Bonus Verde 2021, il beneficio per spazi verdi nuovi e innovativi

La legge di bilancio 2021 conferma la previsione del Bonus Verde anche per l'anno in corso. Una misura da lodare nell’ottica di rinnovamento degli spazi verdi privati o condominiali. Attenzione però alle modalità e a ciò che è coperto e ciò che non lo è

0

La manovra di bilancio 2021, approvata da entrambi i rami del Parlamento per un totale di 40 miliardi di euro, si distingue certamente per la grande presenza di bonus che tendono ad agevolare i consumi e sostenere la spesa degli italiani in un momento certamente difficile per le economie di ognuno.

Andando a spulciare tra i benefici presenti, notiamo con favore la proroga del cosiddetto Bonus Verde. Si tratta, come noto, del beneficio, già introdotto nel 2018, che vuole sostenere le spese per ristrutturare e sistemare gli spazi verdi delle abitazioni private, potendo in ogni caso essere applicato anche ad interventi effettuati sulle parti comuni dei condomini.

Bonus Verde 2021, il beneficio per spazi verdi nuovi e innovativi
Foto di Barry D da Pixabay

Il beneficio, confermato dalla ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova,  prevede una detrazione fiscale pari al 36% dell’ammontare della spesa sostenuta. A differenza però degli altri bonus previsti in materia edilizia ed in particolare per lavori sull’abitazione, il beneficio si potrà godere solo in 10 quote annuali, senza la possibilità quindi di uno sconto in fattura o cessione del credito. Un ulteriore limite riguarda la spesa massima che deve essere di 5.000 euro per ciascuna abitazione e dunque con una detrazione relativa di 1800 euro.

Ovviamente, al fine di favorire la trasparenza delle operazioni, per poter fruire del Bonus Verde il pagamento della spesa va effettuato con strumenti tracciabili quali bonifico bancario, assegno, carta di credito eccetera.

Bonus Verde, cosa è possibile fare

I termini e le modalità per poter fruire del bonus fissano dei paletti che vanno rispettati. Tutto ciò è stato definito dalla Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 19/E del 2020. Ciò a cui bisogna fare attenzione e che le opere non si possono limitare ad interventi minimi o di contorno, ma devono riguardare l’intero giardino o l’area interessata e sostanziandosi in: sistemazione a verde ex novo e radicale rinnovamento dell’esistente.

Quindi nulla da fare per chi vuole limitarsi all’acquisto di piante o di altri materiali, deve trattarsi di un intervento di sistemazione a verde nel suo complesso, comprensivo delle opere necessarie alla sua realizzazione. Ad esempio la previsione e realizzazione di fioriere o ancora l’allestimento a verde di balconi e terrazzi è agevolabile solo se permanente, con un intervento innovativo.Bonus Verde 2021, il beneficio per spazi verdi nuovi e innovativi

Riassumendo gli interventi coperti dal bonus riguarderanno: sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Tra gli oneri ammessi rientrano anche quelli relativi alla progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi in questione.

Bonus Verde, cosa non copre

Non saranno coperte dal bonus verde per il 2021 tutte quelle spese che riguardano la manutenzione ordinaria dei giardini preesistenti e di conseguenza non connesse ad un intervento innovativo o modificativo del verde esistente. Ad esempio saranno escluse le spese relative alla potatura periodica fatta al giardino di casa; le spese necessarie per l’irrigazione riferite ad un impianto già esistente, così come tutti i lavori fatti in economia nello spirito del “fai da te”.

Non va, infine, esclusa, la possibilità di rivolgersi a fornitori diversi per l’acquisto di alberi, fiori, piante, arbusti o cespugli, per la realizzazione dell’intervento finale. Ciò che però deve rimanere ben chiaro è che l’intervento di riqualificazione dell’area verde sia complessivo e ricomprenda anche le prestazioni necessarie alla sua realizzazione.

 

Leggi anche:

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta