Italia Non Profit: la piattaforma digitale per il Terzo settore

Un vero e proprio punto di riferimento per il Terzo Settore in cui trovare informazioni, spunti e ispirazioni: ecco Italia Non Profit, un archivio digitale di cui ci parla Mara Moioli, direttore operativo e cofounder

0

Non solo una piattaforma digitale ma anche un archivio digitale gratuito e dinamico dove trovare informazioni dettagliate e qualificate sugli enti non profit, su tutti gli aspetti del ciclo di vita delle organizzazioni legate al Terzo Settore. Spiega a GPNews Mara Moioli, COO e Cofounder: “Italianonprofit.it è anche la più grande community del Terzo Settore e il luogo in cui i cittadini, i donatori, le aziende e gli attori della filantropia strategica possono scegliere, confrontare, approfondire e sostenere il non profit trovando l’ente più vicino alle proprie esigenze. Sulla piattaforma ad oggi sono mappate più di 150mila enti non profit e interagiscono quotidianamente operatori del settore e cittadini”.

Italia Non Profit: la piattaforma digitale per il Terzo settore
Mara Moioli

Quando è nata Italia Non Profit? 

“Presentata a gennaio 2017, Italia non profit è una startup innovativa a vocazione sociale – e Società Benefit – che ha l’obiettivo di ridurre le asimmetrie informative esistenti tra gli enti non profit e i donatori sostenendo lo sviluppo e la diffusione della cultura del dono e della donazione consapevole in Italia: in altre parole, per permettere a chiunque di incontrare il non profit, comprenderne il ruolo, riconoscerlo, sostenerlo”.

E perché?

 “Al fine di far emergere l’importante ruolo del non profit. Gli enti che compongono il Terzo Settore si occupano dei bisogni sociali e del benessere delle persone, si prendono cura dell’ambiente e del patrimonio artistico, si impegnano nella ricerca scientifica e tecnologica, generano modelli di intervento che rispondono alle necessità della società. Si tratta di quelle organizzazioni che gestiscono il canile vicino casa, che creano progetti di integrazione per i rifugiati, che restaurano la statua del patrono, che organizzano l’alzheimer cafè del quartiere, che sostengono i ricercatori che studiano le malattie rare e molto altro. La piattaforma è uno strumento semplice e accessibile a chiunque per trovare, conoscere, scegliere, entrare in contatto con questi attori così importanti per la società”.

Nel vostro sito si legge tra l’altro “ci adoperiamo per costruire un luogo neutro che premia la buona volontà”: che vuol dire?

“Operiamo nella convinzione che fornire letture indipendenti e dare la possibilità di confrontare le differenze e le peculiarità delle organizzazioni permetta alle persone di orientarsi e di avvicinarsi al non profit, riconoscendo il ruolo degli enti che animano il proprio sistema di interessi e di bisogni. Come? Attraverso i profili degli enti, che sono strutturati tutti allo stesso modo, per dare la possibilità: alle persone di conoscere le informazioni e i dati più importanti delle organizzazioni non profit seguendo il proprio interesse, filtrando e selezionando per ciò che gli sta più a cuore; e agli enti di farsi conoscere restituendo attraverso pagine e schede altamente comunicative il proprio operato, indipendentemente dalla propria capacità economica e comunicativa.

Condividere le informazioni, farsi conoscere, rendere accessibili a chiunque anche i dati che più raccontano il funzionamento interno delle organizzazioni significa mettersi in contatto, in apertura e a disposizione del cittadino e del donatore: il dato per il dato non è funzionale – né sufficiente – a far comprendere l’operato degli enti”.

Italia Non Profit: la piattaforma digitale per il Terzo settore

Il Non Profit: realizzare progetti con al centro le persone

Cosa è la filantropia istituzionale? 

“L’ecosistema filantropico rappresenta al tempo stesso motore e strumento nell’innovazione del paese, nella generazione di benessere della società, nella crescita del Terzo Settore e nella produzione di impatto socio/culturale. È composto da tutte quelle realtà (fondazioni, aziende, patrimonio privati e istituzionali) che concorrono a contribuire alla sostenibilità degli enti non profit e alla realizzazione di progetti, rappresentando un ingranaggio fondamentale nel Terzo Settore italiano.

Attraverso la mappatura dell’ecosistema filantropico presente sul nostro sito, abbiamo reso disponibile e accessibile a chiunque le notizie relative a questo ecosistema, sulle Fondazioni di Origine Bancaria, sulle Fondazioni di Comunità, sulle Fondazioni di Impresa e sulle Fondazioni di Famiglia. Si possono trovare sulla piattaforma singole schede dedicate alle fondazioni ma anche analisi di settore aggregate sull’orientamento degli investimenti filantropici”.

Chi siete voi di Italia Non Profit e come vi sostenete? 

“Il team di Italia non profit è composto da professionisti del digitale specializzati nel Terzo Settore. Le nostre competenze sono variegate (coding, design, terzo settore, new media, analisi e web data, finanza, impatto sociale, web) e sono al servizio del Settore per offrire servizi che tengano conto della trasformazione digitale e normativa che sta cambiando il contesto di organizzazioni e donatori: in questo senso, ci occupiamo di guidare l’azione filantropica verso il futuro. Offriamo servizi di analisi dedicati e soluzioni digitali integrate rivolte al donatore e alla filantropia. Ci occupiamo poi di ricerca e reportistica, in termini di analisi quantitative e qualitative relative al Terzo Settore; di progettazione di applicativi digitali connessi alle erogazioni e ai bandi in supporto alle fondazioni filantropiche e ai donatori istituzionali; di progetti digitali e contenuti speciali caratterizzati da un forte  approccio data-driven; di servizi di validazione e selezione delle organizzazioni non profit in supporto alle iniziative di CSR (Corporate Social Responsibility, la responsabilità sociale delle imprese, ndr) e di investimento sociale per i donatori istituzionali”.

Chi si può iscrivere a Italia Non Profit? 

“Tutti gli enti, i cittadini e gli operatori del Settore possono partecipare alla community di Italia non profit. Possono iscriversi alla piattaforma tutte le organizzazioni del Terzo Settore italiano (associazioni, fondazioni, comitati, cooperative sociali) e le persone, i donatori, i cittadini. La partecipazione è totalmente gratuita.  I donatori, i cittadini, gli operatori del Settore possono partecipare alla community in qualità di utenti: la registrazione permette loro di accedere a tutti i contenuti riservati e di entrare in contatto con tutte le organizzazioni registrate (il motore di ricerca è accessibile senza limitazioni).

Per gli enti, in particolare, i vantaggi connessi all’iscrizione, sono numerosi e sono connessi a: •visibilità: grazie alla scheda ente, le organizzazioni possono farsi conoscere dai visitatori della piattaforma personalizzando la propria pagina a seconda della profondità dei dati che condividono; inoltre, nei momenti più importanti per il Settore, ci occupiamo di promuovere campagne specifiche che mettono in evidenza le opportunità che gli enti offrono ai cittadini (come ad esempio l’aggregatore di regali solidali di Natale); •sostenibilità: è attiva la funzionalità bandi, che permette di tenere sotto controllo i bandi attivi a cui è possibile applicare attraverso la piattaforma; inoltre, è possibile consultare senza limitazioni il nostro database dedicato alla filantropia istituzionale ed entrare in contatto con gli enti erogatori; •orientamento e aggiornamento: oltre a ricevere le informazioni e gli aggiornamenti dal Settore, è possibile accedere a tutti i contenuti dedicati ai trend, alla normativa, alle ricerche di Settore (come la Guida alla Riforma del Terzo Settore, il Report 2018 su Terzo Settore e Trasformazione Digitale, il Glossario); • adempimenti: la piattaforma fornisce agli enti anche una serie di tool e indicazioni che permettono loro di adempiere agli obblighi di legge e di stare al passo con le scadenze e novità previste dalla Riforma del Terzo Settore; • apertura verso l’esterno: con la Scheda Ente, l’organizzazione attiva anche il Passaporto Digitale, uno strumento che permette agli enti di sfruttare la presenza digitale sulla piattaforma (partecipando ai bandi, ad esempio)”.

Italia Non Profit: la piattaforma digitale per il Terzo settore

Cosa è il passaporto digitale e a cosa serve?  

“Si tratta di uno strumento che permette agli enti iscritti alla piattaforma di sfruttare le opportunità di ricerca e di raccolta fondi attive. Rappresenta l’identità digitale delle organizzazioni che possono quindi utilizzare le informazioni di base e strutturali dell’ente per partecipare a bandi, survey, trovare nuovi partner, integrare i propri dati sulle piattaforme di crowdfunding. I benefici del Passaporto Digitale toccano tutti gli attori dell’ecosistema in diversi campi di applicazione: dal posizionamento sui motori di ricerca (per farsi trovare più facilmente da cittadini, beneficiari e donatori); alla standardizzazione di informazioni come richieste dalla Riforma del Terzo Settore; all’assolvimento di adempimenti amministrativi e burocratici; fino alla partecipazione ai bandi promossi dalle fondazioni. L’attivazione è totalmente gratuita e riservata agli enti che aderiscono alla piattaforma”.

Il Non Profit: il sogno di una società migliore

Italia Non Profit: la piattaforma digitale per il Terzo settore

Come spiegare il Non Profit a un bambino?

Mara risponde così: Incontri il non profit tutti i giorni: mentre vai a scuola e attraversi la strada perché c’è un signore anziano che ti aiuta, quando durante una lezione la maestra ti porta a visitare un museo, quando dopo la scuola vai a calcio o a danza, la sera quando torni a casa e dici alla mamma o al papà che vorresti prenderti cura di un cagnolino del canile. Il non profit è tutto questo: è fatto da tutte le persone che si impegnano per aiutare gli altri, o l’ambiente, o il patrimonio artistico, e che lo fanno in forme diverse: dallo sport all’arte, fino al sostegno diretto di chi ha bisogno di aiuto. Il non profit è quindi molto altro: è composto dai sogni di chi vuole costruire una società diversa, soprattutto per chi ha meno possibilità o per chi, senza una rete di altre persone, non riuscirebbe a sviluppare tutti i propri talenti. Il non profit si compone anche di tutte quelle realtà che vedono in questi sogni qualcosa di grande e che le aiutano con un sostegno (anche economico, le aziende ad esempio, o le fondazioni).

Foto by Pixabay

Caro lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta