venerdì, Marzo 1, 2024

Rome 10°C

Quanto deve mangiare un gattino? Una breve guida

Quanto deve mangiare un gattino? Una breve guida
Photo Credit: Depositphotos

Una corretta alimentazione è fondamentale per sostenere la crescita sana e il benessere di un gattino.

Durante i primi mesi di vita, le difese naturali sono ancora in via di sviluppo, per questo è fondamentale fornirgli tutti i nutrienti necessari per supportare la sua salute. Un’alimentazione adeguata deve essere bilanciata e adatta alle sue specifiche esigenze. Le formule sviluppate appositamente per gattini contengono il giusto equilibrio tra proteine, grassi essenziali, vitamine e minerali. Ma quanto deve mangiare un gattino effettivamente? Vediamo insieme alcune utili indicazioni in tal senso.

Le dosi di cibo consigliate per un gattino in crescita

Le dosi di cibo consigliate per un gattino in crescita variano a seconda dell’età, del peso e dei livelli di attività. Durante le prime settimane di vita, il gattino si nutre esclusivamente con latte materno. Nel caso in cui si sia accolto un gattino di età inferiore alle otto settimane, lo si dovrà alimentare con del latte artificiale. È fondamentale utilizzare un latte sostitutivo specifico per gatti appena nati, reperibile presso il Medico Veterinario o nei negozi specializzati. Questo latte contiene tutti i nutrienti necessari e può essere offerto con un biberon o tramite una siringa senza ago.

Cosa dare da mangiare ai gattini

Le esigenze dietetiche del gattino saranno diverse da quelle di un gatto adulto. Per aiutarlo a crescere sano e forte, il suo cibo in genere richiede livelli proteici più elevati, più calorie per porzione, quantità maggiori di alcuni nutrienti (come il calcio e fosforo).

A tal fine, esistono due opzioni: il cibo umido e il cibo secco, entrambi con pro e contro da valutare.

Il cibo umido per i gattini: vantaggi e svantaggi

Il cibo umido offre molti benefici per la salute dei gattini. La sua composizione aiuta a sostenere l’idratazione, necessaria per il corretto funzionamento dell’organismo del gatto. Inoltre, il cibo umido contribuisce al buon funzionamento del sistema urinario.

Lo svantaggio del cibo umido è la sua suscettibilità al deterioramento, che richiede un attento controllo delle porzioni per evitare l’irrancidimento, soprattutto durante le stagioni calde.

Pro del cibo umido:

  • Contenuto di acqua più elevato rispetto al cibo secco
  • Sapore molto buono
  • Ottimo per gattini non ancora in grado di masticare  

Contro del cibo umido:

  • Leggermente più costoso del secco
  • Rapidamente deperibile una volta aperto
  • Richiede quantità maggiore per fornire la stessa energia del cibo secco

Il cibo secco per i gattini

Il cibo secco è pratico e conveniente, poiché può essere lasciato a disposizione del gattino per tutta la giornata senza temere che si deteriori. Inoltre, aiuta a mantenere puliti i suoi denti, riducendo il rischio di tartaro e malattie dentali.

Pro del cibo secco:

  • Conveniente
  • Lunga durata
  • Più ricco di energia rispetto al cibo umido
  • Molti gatti amano la croccantezza e il gusto

Contro del cibo secco:

  • Contenuto di acqua inferiore rispetto al cibo umido
  • Potrebbe essere difficile da assumere per i gatti con problemi dentali o denti mancanti

Poiché il cibo secco e quello umido offrono vantaggi diversi, considera di nutrire il gattino con una miscela di entrambi.
L’alimentazione mista può essere fornita alternativamente o combinata. Il metodo di miscelazione dipenderà dalle sue preferenze di gusto. L’introduzione dell’alimentazione mista va fatta gradualmente, per almeno una settimana, per evitare eventuali disturbi di stomaco.

Quanto dovrebbe bere il gattino?

Poiché l’acqua è essenziale per tutti i processi del corpo, il gattino dovrebbe avere sempre accesso ad acqua fresca e pulita.
La quantità di acqua assunta è generalmente di 60 ml per kg di peso corporeo, che può provenire direttamente dall’acqua o dal cibo umido. Fattori come la temperatura, il livello di attività e le condizioni fisiche possono influire sul fabbisogno idrico di un gattino, così come la sua dieta.

Anche la dieta del gattino, che si tratti di cibo secco o umido, può influire sul suo consumo di acqua, in quanto le crocchette secche contengono circa il 10% di acqua, mentre il cibo umido ne contiene almeno il 75%.

Con un’alimentazione di alta gamma, con ingredienti bilanciati e di qualità, il gattino si sentirà sazio, nutrito e in forze.

Photo Credit: Depositphotos.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter