Nantes, città generosa dai “Paesaggi nutrienti”

La città francese ha progettato la creazione di oltre 50 orti urbani capaci di produrre verdura di stagione da distribuire ai cittadini in difficoltà economica nel post Covid-19

0

Un progetto bellissimo, capace di coniugare sostenibilità, generosità e socialità, è quello pensato dall’amministrazione della città di Nantes. In Francia, come del resto in Europa e nel mondo, l’esplosione della pandemia ha lasciato troppe persone indietro, gravemente colpite da una crisi economica della quale sono ancora incerti gli esiti.

I “Paesaggi Nutrienti”

Ecco allora la brillante idea di produrre ortaggi freschi e piante per dare una mano a chi non ce la fa. È l’obiettivo di “Paysages nourriciers” (qui il video ufficiale), che possiamo tradurre come “Paesaggi nutrienti”. Un programma grazie al quale l’amministrazione cittadina di Nantes ha deciso di fornire i frutti dell’orto gratuitamente alle famiglie della città colpite dalla crisi economica e sociale legata a Covid-19.

Un progetto che prevede la realizzazione di ben 50 orti urbani in tutta la città, con oltre 10 mila piante vegetali che i giardinieri comunali semineranno e 25 tonnellate di ortaggi da distribuire gratuitamente ai cittadini che ne avranno bisogno.

Gli orti aiutano ed educano

Constatando la difficile situazione economica in città, il sindaco Johanna Roland ha fortemente voluto dare vita al progetto: “Le associazioni che normalmente forniscono aiuti alimentari hanno visto crescere il numero di richieste in modo esponenziale. Sono moltissime le famiglie che non hanno più accesso a cibo sano e di qualità, tanti hanno perso il lavoro, la precarietà del momento ci riguarda tutti”. Senza dimenticare che un progetto del genere rende la città più verde, più vivibile e sicuramente più bella. “I paesaggi nutrienti – ha sottolineato il sindaco Rolland – hanno anche una funzione educativa: insegnano a seguire la stagionalità delle colture e delle verdure da raccogliere, facendolo in modo partecipativo, riscoprendo e imparando a cucinarle per un’alimentazione sana, di qualità e a km0”.

Dall’inizio di giugno, dozzine di appezzamenti di questo tipo, i “Paesaggi nutrienti” appunto, sono stati sviluppati da funzionari del dipartimento degli spazi verdi del municipio nei quattro angoli della città.

Ogni stagione il suo raccolto

I raccolti sono previsti tra luglio (per le verdure estive) e ottobre.  Le verdure di stagione per l’estate (come pomodori e zucchine) e per l’inverno (patate dolci, zucca, fagioli e mais) cresceranno anche nelle aiuole di parchi e giardini e in alcuni spazi verdi appartenenti alla città: Cours Cambronne, Place Mangin, a Port-Boyer, la strada Pablo-Picasso, scuola Lucie-Aubrac, Cité des Congrès, giardini del municipio, centro Accoord de la Meta a Bellevue, Crapaudine, Gaudinière e altri ancora.

Leggi anche

Ortiamo? Ottima idea

OrtiAlti per rigenerare, socializzare e preservare

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta