martedì, Ottobre 19, 2021
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteAnimaliCetrioli di mare, cosa succede in India e Sri Lanka?

Cetrioli di mare, cosa succede in India e Sri Lanka?

In aumento il bracconaggio e il contrabbando di cetrioli di mare nello Sri Lanka e India. Questo è quanto riportato nell’articolo del dottor Teale Phelps Bondaroff, direttore di Research of OceansAsia, pubblicato nell’ultimo numero del Beche-de-Mer Information Bulletin che analizza 120 episodi di criminalità legata ai cetrioli di mare

Nel Golfo di Mannar e Palk Bay, tra l’India e lo Sri Lanka, si pratica un’importante pesca lecita e illecita di questi animali. In entrambi i paesi il contrabbando e il bracconaggio sono particolarmente diffusi a causa delle differenze nelle leggi applicate. In India, dal 2001 esiste un divieto assoluto di tutta la pesca dei cetrioli di mare e i cetrioli di mare sono elencati nell’Allegato I dell’Indian Wildlife (Protection) Act del 1972.

In Sri Lanka, al contrario, la raccolta dei cetrioli di mare è consentita, soltanto se si è in possesso delle licenze per pesca, immersioni ed esportazione. Di conseguenza si viene a creare una situazione in cui i criminali tentano di contrabbandare i cetrioli di mare catturati illegalmente in India nello Sri Lanka per riciclarli e riesportarli nei mercati del sud-est asiatico, dove vengono venduti per il cibo e la medicina tradizionale cinese (MTC).

Essendo il cetriolo di mare un prodotto alimentare di lusso utilizzato nella MTC, il suo prezzo è in aumento. Alcune specie, come il pesce sabbia (Holothuria scabra), possono essere vendute fino a 1.800 dollari / kg e il pesce siluro (H. fuscogilva) che viene venduto a 401 dollari / kg.

“I cetrioli di mare sono stati definiti i lombrichi del mare a causa dell’importante ruolo che svolgono negli ecosistemi marini. Il contrabbando dei cetrioli di mare non solo minaccia le specie e gli ecosistemi, ma mina il buon governo e ruba ai pescatori e ai governi legali “, afferma il dott. Phelps Bondaroff.

Sea Cucumbers drying on the street in Hong Kong

Cetrioli di mare, le evidenze dello studio

Analizzando i 120 episodi di bracconaggio e contrabbando, lo studio ha identificato quanto segue:

Ci sono stati 502 arresti, con una media di quattro arresti per episodi, e con un marcato aumento degli epidosi negli ultimi due anni.

Sono state sequestrate oltre 64,7 tonnellate (104.531 singoli animali), per un valore stimato di 2,84 milioni di dollari (₹ 20,7 crore (INR) o Rs 528,3 miliardi (LKR)).

Oltre a sequestrare questi animali vivi, morti e lavorati, le autorità indiane e dello Sri Lanka hanno sequestrato anche 105 navi, sette veicoli e una notevole quantità di attrezzatura da pesca e da sub.

Attraverso la mappatura degli episodi di bracconaggio, lo studio identifica la regione del Golfo di Mannar / Palk Bay come un hotspot globale per la gestione dei cetrioli di mare.

“Quando il bracconaggio viene mappato, rivela chiaramente le rotte del contrabbando che collegano l’India allo Sri Lanka, dove i cetrioli di mare catturati illegalmente vengono introdotti di nascosto nello Sri Lanka in modo che possano essere riciclati e quindi riesportati nei mercati del sud-est asiatico”, afferma il dott. Teale Phelps Bondaroff, autore dello studio.

“Il contrabbando dei cetrioli di mare è una forma di criminalità organizzata transnazionale e sono lieto di vedere che le autorità indiane e dello Sri Lanka la trattano sempre più come tale”, afferma il dott. Phelps Bondaroff. “Ad esempio, in India, un certo numero di casi è stato deferito al Central Bureau of Investigation, un’agenzia la cui giurisdizione copre la legge applicabile dal governo indiano, la criminalità organizzata multi-statale, multi-agency e casi internazionali”.

La cooperazione è fondamentale per combattere efficacemente la criminalità organizzata transnazionale ed è necessario un maggiore coordinamento e cooperazione tra le autorità dell’India e dello Sri Lanka”, afferma Gary Stokes, Direttore delle operazioni per OceansAsia.

“Qui a Hong Kong, vediamo spedizioni giornaliere di cetrioli di mare e altri prodotti ittici essiccati da tutto il mondo, l’entità è enorme”, afferma Stokes. “Sebbene gran parte dell’attenzione si sia concentrata su specie carismatiche come squali, cetrioli di mare e altre specie meno iconiche passano in gran parte inosservate, tuttavia la loro protezione è fondamentale per la salute degli ecosistemi marini“.

Leggi anche :

Foto: Oceans Asia

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani in contatto

4,184FansLike
1,641FollowersFollow
6FollowersFollow
513FollowersFollow
spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI