Assegnate le Bandiere Blu: 12 in più rispetto al 2020 premiati 195 comuni e 75 approdi turistici

Leader la Liguria con 20 riconoscimenti, seguita dalla Toscana e Campania. Le spiagge più belle sono 407

0

Come ogni anno la Foundation for Environmental Education (FEE) ha assegnato le Bandiere Blu ai Comuni rivieraschi e agli approdi turistici e annunciate il 14 maggio durante una conferenza telematica con i sindaci vincitori.

Sono 195 e 75 approdi turistici che hanno ottenuto, in questa trentaquattresima edizione, il riconoscimento Bandiera Blu 2020, complessivamente 407 spiagge, corrispondenti a circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Grande rilevanza, anche quest’anno, è stata data alla gestione del territorio e all’educazione ambientale messe in atto dalle Amministrazioni al fine di preservare l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile.

Molti sono i requisiti occorrenti per ottenere la Bandiera Blu, come ad esempio l’esistenza ed il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la percentuale di allacci fognari, la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi, le iniziative messe in atto dalle Amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo; la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio; la cura dell’arredo urbano e delle spiagge; la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni.

Non bisogna inoltre dimenticare l’azione di sensibilizzazione intrapresa affinché i Comuni portino avanti un processo di certificazione delle loro attività istituzionali e delle strutture turistiche che insistono sul loro territorio.

“La Bandiera Blu quest’anno sarà strumento di ripresa e di rilancio dell’immagine del Paese” – ha detto Claudio Mazza presidente della FEE Italia – “Siamo certi che le località Bandiera Blu dove il livello di qualità ambientale e del servizio al turista è sempre stato al primo posto saranno in grado di garantire una gestione della stagione estiva efficiente e in sicurezza”. Continua Mazza: “Insieme ai Comuni, gli stabilimenti balneari avranno un ruolo fondamentale in termini di presidio delle spiagge, saranno loro che avranno il compito di conciliare il rispetto delle regole e il piacere di una giornata al mare”.

“Il riconoscimento della Bandiera Blu – ha dichiarato Stefano Laporta Presidente dell’Ispra e del Snpa – è da sempre testimonianza dell’impegno nel migliorare e promuovere la cultura ambientale coniugando turismo e sostenibilità; le certificazioni ambientali sono un efficace strumento per la gestione del nostro territorio in chiave “green”. In un momento così delicato e particolare per il nostro Paese, questo riconoscimento acquista un valore aggiunto quale supporto al rilancio del turismo italiano e di tutta la nostra economia, perché la valorizzazione della risorsa “ambiente” rappresenta una delle chiavi di volta per ripensare il futuro del nostro Paese”.

Le Bandiere Blu: la Classifica

Rispetto allo scorso anno sono 12 in più i Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento rispetto ai 183 del 2019.

Sul podio la Liguria che sale a 32 località con due nuovi ingressi, seguita dalla Toscana con 20 località (un nuovo ingresso). La Campania raggiunge le 19 Bandiere con un nuovo ingresso, con 15 località seguono le Marche. La Puglia conquista due nuove località e raggiunge 15 Bandiere, mentre la Sardegna riconferma le sue 14 località.

Anche la Calabria va a quota 14 con tre nuovi ingressi, mentre l’Abruzzo resta a 10. Rimangono invariate anche le 10 bandiere del Trentino Alto Adige. Il Lazio conferma le 9 bandiere, così come 9 sono quelle del Veneto, che segna un nuovo ingresso; l’Emilia Romagna conferma le sue 7 località, mentre la Sicilia ne guadagna una passando a 8 Bandiere.

La Basilicata conferma le sue 5 località; si registra un nuovo ingresso in Piemonte che ottiene 4 bandiere; il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera, anche la Lombardia conferma una Bandiera blu.

Liguria (32, 2 new entry)
Toscana (20, 1 new entry)
Campania (19, 1 new entry)
Marche (15)
Puglia (15, 2 new entry)
Sardegna (14)
Calabria (14, 3 new entry)
Piemonte (1 new entry)
Abruzzo (10)
Lazio (9)
Veneto (9, 1 new entry)
Sicilia (8, 1 new entry)
Emilia–Romagna (7)
Basilicata (5)
Piemonte (4, 1 new entry)
Friuli Venezia Giulia (2)
Molise (1)

 

Le New Entry:

  • Gozzano (Piemonte)
  • Diano Marina (Liguria)
  • Sestri Levante (Liguria)
  • Montignoso (Toscana)
  • Porto Tolle (Veneto)
  • Vico Equense (Campania)
  • Isole Tremiti (Puglia)
  • Melendugno (Puglia)
  • Rocca Imperiale (Calabria)
  • Tropea (Calabria)
  • Siderno (Calabria)
  • Alì Terme (Sicilia)

Anche sui laghi aumentano le Bandiere che complessivamente, quest’anno arrivano a 18:

TRENTINO ALTO ADIGE –10
Trento

Bedollo – Località Piazze
Baselga di Pinè – Spiaggia Lido, Alberon, Bar Spiaggia
Pergine Valsugana – San Cristoforo
Levico Terme – Spiagge di Levico
Caldonazzo – Lido / Spiaggetta
Calceranica al Lago – Alle Barche / Al Pescatore/Riviera
Tenna – Spiaggia di Tenna
Lavarone – Lido Bertoldi / Lido Marzari
Sella Giudicarie – Spiaggia Roncone
Bondone – Porto Camarelle

LOMBARDIA – 1
Brescia

Gardone Riviera – Spiaggia Lido, Spiaggia Casinò

PIEMONTE – 4 (1 NEW ENTRY)

Verbano-Cusio-Ossola

Cannero Riviera
Lido di Cannobio

Novara
Rocchette – Lido Nautica, Arona
Lido di Gozzano (New Entry)

ABRUZZO – 1
L’Aquila

Villalago, lago di Scanno

 

L’elenco completo delle spiagge premiate con la Bandiera blu 2020 (Pdf)
L’elenco completo degli  approdi premiati con la Bandiera blu 2020 (Pdf)

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta