sabato, Maggio 18, 2024

Rome 15°C

Campania, Fdi risponde a De Luca con un opuscolo. Donzelli: “Da lui follie”

(Adnkronos) –
Fratelli d'Italia va all'attacco di Vincenzo De Luca. Dopo le aspre polemiche contro il governo innescate dal presidente della regione Campania, il partito di Giorgia Meloni sceglie di replicare con una campagna informativa per mettere in evidenza "tutti i numeri dell'inefficienza" di De Luca, bollato come il "governatore delle balle" e "fannullone" in un opuscolo distribuito da Fdi a margine di una conferenza stampa alla Camera che ha visto la partecipazione del capogruppo Tommaso Foti, del responsabile organizzazione Giovanni Donzelli e dei parlamentari campani Michele Schiano e Marco Cerreto.  Da una parte, nel depliant, "il governo del fare" che ha stanziato "136 miliardi per il fondo sanitario nazionale, l'investimento più alto sino ad oggi" e "3 miliardi nel 2023 per l'abbattimento delle liste d'attesa"; dall'altra De Luca "uomo solo al comando" a cui Fdi imputa la responsabilità degli "sprechi" nella sanità: "prestazioni mai rese pari ad oltre 40 milioni di euro, 5 pronto soccorso chiusi" e "la vergogna delle liste d'attesa – spesi meno del 50% delle risorse previste dal governo". Il presidente dem finisce nel mirino dei meloniani anche per la gestione delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione: "la Campania – si legge ancora nell'opuscolo – ha speso solo 3,5 su 9,3 miliardi della programmazione 2014-2020 (pari al 37%)". Un altro paragrafo è dedicato a "come sono spesi i soldi per la Campania": l'esecutivo di Giorgia Meloni, ricorda Fdi, ha stanziato col decreto Caivano "30 milioni di euro in centri sportivi e asili", mentre De Luca finisce sotto accusa per la "sagra dello scazzatiello, la festa del caciocavallo, i 400mila euro per le 'Sciantose'" e soprattutto per le "campagne pubblicitarie pagate con i soldi dei cittadini". "La nostra è una campagna per rispondere alle follie raccontate da De Luca in modo simpatico, ma irresponsabile e anche volgare. La Campania merita di essere rappresentata in modo più adeguato, serio e concreto. Quando si perdono 5,8 miliardi del Fondo di sviluppo, in qualsiasi regione sarebbe un dramma. In Campania è un crimine, perché è una regione dove manca lavoro e dove ci sono persone che vivono difficoltà quotidiane". Così Giovanni Donzelli, intervenendo alla Camera nel corso della conferenza stampa . "Si attacca il governo Meloni perché toglie il reddito di cittadinanza, ma con quei 5,8 miliardi si potevano creare posti di lavoro. La responsabilità è di chi non è stato capace di spendere quei fondi. I soldi non si possono spendere per la sagra dello 'scazzatiello' o del caciocavallo. Troppo semplice – ha rimarcato Donzelli – dare le colpe agli altri: inchioderemo ai fatti concreti un modo di gestire il territorio irresponsabile".   —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter