All Routes lead to Rome, giornate di cultura e movimento

All Routes lead to Rome, meeting internazionale degli itinerari culturali, delle rotte, dei cammini e delle ciclovie dal 1 al 17 novembre. Tre settimane di eventi diffusi

0

La quarta edizione dal 1 al 17 novembre 2019 è iscritta nel “Global Registry of Voluntary Commitments & Multi-Stakeholder Partnerships” delle Nazioni Unite per contribuire al raggiungimento degli obiettivi 11 e 17 dell’Agenda 2030.

Mobilità dolce

“All Routes lead to Rome – Tutti le strade portano a Roma” è il Meeting annuale degli itinerari, delle rotte, dei cammini e delle ciclovie. Mobilità dolce, riduzione dell’impronta ecologica, sobrietà, lentezza, responsabilità ed equilibrio: queste le tracce da seguire per entrare con il giusto stato d’animo per il primo Meeting dedicato agli italiani di domani, concentrato sulla qualità della vita di oggi.

6 novembre – Incontro con gli autori

Gli Obiettivi di All Routes lead to Rome

Vuole essere un’occasione costruttiva di confronto e di riflessione, oltre che un ricco calendario di proposte per vivere la bellezza in modalità slow promuovendo una nuova filosofia di vita: la mobilità dolce come risorsa strategica per lo sviluppo sostenibile del Paese.

Un evento diffuso, capace di coinvolgere territori da ogni regione d’Italia, dEuropa e del Mediterraneo, che si incontrano annualmente per confrontare buone prassi, successi e criticità, modelli e strategie per la fruizione degli itinerari e del patrimonio culturale, materiale e immateriale.

Appuntamenti che intendono dimostrare come, un approccio sistemico possa consentire di realizzare filiere di prodotto tra soggetti pubblici, privati ed ecclesiastici per promuovere strategie organiche ed efficaci nella sfida di innovare la qualità della vita nelle città.

Rispondere ai crescenti flussi di domanda turistica interessati all’ambiente, al paesaggio, allo sport, alle forme di spiritualità emergenti, alla cura del corpo e della persona.

Sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo e inserito nel partenariato globale delle Nazioni Unite. A Roma numerose le sedi coinvolte nel progetto, con un programma che – oltre ai seminari, ai convegni e ai momenti di confronto – presenta una serie di occasioni di partecipazione: aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate letterarie, cammini, ciclo escursioni, spettacoli di musica antica e sacra.

7 novembre – L’Appia Antica e il Gran Tour

Diciassette giorni di appuntamenti pubblici

Il Meeting riunisce oltre 60 itinerari di storia, di cultura e di pellegrinaggio. Seminari e incontri sono dedicati anche alle ciclovie, alle case cantoniere, alle ferrovie dimenticate e alle stazioni impresenziate (riuso sociale del patrimonio ferroviario), intese come strutture funzionali da restituire a possibili scenari di sviluppo.

Di grande rilevanza la presenza dei Parchi Culturali Ecclesiali, promossi dalla Conferenza Episcopale Italiana per promuovere una nuova stagione di gestione integrata dei beni culturali.

Tutto nel segno dell’accessibilità gratuita e universale. Una manifestazione che si esprimerà con due anime per stimolare la partecipazione attiva e il protagonismo dei cittadini:

  • R2R Talks
    convegni, seminari, tavole rotonde e momenti informali di convivio
  • R2R Walks
    aperture straordinarie, visite guidate, animazione dei luoghi con attività all’aria aperta e di promozione dello sport non agonistico (passeggiate letterarie, ciclo escursioni, trekking urbano, discese del Tevere in canoa).

Il programma delle attività è costantemente aggiornato sul sito https://www.routes2rome.it/ e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/routes2rome/.

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta