martedì, Luglio 5, 2022
34.5 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteMobilitàL’oscar 2022 del cicloturismo italiano, un premio alle “vie verdi”

L’oscar 2022 del cicloturismo italiano, un premio alle “vie verdi”

Per partecipare alla settima edizione dell’Oscar del cicloturismo italiano, Italian Green Road Award, ogni regione può proporre fino a due vie verdi. Le candidature si chiudono il 15 maggio

A Milano, alla presenza del Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, ha preso il via la settima edizione del premio Italian Green Road Award, l’Oscar italiano del Cicloturismo 2022, aprendo le candidature per il riconoscimento che va alle ciclovie verdi delle regioni che promuovono la vacanza su due ruote e il turismo lento. Le premiazioni a Matera il prossimo mese di giugno

Si sono aperte ieri a Milano, presso la Borsa Internazionale del Turismo, le candidature per Italian Green Road Award 2022, settima edizione dell’Oscar italiano del Cicloturismo che viene assegnato alle “vie verdi” di quelle regioni italiane che si sono particolarmente distinte nell’attenzione al turismo “lento” e che hanno saputo valorizzare i percorsi ciclabili completandoli con servizi idonei allo sviluppo del turismo slow.

Foto concessa da ufficio stampa Italian Green Road Award 2022 – MOCOCÓ Montefusco Colla Comunicazione

Il cicloturismo, una realtà consolidata

Il cicloturismo in Italia è un successo destinato a continuare. Un’attività che colma il desiderio di spazi all’aria aperta, risponde alla crescente esigenza di adottare comportamenti sostenibili e contribuisce a conservare e valorizzare i territori.

I dati, spinti anche dagli incentivi e dalla necessità di distanziamento, lo confermano. ANCMA,  l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, stima per il 2021 un mercato attestato indicativamente sugli stessi volumi del 2020: oltre 2 milioni di bici vendute (+ 17% rispetto all’anno precedente con un’impennata del +44% per le e-bike).

Secondo Legambiente, al cicloturismo nel complesso sono riconducibili 55 milioni di pernottamenti l’anno sul territorio nazionale e i turisti che hanno scelto la bicicletta per le loro vacanze estive spendono complessivamente circa 4,6 miliardi di euro, pari al 5,6% dell’intera spesa turistica generata a livello nazionale. Una cifra che, secondo le stime dell’Ufficio studi di Banca Ifis, potrebbe arrivare fino a circa 20 miliardi di euro, quadruplicando di fatto il valore del turismo indotto dalle vacanze su due ruote.

A Matera la premiazione dell’Oscar del Cicloturismo 2022

L’edizione 2022 di Italian Green Road Award vede Banca Ifis in qualità di Partner ufficiale, Istituto per il Credito Sportivo e Legambiente quali sponsor e partner istituzionali, la partecipazione di Ferrovie dello Stato Italiane e gode del supporto della Regione Basilicata e della Città di Matera, che hanno accolto con entusiasmo l’idea di ospitare l’evento conclusivo dell’Italian Green Road Award 2022, convinti che il cicloturismo sempre più contribuisca, in modo sostenibile, ad attrarre visitatori e appassionati.

Anche quest’anno, infatti, la proclamazione dei vincitori si svolge in una delle regioni vincitrici dell’Oscar nell’anno precedente: nel 2021 la Regione Basilicata ha vinto la menzione speciale di Legambiente per la ciclovia Da Matera alle Dolomiti Lucane, un percorso che dalla Città dei Sassi, patrimonio UNESCO e Capitale Europea della cultura 2019, attraversa il parco della Murgia Materana e raggiunge le Piccole Dolomiti Lucane passando per il parco di Gallipoli Cognato.

Venerdì 3 giugno è la Giornata Mondiale della Bicicletta, un Bike Forum a celebrarla

Sarà dunque lo scenario unico di Matera a fare da sfondo a un evento che dal 2 al 4 giugno metterà al centro l’economia generata dal cicloturismo nel nostro Paese, dando visibilità al territorio e coinvolgendo abitanti e operatori.

Oscar 2021, Trento, Green Road dell’Acqua PONALE (Foto concessa da ufficio stampa Italian Green Road Award 2022 – MOCOCÓ Montefusco Colla Comunicazione)

In particolare, venerdì 3 giugno – Giornata mondiale della Bicicletta – si svolgerà a Palazzo Malvinni Malvezzi un Bike Forum che sottolineerà l’importanza del cicloturismo come risorsa per le regioni e i territori.

La giornata si aprirà con la presentazione dei dati del nuovo Rapporto Ecosistema della Bicicletta di Banca Ifis, quest’anno dedicato al cicloturismo.

Italian Green Road Award 2022: regole di partecipazione

Nei prossimi giorni, il comitato organizzativo di Italian Green Road Award invierà alle amministrazioni regionali  le domande di partecipazione – ogni regione o territorio può candidare fino a un massimo di due vie  verdi – e le candidature dovranno pervenire entro il 15 maggio.

Per “green road” si intende una strada riservata esclusivamente a mezzi non motorizzati, oppure una strada bianca con poco traffico o una strada secondaria a bassa percorrenza. Il premio prende in considerazione percorsi identificati con nome e segnaletica, studiati per consentire ai ciclisti di percorrerli in sicurezza. Grande impulso alle green road è arrivato dalle ferrovie dismesse così come dagli argini dei fiumi e dei corsi d’acqua, inclusi i canali di irrigazione, oggi riconvertiti in strade ciclabili.

Le green road offrono la possibilità di: visitare una regione contribuendo a sostenere il patrimonio locale, consentono la crescita del pendolarismo non motorizzato, riducono gli effetti di inquinamento e contribuiscono al miglioramento della qualità della vita, incidendo sulla conservazione del suolo pubblico e sullo sviluppo economico, sociale e turistico dei territori, creando posti di lavoro importanti, poiché dislocati in prevalenza in borghi o in aree naturali dove spesso l’occupazione è carente, costringendo le persone a spostarsi in città in cerca di lavoro.

Ogni ciclovia può essere ricandidata più volte, secondo il grado di sviluppo raggiunto negli anni.

Oscar 2021, Marche, Grande Anello Dei Borghi Ascolani (Foto concessa da ufficio stampa Italian Green Road Award 2022 – MOCOCÓ Montefusco Colla Comunicazione)

I premi

Il 1°, 2° e 3° premio si assegnano alle green road che avranno dimostrato di possedere criteri di eccellenza e il più alto punteggio secondo i vari parametri in esame, inclusi progettazione, costruzione, promozione, attrezzature, segnaletica, servizi green e altro.

Sono previsti altri riconoscimenti come il Premio Stampa, assegnato a una via verde  dai giornalisti in giuria, e la menzione speciale di Legambiente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI