martedì, Dicembre 7, 2021
11.5 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroTurismo SostenibileBooking.com, l'innovativo programma Viaggi Sostenibili, certificazione green

Booking.com, l’innovativo programma Viaggi Sostenibili, certificazione green

Il Badge per i Viaggi Sostenibili, un’iniziativa di sostenibilità a livello globale, che fornirà ai viaggiatori, interessati a fare scelte di viaggio green, tutte le informazioni necessarie e richieste

Booking.com ha lanciato il Badge per i Viaggi sostenibili introducendo la certificazione del mondo dei soggiorni green, aiutando i viaggiatori di tutto il mondo a trovare informazioni credibili sulla sostenibilità 

Booking.com, una delle principali piattaforme di viaggio digitali al mondo, ha annunciato il lancio del Badge per i Viaggi Sostenibili, un’iniziativa di sostenibilità a livello globale, che fornirà ai viaggiatori, interessati a fare scelte di viaggio green, tutte le informazioni necessarie e richieste. Il badge è disponibile per tutti i tipi di strutture ricettive che abbiano implementato una serie di pratiche sostenibili che raggiungano la soglia d’impatto richiesta per la loro destinazione. 

Si tratta di un’iniziativa unica nel suo genere nel settore turistico, che ha come obiettivo quello di riuscire ad estendersi a sempre più strutture in tutto il mondo, così da garantire un soggiorno sostenibile ai viaggiatori, qualunque sia la meta del viaggio. 

La missione di Booking.com 

Booking.com, insieme alla Travalyst Coalition di cui è partner fondatore, tenta di rendere il Badge una misura universale e trasparente per dare informazioni sulle strutture sostenibili. Questa prima versione del Badge, in quanto tale, sfrutta una serie di attributi convalidati proprio dal Travalyst Independent Advisory Group. 

Il Badge per i Viaggi Sostenibili di Booking.com evidenzia tutte quelle pratiche sostenibili rilevanti adottate da una grande varietà di strutture, nonché il loro grande impatto potenziale, che si tratti di un appartamento ad Amsterdam, di un soggiorno in famiglia in India o di un resort della Gold Coast in Australia. 

Le cinque aree chiave

Basandosi sugli standard per gli alloggi sostenibili già in vigore, Booking.com ha collaborato con esperti del settore per identificare una serie di pratiche di maggior impatto che le strutture possono implementare in cinque aree chiave: rifiuti, energia e gas serra, acqua, sostegno alle comunità locali e tutela della natura. 

Questo framework è attualmente suddiviso in 32 misure o pratiche di sostenibilità specifiche, che le strutture possono implementare, e che spaziano dall’eliminazione degli articoli da bagno in plastica monouso all’utilizzo di lampadine a LED, passando per l’uso di fonti di energia rinnovabile al 100% o all’investimento di una percentuale dei profitti nella comunità locale e in progetti di conservazione.

Per raggiungere questo obiettivo, Booking.com ha collaborato con Sustainalize con lo scopo di sviluppare una metodologia adatta a valutare il peso di ogni pratica. Il modello creato è utile per identificare i partner che attuano sforzi significativi a favore della sostenibilità. Il calcolo considera anche la posizione della struttura e tiene conto delle sue dimensioni, migliorando l’accuratezza e l’applicabilità del modello tra la grande varietà di partner di Booking.com. 

Tutti questi calcoli vanno a sommarsi al peso di ogni pratica e alla considerazione di fattori locali per creare un punteggio complessivo per le pratiche di sostenibilità della struttura. Sebbene l’obiettivo fosse creare un modello universale, operare in modo sostenibile può avere significati diversi in mercati diversi. 

L’attestato green, come viene ottenuto

Nella sezione aggiornata della Guida all’Ospitalità Sostenibile presente sul Partner Hub di Booking.com sono riportate informazioni dettagliate su come le singole strutture in tutto il mondo hanno ottenuto il badge.

Di fatto, si può affermare che le strutture che raggiungono la soglia d’impatto richiesta ottengono la prima versione del Badge per i Viaggi Sostenibili, comprese quelle con un’ampia gamma di certificazioni e riconoscimenti esistenti, come quelle ufficialmente approvate da Global Sustainable Tourism Council (GSTC), Green Tourism e Ecolabel UE. 

L’impianto e la metodologia di misurazione applicata sono stati ufficialmente sviluppati all’interno della coalizione Travalyst e approvati dal Travalyst Independent Advisory Group, e continuano a essere sviluppati con ulteriori consultazioni e consigli del Global Sustainable Tourism Council (GSTC). 

Marianne Gybels, Director of Sustainability di Booking.com

Costruire un settore dei viaggi veramente sostenibile richiede tempo, coordinamento e sforzi congiunti, ma il progresso è possibile attraverso l’innovazione continua, il supporto dei partner e la collaborazione del settore. Con il badge e il programma Viaggi Sostenibili, riconosciamo l’impegno per la sostenibilità di una gamma più ampia di strutture a livello mondiale, in un modo credibile e trasparente per i consumatori.

Continua: “Oltre a incoraggiare le strutture a fare del loro meglio per ottenere il Badge per i Viaggi Sostenibili, pensiamo che sia importante dimostrare che esistono varie posizioni sulla sostenibilità e che è utile mostrare il numero crescente di strutture che si trovano nelle varie fasi del loro percorso verso la sostenibilità. Mostrare le pratiche applicate da queste strutture rende più facile per tutti fare una scelta più informata e, si spera, più sostenibile per i prossimi viaggi, indipendentemente da quale sia la meta. In questo modo infine, vogliamo ispirare maggiormente i nostri partner a fare il passo successivo per operare in modo più sostenibile”. 

Accelerare il percorso verso la sostenibilità

Secondo un nuovo studio appena pubblicato da EY Parthenon e Booking.com, il settore dell’ospitalità produce 264 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 equivalente all’anno, il 10% delle emissioni totali annue dell’intero settore turistico.

Tuttavia, il settore ricettivo ha anche l’opportunità di guidare il cambiamento per rendere i viaggi e il turismo più sostenibili. Sebbene siano necessari investimenti significativi (768 miliardi di euro) per raggiungere l’obiettivo net zero entro il 2050, i risultati della ricerca evidenziano che molte strutture hanno già implementato una serie di misure per ridurre le emissioni di CO2. Con livelli di adozione delle tecnologie e delle pratiche più efficienti a disposizione che variano tra il 30% e il 70%, è chiaro che esistono significative opportunità di miglioramento. 

Inoltre, considerando il fatto che l’81% dei viaggiatori globali dichiara di voler soggiornare in un alloggio sostenibile nel prossimo anno e con oltre 28 milioni di annunci su Booking.com, l’azienda vede un’enorme opportunità per mostrare ancora di più le iniziative di grande impatto intraprese dalle strutture partner, per creare esperienze più sostenibili e rendere più facile per i viaggiatori trovare opzioni di soggiorno sostenibili.

Per questo, il Badge per i Viaggi Sostenibili è anche una risposta concreta agli oltre due terzi dei viaggiatori (67%) che si aspettano che il settore offra opzioni più green. E mentre tre quarti delle persone (73%) indicano che sarebbero più propense a scegliere un alloggio specifico, se sapessero che sta implementando pratiche sostenibili, il Badge e il programma Viaggi Sostenibili aiutano a premiare e incoraggiare ulteriormente tutti i fornitori di alloggi a compiere i passi successivi nel proprio percorso verso la sostenibilità, andando ad aumentare di conseguenza il numero complessivo di alloggi sostenibili disponibili. 

La prima fase di lancio del Badge

Durante la prima fase di lancio, il Badge per i Viaggi Sostenibili sarà inizialmente visibile insieme a una panoramica delle misure per la sostenibilità applicate dalle singole strutture. Queste informazioni saranno disponibili per i viaggiatori sulle pagine delle strutture stesse attraverso l’app e il sito di Booking.com a livello globale. 

Inoltre, con gli ulteriori sviluppi dell’iniziativa, nelle prossime settimane il Badge per i Viaggi Sostenibili inizierà a comparire anche nei risultati di ricerca, insieme al filtro “Viaggi Sostenibili”, per aiutare i viaggiatori a identificare le opzioni più sostenibili sin dalle prime fasi della loro ricerca su Booking.com.

Di fatto, l’elenco delle pratiche sostenibili misurabili continuerà ad evolversi e ampliarsi nei prossimi mesi, diventando sempre più rilevante a livello locale in termini di misurazione. Il tutto mantenendo necessariamente un livello di coerenza globale. 

Con l’aggiunta di ulteriori pratiche nel tempo, Booking.com punta ad allineare questa iniziativa di sostenibilità con gli altri marchi di Booking Holdings, nonché con gli altri partner di Travalyst, per garantire la coerenza su più piattaforme e una maggiore scelta di opzioni sostenibili per i consumatori. Infine, continuerà a condividere indicazioni, approfondimenti e best practice con le strutture partner tramite varie opportunità educative, incluse guide e contenuti dedicati sul suo Partner Hub.

Per ulteriori informazioni su Booking.com e sulla sostenibilità, visita sustainability.booking.com.

Leggi anche

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
- Advertisment -spot_img
spot_img

I PIù LETTI