giovedì, Dicembre 1, 2022
12 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroTurismo Sostenibile5 consigli per organizzare un viaggio ecosostenibile

5 consigli per organizzare un viaggio ecosostenibile

Viaggiare in modo ecosostenibile, una tematica sempre più attuale che si sta fortemente contrapponendo al turismo di massa

Quella del turismo ecosostenibile è una tematica sempre più importante e i viaggiatori che preferiscono spostarsi da un luogo all’altro rispettando l’ambiente, le culture e i popoli sono in continuo aumento. Ma cosa vuol dire “viaggio ecosostenibile”?

Questo termine è piuttosto ampio ed è strettamente correlato al rispetto e la valorizzazione dell’ambiente e della cultura locale. Per questo motivo, si tratta di un modo di viaggiare che si contrappone al turismo di massa, al sovraffollamento, che punta alla riscoperta delle bellezze naturali e paesaggistiche, senza, però, privarsi delle comodità tipiche di questo secolo.

Ovviamente anche i turisti ecosostenibili, per garantire al meglio la sicurezza del viaggio, stipulano apposite polizze assicurative. Pertanto, se vuoi viaggiare in tutta sicurezza e nel pieno rispetto dell’ambiente; al tal proposito proteggi il tuo viaggio con un’assicurazione di viaggio Allianz Global Assistance.

Vediamo nel dettaglio 5 consigli per organizzare al meglio un viaggio nel pieno rispetto dell’ecosostenibilità.

1.     Limitare l’utilizzo dei mezzi di trasporto inquinanti

Durante un viaggio, non si può rinunciare ai mezzi di trasporto, come prima cosa per partire da casa e raggiungere la destinazione scelta, ma anche per spostarsi lungo il territorio. Il primo suggerimento per un viaggio ecosostenibile è proprio quello di limitare l’utilizzo dei mezzi di trasporto privati, preferendo il trasporto pubblico oppure una sola auto, invece che più di una. È possibile, poi, spostarsi tra i diversi luoghi da visitare a piedi oppure in bicicletta. In questo modo non solo si riduce il proprio impatto di CO2, ma si ha anche l’occasione di conoscere luoghi insoliti, nascosti agli occhi dei turisti. Se non ci si può muovere a piedi, è bene valutare l’opzione del noleggio direttamente sul posto, scegliendo, possibilmente, un mezzo di trasporto elettrico.

2.     Incentivare l’economia locale

Il turismo ecosostenibile è un modo di viaggiare che permette di immergersi nella cultura del luogo. Ciò significa anche prediligere gli esercizi commerciali del territorio, evitando i negozi turistici e le grandi catene. Se si ha intenzione di mangiare dei piatti tipici, è consigliabile trovare dei ristoranti che valorizzano i prodotti del territorio, meglio ancora se a km 0. Per quanto riguarda i souvenir, anche in questo caso è preferibile rivolgersi ad artigiani locali, per acquistare un pezzo unico invece della solita calamita.

3.     Scegli mete ecosostenibili

Se si ha intenzione di fare una vacanza ecosostenibile è necessario puntare su mete ecosostenibili, come ad esempio Durbuy, Belgio. Si tratta di una piccola città belga che è comunemente considerata la capitale del turismo ecosostenibile. Lo stesso dicasi per Coimbra in Portogallo, Pellumbas in Albania, Valle d’Itria in Italia, Buthan, Costa Rica, Copenaghen in Danimarca e tantissime altre ancora.

4.     Punta su sistemazioni ecocompatibili

Prima di prenotare un qualsiasi viaggio è necessario pensare che il proprio soggiorno influenzerà, in modo diretto o indiretto, l’ecosistema locale. Molti hotel utilizzano energia rinnovabile e utilizzano materiali con uno scarsissimo impatto sull’ambiente, come ad esempio l’erba, la paglia e composti riciclati. Molti Hotel hanno a disposizione anche delle vere e proprie aree naturali dove è possibile immergersi nella natura.

5.     Non sprecare acqua e riduci l’uso della plastica

La plastica rappresenta una vera e propria piaga. Si stima che solamente il 9% dei rifiuti di plastica viene riciclato, il resto viene disperso in natura. Pertanto, quando si è in vacanza (e non solo) è necessario ridurre al minimo gli sprechi d’acqua (ad esempio chiudendo l’acqua quando ci si insapona o quando si strofinano i denti con lo spazzolino) e ridurre al minimo l’uso della plastica e di materiali particolarmente inquinanti.  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI