Ester e la sua petizione in rete per un corso di Zoologia

Le professioni di zoologo ed etologo in Italia non sono regolamentate. Non hanno ancora un percorso accademico definito e non esiste il relativo ordine professionale. Ester Cuffaro, 29enne di Arona, ha lanciato in rete una petizione per istituire un corso di Zoologia

0

Ester Cuffaro, 29enne di Arona, sta portando avanti un progetto-petizione online dove chiede l’istituzione di un  Corso di Studi di tre anni in Zoologia con possibilità di accedere ad una Laurea Magistrale in Etologia e il riconoscimento con Decreto Ministeriale dell’ordine professionale di Zoologo ed Etologo.

Ester ha fatto diversi viaggi di volontariato in ambito sociale e ambientale. Nel 2012 decide di approfondire la sua passione per gli animali con un corso in Etologia Relazionale e nell’estate del 2014 lavora ad un progetto Wwf per la salvaguardia delle tartarughe marine, in Sicilia.

A dicembre dello stesso anno si trasferisce a Gaziantep, nel sud-est della Turchia, per lavorare ad un progetto ambientale. Una volta tornata in Italia, lavora come mediatrice culturale presso un Centro Accoglienza per Richiedenti Asilo.

Nel 2016 ha svolto il Servizio Civile presso il Centro Recupero di Animali Selvatici di Bernezzo, in provincia di Cuneo. Con  la Lipu, al fianco di scienziati professionisti ha collaborato ad un progetto , sempre presso un CRAS e attualmente approfondisce i suoi studi come Tecnico Veterinario.

2018  – Giovane di tortora dal collare recuperata e successivamente liberata, presso il Centro di Recupero “La Fagiana” di Magenta

Perchè una petizione su un corso di zoologia?

La zoologia è lo studio del mondo animale. Lo zoologo studia la genetica, l’anatomia e la fisiologia, ricostruisce la storia e l’evoluzione delle varie specie animali, studia le loro abitudini e i comportamenti (in natura o cattività). Organizza i risultati in classificazioni sistematiche e comparative, permettendo la continua conoscenza scientifica finalizzata alla tutela e gestione, al monitoraggio e alla conservazione delle specie e degli ecosistemi che le ospitano.

La professione di Zoologo, in Italia, però non è regolamentata a livello legislativo e a mio parere non vanta la giusta considerazione professionale che merita.

La University of Hull è un’università pubblica di ricerca in Inghilterra e promuove un Corso di studi in Zoologia di tre anni con la seguente frase: “Esplora tutti gli aspetti della vita animale, dal mondo subcellulare agli ecosistemi, in un corso designato per gli scienziati del 21esimo secolo.”

Come sta andando?

La proposta è stata presentata sotto forma di petizione per una semplice valenza legale e formale.
E per mostrare il numero cospicuo di studenti e genitori interessati ad avere anche in Italia un Corso di Studi in Zoologia. Dal 2016 ad oggi sono state raccolte più di 101.000 firme.

Le Scienze Zoologiche hanno tutti i requisiti per poter vantare un percorso di studi autonomo come succede in molti altri Stati ormai da decenni. Moltissimi studenti aspiranti zoologi ed etologi ammettono di ripiegare su altri percorsi accademici (scienze naturali, zootecniche o biologiche) per la mancanza di un Corso di studi più specifico ed improntato sullo studio dell’animale ai fini della ricerca.

L’unico corso di Laurea Magistrale in Italia per prepararsi a studiare il comportamento degli animali è quello proposto dall‘Università degli studi di Torino, “Evoluzione del Comportamento Animale e dell’Uomo”, oltre ad alcuni Master.

Come corso triennale, se ci si vuole avvicinare al mondo animale, bisogna frequentare Scienze Naturali, Scienze Biologiche o Scienze Zootecniche e Tecnologie delle Produzioni Animali (finalizzato alla formazione di figure in grado di rispondere alle esigenze delle imprese zootecniche ed agro-zootecniche).

Come ho scritto nella petizione, la proposta non vuole essere una critica ma un arricchimento dell’offerta formativa. Se iniziamo a riconoscere un percorso di studi, faremo il primo investimento per creare nuove possibilità lavorative nella ricerca, nell’insegnamento, nella consulenza e gestione, nella prevenzione, nella tutela e nella conservazione, in Italia e all’estero.

Sono estremamente convinta che sarebbe una svolta anche a livello culturale. Per avere rispetto dell’ambiente bisogna conoscerlo davvero. La Zoologia fa quello, conosce le specie di animali che popolano il pianeta e lo stretto collegamento che la loro sopravvivenza ha con l’ambiente e il clima. In questo modo cresce la responsabilità verso il pianeta stesso.

2017 – Piccolo di capriolo allevato durante l’anno di servizio civile presso il Centro Recupero Animali Selvatici di Bernezzo (CN)

Hai contattato la Direzione generale per lo studente al MIUR e un consigliere del CUN (Consiglio Universitario Nazionale) con quali risultati?

Dopo alcune incomprensioni a livello organizzativo e gestionale, hanno valutato la proposta dicendomi che se un Ateneo presenta un corso ben strutturato si può fare. Gli ostacoli principali sono principalmente a livello burocratico. Ogni Classe di Laurea comprende diversi Corsi di Studio (CdS) al cui interno troviamo molti insegnamenti appartenenti a settori scientifico disciplinari (SSD) diversi.

Zoologia al momento è un SSD, quindi bisogna organizzare al meglio un piano di studi per poterlo rendere un CdS vero e proprio.  Molti professori universitari mi hanno consigliato di proporre una Laurea magistrale (LM), più facile da organizzare rispetto ad una triennale.

Tenendo conto che in molte università americane e australiane,  i bachelor’s degree in zoologia vanno dai 3 ai 5 anni, mi auguro che l’Italia abbia lo stesso interesse nell’investire sulla conservazione del patrimonio faunistico-ambientale. Attualmente sto raccogliendo opinioni e consigli da alcuni professori, per scrivere un piano di studi adeguato al sistema universitario italiano.

Parliamo molto di ambiente e poco di animali. Ester Cuffaro, con la sua petizione, vuole fare un passo avanti verso l’evoluzione della Ricerca Scientifica e la consapevolezza del mondo animale. Ricordando i preziosi sviluppi scientifici iniziati da Aristotele, Leonardo da Vinci, C. Gesner , C.R. Darwin, A.R. Wallace, K. Lorenz. Senza dimenticare il pensiero contro lo sfruttamento incontrollato del mondo animale che predicavano Pitagora, Platone, Socrate, N. Tesla, A. Einstein e molti altri.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta