta statunitense, definita “la skyrunner più sorridente di sempre”, che lavora per il centro di ricerca per gli ecosistemi alpini e Marco De Gasperi più volte campione europeo di corsa in montagna e recordman di salita e discesa del Monte Bianco.

Leggi anche: Giro d’Italia 2021, la Corsa Rosa si tinge sempre più di Green

La manifestazione, ideata da Roberto Cavallo, ultrarunner pioniere del plogging in Italia e AD di ERICA soc. coop, leader nazionale della comunicazione ambientale, è coordinata da un Comitato Organizzatore formato dalla stessa ERICA soc. coop., A.I.C.A., il Comune di Torre Pellice, l’Unione Montana del Pinerolese (che comprende anche i Comuni terreno di gara, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Torre Pellice, Bobbio Pellice, Angrogna, Rorà, Villar Pellice), ACEA, ASD Valle Pellice, ASD Valle Infernotto, Polisportiva Bobbiese.

Foto per gentile concessione dell’ufficio stampa dell’evento https://www.cooperica.it/; ©Stefano Jeantet

Durante l’evento, saranno le associazioni sportive ed ambientaliste del territorio a proporre le proprie attività educative e divulgative e ad animare così le giornate di gara.

L’evento è patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica, da Regione Piemonte, UNCEM, Unione Montana del Pinerolese, Comune di Torre Pellice, Rai per il sociale e Rai Radio 2.

Si apre venerdì primo ottobre

Il fitto programma degli appuntamenti si aprirà quindi venerdì 1° ottobre alle 10 con un’azione di pulizia per le scuole, in collaborazione con il circolo Legambiente Valle Pellice, nel quadro della manifestazione internazionale “Puliamo il Mondo” e della campagna europea di sensibilizzazione “Let’s Clean Up Europe”. Nel pomeriggio, allo stadio del Palaghiaccio di Torre Pellice, avverrà la consegna dei pacchi gara agli atleti, mentre alla sera nella stessa sede si svolgerà la cerimonia di apertura alla presenza.

La gara, sabato 2 ottobre

Sabato 2 ottobre alle 8,30 il via alla gara, con partenza e arrivo a Torre Pellice. Durante tutta la giornata nelle strade del paese associazioni locali, sportive e ambientaliste animeranno le vie e le piazze con laboratori per bambini e famiglie, il tutto commentato in diretta grazie a Radio Beckwith e a speaker d’eccezione come Sandro Fioravanti, storico commentatore RAI delle Olimpiadi, appena rientrato da Tokio. Ci sarà anche la possibilità di scoprire i boschi certificati della Valle con le visite guidate a cura di PEFC (prenotazione obbligatoria inviando una mail a chiara.bronzino@cooperica.it). Presentazioni di libri e concerti accompagneranno il tardo pomeriggio, fino alla proiezione del docu-film “The Peacerunner”, per la regia di Diego Zicchetti, che racconta l’eco-maratona Keep Clean and Run for Peace 2020, presso la Civica Galleria d’Arte Scroppo alle 21.

Le premiazioni dei vincitori si terranno infine domenica 3 ottobre alle 11 presso il Laghetto Nais a Bobbio Pellice, dove a seguire un Pasta Party sarà l’occasione per concludere la manifestazione in convivialità.

Correre e cambiare abitudini per un pianeta più bello

Il Campionato Mondiale di Plogging istituzionalizza una disciplina nata in Italia, lanciata dalla Svezia, ma oggi diffusa in tutto il mondo e, come ricordato da Roberto Cavallo, è importante “aver trovato nel connubio tra ambiente e sport un mezzo di comunicazione vincente, abbiamo bisogno di correre per salvare noi stessi dai danni che abbiamo provocato, abbiamo bisogno di allenarci duramente per cambiare abitudini, se vogliamo che i nostri figli vivano in un pianeta bello come lo abbiamo conosciuto noi e la corsa, soprattutto quella in montagna, rappresenta una straordinaria metafora”.

Leggi anche: WeClean, contro l’abbandono dei rifiuti, per la tutela di paesaggi di pregio

Ricordiamo inoltre, con le parole del Sindaco di Torre Pellice Marco Cogno, l’importanza per un territorio montano vocato all’outdoor di un evento come il World Plogging Championship: “Sono estremamente contento e onorato di ospitare il primo Campionato Mondiale di Plogging. La nostra Valle, e Torre Pellice in particolare, hanno sempre dimostrato attenzione alle tematiche ambientali e quando Roberto mi ha proposto di essere sede di questo evento, non ho potuto che accettare con entusiasmo. Per questo ringrazio lui e tutta l’organizzazione. Saranno tre giorni all’insegna del nostro slogan #ViviAmoTorrePellice: Torre Pellice è un paese vivo anche perché sa essere la cornice perfetta per questo genere di eventi”.

La Sottosegretaria del Ministero alla Transizione Ecologica On. Vannia Gava ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione, portando i saluti del Ministro Cingolani e di tutto il Ministero, sottolineando come “l’ambiente è tutto. L’ambiente vuol dire integrazione con l’economia, con le infrastrutture, con l’agricoltura e anche con il mondo dello sport. Lo sport è l’ambiente, e dobbiamo tutelarlo insieme. Deve essere un lavoro di squadra, dove tutti siano coinvolti, soprattutto i giovani della nuova generazione, che devono prendere a cuore il proprio paese e la tutela dell’ambiente. La vittoria vera ci sarà quando faremo solo jogging, quando ci sarà una cultura ambientale e non ci saranno più rifiuti per strada. Quella sarà la vera sfida. Ci vuole tanta cultura, tanta sensibilizzazione ma nel frattempo, iniziative come queste sono importanti e lodevoli”.

Il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha inviato un messaggio di saluti: “L’emergenza sanitaria che ha colpito la nostra Regione e tutto il nostro Paese ha messo tutti noi a dura prova. Nonostante questo, però, il vostro impegno e la vostra determinazione hanno permesso di poter organizzare questo importante campionato che non solo è simbolo di ripartenza per lo sport, ma anche un esempio di valorizzazione del nostro territorio attraverso temi fondamentali quali la sostenibilità ambientale e turistica”.


Maggiori informazioni su: www.worldploggingchampionship.com

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani in contatto

4,184FansLike
1,641FollowersFollow
6FollowersFollow
513FollowersFollow
spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI