Creatività ECO in nome dell’ambiente

ECO in... Sostenibile leggerezza è il nome dell'evento in programma domani dalle ore 17.30 sino alle 21.30 presso l'Accademia L’Oréal di piazza Mignanelli

0

Creatività, innovazione e moda nel rispetto dell’ambiente. ECO in… Sostenibile leggerezza è il nome dell’evento in programma domani dalle ore 17.30 sino alle 21.30 presso l’Accademia L’Oréal di Piazza Mignanelli 23 a Roma.

ECO intende proporre, attraverso la moda, la tecnologia e il design di questo appuntamento, uno stile di vita “green” che metta al centro l’ambiente anche nel modo di esprimersi, di arredare e di vestire. Fashion, bellezza, creatività e innovazione sostenibile sono i motivi principali della serata il cui percorso si snoderà attraverso le fascinose sale dello storico ed elegante palazzo nei pressi di Piazza di Spagna.

Ospite d’onore della serata sarà Tiziano Guardini, giovane e talentuoso fashion designer che ama la natura e la moda, due mondi apparentemente antitetici che possono, anzi devono, coesistere ed armonizzarsi creando valore. Tiziano Guardini è stato più volte definito dalla stampa internazionale, NY Times, Vogue, Interview e il Corriere della Sera, lo “stilista della natura”. Grazie alla sua creatività “etica”, ha saputo trasformare la visione della moda sostenibile, da povera e privativa a ricca e di tendenza.

Per il designer, la sostenibilità non è altro che un modo di esprimersi per conferire ancora più forza alla creatività, all’innovazione e alla sperimentazione stessa. Durante l’evento saranno esposti alcuni capi ecosostenibili tratti dalla collezione “Three Days to Butterfly”, in una installazione lineare ed elegante, indossati dai raffinati manichini della storica ditta Arte Vetrina Roma.

Creatività sostenibile negli accessori di moda

La creatività sostenibile è protagonista anche nei dettagli degli accessori, con il giovane brand OOD Ligneah che ha trovato il modo di trasformare il legno in un morbido tessuto. Ligneah® esporrà la collezione di pochette Ivy Gold, creata in esclusiva per ItalianAffair, caratterizzata dalla presenza di una singola striscia in foglia d’oro 24K applicata manualmente da maestri artigiani italiani.

Troviamo anche la shopper Atlantea definita la “It Bag della moda sostenibile”, basata sul leit motiv del legno. E ancora i bracciali OOD Uomo e Donna e alcuni accessori realizzati con i materiali residui del taglio dei modelli della collezione, recuperando così ogni singolo surplus, nell’ottica di una produzione sostenibile.

Sempre in tema di accessori, ECO ospiterà il brand Dà Quy, che utilizza solo materiali naturali, eco-friendly e animal free, per realizzare calzature interamente green. In mostra ad ECO alcuni capi della collezione SS 2018 Natural Style.

Il racconto della bellezza in forma “nature” è affidata a L’Oréal, con il brand Decléor. Gli esperti faranno conoscere ai partecipanti i “flash treatment”, ovvero i trattamenti veloci di detersione e cura del viso grazie alle peculiarità dell’aromaterapia.

La tecnologia e il design

Oltre alla moda e alla bellezza, ECO propone una selezione di aziende innovative tecnologiche e di design che metteranno in scena creatività e innovazione sostenibile esponendo i propri prodotti. Clairy, una startup che rappresenta il primo produttore di depuratori d’aria creati abbinando natura, tecnologia e design.

I prodotti Clairy,  vasi dal design curioso e ricercato, monitorano e migliorano la qualità dell’aria degli ambienti interni, depurandoli.

Poi troverem Moss Roma di Abito Verde, azienda specializzata nella realizzazione di pareti e quadri verdi in muschio stabilizzato, completamente naturali, per chi vuole dare un tocco di eleganza “green” a casa o in ufficio.

Creatività ECO in nome dell'ambiente

Non mancheranno tecnologia e design per l’ambiente. Con Protoart vedremo un laboratorio specializzato in prototipazione e stampa 3D che permette di ridurre il margine di errore di progettazione del 90%. In esposizione, alcuni oggetti di design realizzati con la tecnologia cad 3D Solidworks 2017 per scansionare oggetti  come tronchi e rami di alberi e progettare e realizzare componenti di arredo.

Food & Music

L’evento è arricchito da un cocktail in cui il food è protagonista e “portatore” di sostenibilità grazie alla presenza di Spoon Food®, una innovativa base alimentare a forma di cucchiaino, brevettata nelle forme e nei processi. Il prodotto è totalmente ecosostenibile. Viene consumato dopo essere stato adeguatamente farcito, eliminando ogni spreco, limitando al minimo gli scarti, eliminando totalmente l’uso della plastica usa e getta.

Creatività ECO in nome dell'ambiente

Parallelamente, Casale del Giglio, azienda che dal 1967 ha investito in modo fruttuoso in ricerca e sviluppo nel territorio dell’Agro Pontino, sarà protagonista della degustazione di alcune delle loro migliori etichette quali: Viognier 2016, Petit Manseng 2017, Antinoo 2016, Albiola 2017, Petit Verdot 2016 e Tempranijo 2016.

In tema sostenibile anche la selezione musicale, affidata a Nicola Guida, uno dei più brillanti nuovi jazzisti italiani con il suo ensemble formato da Francesco Fratini, Edmondo Cicchetti, Charles Burchell.

L’evento, realizzato in occasione del Corso di EventMangent dello IED di Roma, ha visto la partecipazione di molti partner, che hanno contribuito, con le loro competenze e i loro prodotti a realizzare l’evento.

Lascia una risposta