sabato, Maggio 18, 2024

Rome 17°C

Settimana Verde 2024, la campagna di Ambiente Mare Italia e Anas

Settimana Verde 2024, la campagna di Ambiente Mare Italia e Anas
Foto @Conferenza settimana verde AMI Anas

Settimana Verde 2024, “Un mare di piccole azioni per dare forza al Pianeta”.

Ha preso il via con lo slogan “Ogni goccia conta. Un mare di piccole azioni per dare forza al Pianeta” la nuova campagna 2024 della Settimana Verde di Ambiente Mare Italia realizzata con il contributo di Anas (Società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane).

Perché la goccia è l’azione, anche piccola, che ognuno di noi può fare in difesa del Pianeta.

La manifestazione si svolgerà dal 10 al 22 aprile per celebrare la natura e l’impegno al rispetto dell’ambiente, della biodiversità e del territorio, in coincidenza con la Festa Nazionale del Mare (11 aprile) e la Giornata Mondiale della Terra (22 aprile).

Patrocinata dal MASE (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica), dalla Commissione europea, dalla Guardia Costiera, dalla Lega Navale e dalla FIV (Federazione Italiana Vela) e quest’anno realizzata in collaborazione con Anas), la Settimana Verde avrà come testimonial il maestro Beppe Vessicchio, da sempre impegnato nella salvaguardia dell’ambiente e amico di AMI.

La manifestazione è un contenitore di iniziative locali e nazionali, tutte rivolte alla crescita di una cultura dell’impegno personale e collettivo in favore della tutela del territorio.

Tutte le iniziative dello scorso anno, sempre realizzate da Ambiente Mare Italia nell’ambito della Settimana Verde, hanno raggiunto tre milioni di italiani con 65mila cittadini coinvolti con azioni sul campo.

Settimana Verde 2024, compiere azioni concrete

 “Nel 2023 la nostra Settimana per l’ambiente ha coinvolto fattivamente centinaia di scuole e migliaia di cittadini in azioni concrete in favore del nostro Pianeta – dichiara Alessandro Botti, Presidente Nazionale di Ambiente Mare Italia – AMI ETS. “La Settimana Verde è sempre di più una Festa nazionale dell’ambiente e la partecipazione della gente che stiamo registrando in questi giorni ne è la dimostrazione. La cospicua adesione della società civile all’edizione 2024 della Settimana Verde attesta ancora una volta il forte desiderio degli italiani di rimboccarsi le maniche e di compiere azioni concrete in favore della tutela della nostra bella Italia. Un grazie va anche a tutte le realtà associative territoriali che stanno collaborando con noi e alla FIDAPA BPW Italy che anche quest’anno celebra l’ambiente con AMI”.

Anas ha scelto di abbracciare la settimana Verde di Ambiente Mare Italia in quanto crede nell’importanza di una crescita della cultura della sostenibilità e dell’impegno civico individuale e collettivoha dichiarato il Presidente di Anas, Edoardo Valente-. Da anni abbiamo intrapreso una serie di iniziative di efficientamento energetico, al fine di contenere i consumi e realizzare i nostri lavori nel massimo rispetto dell’ambiente. Grazie alle numerose iniziative, Anas anticiperà di 10 anni il processo di decarbonizzazione previsto dall’UE per il 2050”.

Ambiente Mare Italia, l’impegno lungo le coste e i fondali marini

Questa edizione della settimana verde ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’impegno del singolo ed accendere i riflettori sui comportamenti erronei o illegittimi e il fenomeno dell’abbandono di plastica e rifiuti.

Nel 2023 Ambiente Mare Italia ha raccolto 53 tonnellate di rifiuti nei nostri mari, lungo le coste del nostro paese e nei parchi cittadini, un dato che testimonia il grave rischio per la flora e fauna marina.

AMI, nella sola Settimana Verde 2023 ha monitorato 1000 km di coste, verificando la presenza di inquinanti spiaggiati su una superficie di 240mila metri quadri, monitorato oltre 120mila mq di fondali marini, pari a 18 campi di calcio, rimosso dall’ambiente circa 250 quintali di rifiuti. In questa azione ha potuto rilevare come il 72% dei rifiuti sia composto da materiale plastico, il 10% da cartone e carta, il 6% da vetro, il 5% da materiale edilizio il 3% da alluminio, il 3% dal legno e l’1% da gomma.

Le iniziative sostenibili di Anas

Anas dal canto suo, con l’impegno sempre in crescita per la sostenibilità, ha puntato anche a una serie di iniziative di efficientamento energetico.

Il Progetto Green Light avviato nel 2017 in via sperimentale ha avuto come scopo quello di sostituire i corpi illuminanti obsoleti delle gallerie con nuovi apparecchi a LED di maggiore efficienza.

L’operazione ha consentito un risparmio di energia elettrica pari al 40% dei consumi e la riduzione delle emissioni in atmosfera di circa 5.000 tonnellate di CO2 all’ anno.

Il Piano Green Light 2.0 proseguirà con l’obiettivo di arrivare al 2028 con 18.500 tonnellate di CO2 in meno all’ anno. 

Anas utilizza energia prodotta quasi esclusivamente da impianti di fonti rinnovabili, pari a circa l’85% del consumo totale.

L’Azienda ha inoltre avviato i cantieri per la realizzazione di impianti fotovoltaici per produrre energia in maniera autonoma, ubicati prevalentemente nelle regioni del Centro-Sud, per un finanziamento complessivo di circa 7,6 milioni di euro. Gli impianti saranno installati nel corso del 2024.

Per favorire la circolazione di mezzi a basso impatto ambientale, Anas ha inoltre promosso un progetto che porterà all’installazione di colonnine per la ricarica veloce delle auto elettriche lungo la nostra rete autostradale: attualmente sono presenti 40 colonnine di ricarica in 12 aree di servizio.

Sempre su questo tema c’è poi l’iniziativa, in fase pilota, “Anas Green Road – Boost a elettrificazione” che prevede una rete di servizi di ricarica distribuiti su siti individuati lungo le direttrici a maggiore traffico e quelle coinvolte nei prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano-Cortina 2026.

La goccia è l’azione, anche piccola, che ognuno di noi farà durante la Settimana Verde per salvaguardare e proteggere le strade, le coste e i nostri mari.

Ogni singola goccia rappresenta il nostro impegno civico, concreto e quotidiano nel rispetto del territorio. Ognuno di noi può fare la sua parte per difendere e salvaguardare i nostri habitat, in viaggio così come a casa.

Per info: info@ambientemareitalia.org

ALTRI ARTICOLI
1 Commenti

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter