martedì, Luglio 5, 2022
34.5 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteSostenibilitàPMI e sostenibilità, un focus per superare un ritardo preoccupante

PMI e sostenibilità, un focus per superare un ritardo preoccupante

Per le imprese italiane c’è ancora molto da fare sulla strada della trasformazione sostenibile

Dal 28 al 30 aprile, con la partecipazione di 28 imprese e 26 esperti, si svolgerà a Roma, presso lo Stadio di Domiziano in piazza Navona, la seconda edizione del Congresso nazionale Future Respect – imprese sostenibili, pratiche a confronto. Un’occasione per fare il punto sul reale impegno delle PMI verso la sostenibilità

Appuntamento domani a Roma, fino al 30 aprile, con la seconda edizione del Congresso nazionale Future Respect – imprese sostenibili, pratiche a confronto, in programma allo Stadio di Domiziano in piazza Navona. Le premesse non promettono affatto bene: meno del 9% delle Pmi italiane può oggi essere considerata impegnata nella trasformazione sostenibile, neanche il 3% redige un bilancio di sostenibilità e il 6% tratta obiettivi di sviluppo sostenibile senza però documentare una concreta strategia, con numeri dei risultati raggiunti e degli impatti realizzati.

L’incontro, altamente qualificato, potrà contare sulla partecipazione di 28 imprese, 18 enti del terzo settore, 26 esperti e 7 associazioni di consumatori. “Daremo il via al congresso sottolineando subito che sul versante della sostenibilità c’è molto da fare – sottolinea Francesco Tamburella coordinatore di ConsumerLab e del congresso – e questo ritardo potrebbe essere un ostacolo per la corretta attuazione del Pnrr”.

Ideato per offrire un “palcoscenico” e un’occasione di crescita e confronto alle imprese che in Italia rappresentano i campioni della sostenibilità, il congresso, patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica, si aprirà con la relazione Metaverso della Sostenibilità.

Francesco Tamburella, coordinatore di ConsumerLab e del congresso, foto per gentile concessione dell’Ufficio Stampa

Un titolo provocatorio – spiega Tamburellaper evidenziare lo stato ancora abbastanza virtuale dell’attuale trasformazione sostenibile. Con sei nuove ricerche, si proporrà di contribuire al dibattito attraverso dati concreti”.

Nella tre giorni, organizzata da Future Respect in collaborazione con Il Comunicatore Italiano, e promosso da ConsumerLab e Next Relations, in cordata con Stadio di Domiziano e Markonet, si analizzerà la situazione “molto articolata” nelle Pmi e nelle 1.915 Grandi Imprese dell’indice Mediobanca.

La cultura della sostenibilità è la risorsa strategica necessaria per superare la crisi sistemica delle strutture che organizzano la nostra vita e delle motivazioni con cui la conduciamo – sottolinea ancora il coordinatore – e il nostro impegno è proprio quello di far conoscere alle imprese le reali opportunità dei diversi programmi e creare le condizioni per sfruttare al meglio queste opportunità. Rilevante è anche il coinvolgimento delle 7 Associazioni dei Consumatori, sentinelle della comunicazione corretta e della trasparenza dei comportamenti, attiviste della promozione della cultura della sostenibilità”.

Tra gli eventi clou, quello dedicato all’impresa sostenibile, che si presenta ai clienti, agli investitori ESG e alla finanza d’impresa (28 aprile, ore 16), e il focus sull’ecodermocompatibilità nei prodotti cosmetici (29 aprile, ore 14.40).

Foto Pixabay

A introdurre i lavori giovedì 28 aprile con inizio alle 10.45 sarà lo stesso Francesco Tamburella. Seguiranno gli interventi del senatore Gilberto Pichetto Fratin, viceministro dello Sviluppo Economico, di Alfonso Pecoraro Scanio (già Ministro dell’Ambiente) presidente della Fondazione Univerde, e della senatrice Tiziana Nisini, sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle politiche Sociali. Nell’intensa tre giorni si alterneranno voci autorevoli da diversi settori. Venerdì 29 aprile interverrà Giovanni Malagò, presidente del Coni, sul ruolo dello sport per la coesione sociale e le pratiche di sostenibilità delle Imprese, mentre Massimo Sepielli, head della Divisione Nucleare dell’Enea, condurrà un dialogo sull’energia nucleare con le associazioni dei consumatori nella giornata conclusiva.

Non mancheranno altre voci da istituzioni e categorie economiche, come quelle di Sergio Ferdinandi, della Direzione Generale Risorse e Innovazione del Ministero Affari Esteri e di Raffaele Borriello, Direttore Legislativo e Relazioni Istituzionali di Coldiretti.

Leggi il PROGRAMMA COMPLETO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI