#AmolamiaTerra, gli accessori moda per la prevenzione degli incendi

#AmolamiaTerra è la campagna di Crowdfunding promossa da Lisa Tibaldi Terra Mia e WWF Litorale Laziale, per sostenere progetti legati alla prevenzione degli incendi, di tutela e ripristino del patrimonio boschivo. È possibile aiutare l’ambiente anche scegliendo i giusti accessori moda

0

#AmolamiaTerra è la campagna di Crowdfunding promossa da Lisa Tibaldi Terra Mia in collaborazione con WWF Litorale Laziale, per portare avanti progetti legati alla prevenzione degli incendi, alla tutela e al ripristino di aree boschive. Azioni che risultano essere sempre più importanti visto il triplicarsi del numero degli incendi anche nell’ultimo anno.

#AmolamiaTerra permetterà dunque con contributi variabili, oltre che di ricevere delle fantastiche “special gifts”, di dare un supporto reale e concreto al WWF Litorale Laziale. Parte del Crowdfunding è infatti destinato ad esso per la realizzazione dei progetti a tutela del nostro importante patrimonio boschivo. Tutto parte dall’idea di permettere a chiunque di aiutare l’ambiente, scegliendo semplicemente degli accessori moda.

Avevamo già conosciuto Lisa Tibaldi. Noi di Green Planet New eravamo andati ad intervistarla in piena pandemia quando, vista l’enorme emergenza sanitaria, aveva riconvertito la sua produzione per la realizzazione di mascherine ecosostenibili riutilizzabili.

La startup, durante la quarantena, ha anche aderito al progetto nazionale “Filiera Moda per l’Italia- Emergenza Covid-19” che nasce allo scopo di creare una fondamentale rete di imprese per la produzione di materiale sanitario. L’azienda però, della quale Lisa Tibaldi è ideatrice e fondatrice, nasce nel 2018 con un’impronta immediatamente green e territoriale.

Lisa Tibaldi Grassi rivisita infatti, in chiave “haute couture”, l’uso della stramma, una fibra vegetale della Terra Aurunca, con lavorazioni innovative capaci di dar vita alla collezione Bijoux. Il tutto in chiave sostenibile. Ma il suo contributo come imprenditrice che vuole essere anche promotrice attiva di una visione ecosostenibile, non finisce qui.

Arriva così, la campagna #AmolamiaTerra che prende il nome dalla Vision dell’azienda stessa e che attraverso contributi variabili, permetterà a WWF Litorale Laziale di portare avanti progetti per la prevenzione degli incendi e tutela ma anche ripristino del patrimonio boschivo. Semplicemente scegliendo dei bellissimi accessori moda. L’intervista a Lisa Tibaldi.

#AmolamiaTerra, gli accessori moda per la prevenzione degli incendiPrima di tutto, per chi ancora non la conoscesse, cos’è Lisa Tibaldi Terra Mia e come nasce, qual è la sua storia?

Lisa Tibaldi Terra Mia è una visione. Nasce tutto da un “non-successo”: come stilista e creativa partecipai ad un concorso internazionale di Altamoda (che non vinsi), elaborando una capsule collection fortemente territoriale, attraverso la rivisitazione in chiave fashion dell’antica lavorazione della “Stramma” (termine dialettale che indica una pianta spontanea anticamente usata per cesteria).

Siamo nel Basso Lazio, in quella che anticamente era la Terra Aurunca. Grazie alla collaborazione con i Maestri artigiani del Parco Regionale dei Monti Aurunci abbiamo realizzato una serie di accessori moda e 2 abiti scultura che sono stati oggetto di un’importante mostra ospitata anche a Roma, al Museo delle Civiltà – Arti e Tradizioni Popolari.

Dal successo dell’esposizione e complice la partecipazione ad un bando della Regione Lazio (che stavolta ho vinto), da un divertissement creativo, è nata Lisa Tibaldi Terra Mia, la start up che, attraverso gli accessori moda artigianali, made in Italy, destinati ad un mercato Premium e Lusso, vuole condividere ed esportare non solo la forte connotazione “Green” che caratterizza la sua moda ecosostenibile, ma soprattutto la bellezza, la particolarità, l’originalità della Terra Aurunca che custodisce Natura, Arte, Cultura, Tradizioni.

Come nasce invece la campagna di crowdfunding #AmolamiaTerra e in cosa consiste?

Quando si è trattato di pensare a come promuovere il lancio del sito internet Lisa Tibaldi Terra Mia, abbiamo pensato che il modo più naturale, quello che più ci avrebbe rappresentato e avrebbe rappresentato la nostra filosofia, sarebbe stato approfittare dell’occasione per fare qualcosa per il nostro Territorio.

Prendendo in prestito il nostro claim #AmolamiaTerra abbiamo dato titolo ed anima al progetto di tutela ambientale e prevenzione degli incendi, temi che ahimè ciclicamente, con violenza, sono sempre attuali. Abbiamo contattato il WWF Italia che ci ha segnalato la sezione locale WWF Litorale Laziale e con loro c’è stato subito il feeling giusto di chi condivide una visione.

Avevamo stabilito di lanciare la campagna lo scorso 8 Marzo 2020, in concomitanza con il lancio del nostro sito, nel giorno della Festa della Donna, ma le note vicissitudini dettate dalla pandemia ci hanno costretto a rimandare. Eccoci quindi adesso ripartiti con la campagna di raccolta fondi a favore del WWF per progetti di prevenzione e ripristino di aree boschive.

Attraverso il sito #AmolamiaTerra Lisa Tibaldi Terra Mia si possono vedere e prenotare le “Ricompense”: degli articoli che abbiamo realizzato in edizione limitata o numerata per questa campagna che possono essere ricevuti dietro donazione. Ovviamente si possono fare anche donazioni liberali. Amare vuol dire prendersi cura e noi, anche con un accessorio moda, possiamo dare un concreto contributo all’ecosostenibilità.

Che ruolo e che importanza hanno oggi queste azioni legate alla prevenzione degli incendi e alla tutela stessa del patrimonio boschivo della nostra Terra?

I boschi sono i nostri polmoni verdi, il nostro ossigeno, conservarli, tutelarli e proteggerli è un nostro preciso dovere non solo per salvaguardare la natura, ma soprattutto per tutelare la nostra salute. La prevenzione, in ogni ambito è sempre la scelta più corretta ed efficace.

#AmolamiaTerra, gli accessori moda per la prevenzione degli incendiDa imprenditrice, come è nata la necessità di fare qualcosa di sostenibile e a favore dell’ambiente?

#AmolamiaTerra è davvero un sentimento che mi appartiene, profondamente. Io per scelta, vivo e lavoro a Santi Cosma e Damiano (l’ultimo paese del Lazio ai confini con la Campania). La Mia Terra è meravigliosa, ma offre poco dal punto di vista imprenditoriale, soprattutto parlando di Fashion!
Dovevo trovare qualcosa che mi permettesse di trasformare un punto di debolezza in un punto di forza, e di poter dare una mano, nel mio piccolo, all’ambiente.

I tuoi accessori moda sono infatti ecosostenibili e hanno inoltre una connotazione fortemente territoriale; in che modo?

Sono ecosostenibili in quanto, parlando della linea Bijoux, l’alta bigiotteria è creata con lavorazioni in “Stramma”. Nel rapporto con la Natura siamo molto attenti a raccogliere la materia prima rispettando l’ambiente e lo sviluppo della pianta. La forte connotazione territoriale è data dalla volontà di sviluppare creatività con gli elementi del Territorio: la “stramma” appunto per i Bijoux, ma anche la natura nella collezione Foulard in seta, la cui prima capsule è ispirata ad alcune delle 101 specie di farfalle (una varietà così elevata non è comune a molti territori) che si trovano nei Monti Aurunci. Alcune di queste hanno ali talmente belle e particolari che non hanno nulla da invidiare alle texture animalier africane.

State già lavorando a nuovi progetti?

Si, stiamo avviando un nuovo progetto “Privernum Collection”, sostenuto dal bando “Impresa fa Cultura” della Regione Lazio, che ci vedrà “promotori” di una creatività ispirata al ricco e straordinario patrimonio storico-artistico della città di Priverno (sempre nell’area pontina), della sua area archeologica e dei suoi Musei e che vedrà protagoniste le nostre creazioni anche in una mostra presso l’Infermeria di Fossanova. Ma di questo ne parleremo in un’atra occasione!

Cosa ti auguri per il futuro?

Di poter sviluppare il nostro lavoro, la nostra creatività applicata al bello della nostra Terra, mantenendo una visione sostenibile ed in perfetta sinergia con l’ambiente. Poter trasmettere tutto ciò anche in ambito internazionale, perché #AmolamiaTerra è un sentimento senza confini.

Leggi anche

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta