Covid-19, da ENEA indagine per un nuovo dispositivo di virus-test rapido

Sviluppato nel Laboratorio Diagnostiche e Metrologia presso il Centro Ricerche ENEA di Frascati, il dispositivo è in grado di effettuare virus-test per la individuazione del patogeno responsabile del Covid-19. L’indagine è aperta a tutte le imprese per avviarne l’industrializzazione

0

L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), per avviare l’industrializzazione di un dispositivo di virus-test portatile, in grado di ricercare il patogeno responsabile del Covid-19 con elevato grado di attendibilità e “in tempo reale”, lancia un’indagine esplorativa, aperta a tutte le imprese.

Il dispositivo, le caratteristiche

Delle dimensioni di uno smartphone, lo strumento può essere usato per screening su vasta scala, ad esempio in scuole e aeroporti, dispone difatti di un sensore basato su una tecnica ad alta sensibilità e selettività che non ha bisogno di reagenti e materiali di consumo.

Il dispositivo sviluppato è riutilizzabile ed è  di facile impiego: per effettuare il test occorrerà soltanto soffiare in un tubo collegato al dispositivo stesso.

Spiega Alessandro Coppola, direttore della Direzione Innovazione e Sviluppo dell’ENEA : –“Data l’emergenza pandemica in atto e guardando a prevenire future diffusioni di patogeni virali, riteniamo che vi siano imprese che possano essere interessate a collaborare con noi nell’industrializzazione di questo dispositivo, che ha costi contenuti e potrà essere impiegato efficacemente in screening di massa anche per rilevare la presenza di patogeni ulteriori al famigerato Covid-19”.

Il dispositivo per test rapidi, sviluppato nel Laboratorio Diagnostiche e Metrologia presso il Centro Ricerche ENEA di Frascati, nasce dal know how maturato da oltre vent’anni, nello sviluppo di sensori laser per la diagnostica spettroscopica remota e locale e di dispositivi diagnostici innovativi, applicabili anche in ambito biomedicale.

Lo strumento è in grado di rintracciare nel respiro l’eventuale presenza del virus responsabile del Covid-19.

Qualsiasi eventuale comunicazione di interesse a comparire nella presente indagine, sottoscritta dal legale rappresentante o soggetto munito di procura, può essere inviata all’indirizzo PEC enea@cert.enea entro e non oltre le ore 12:00 del decimo giorno dalla sua pubblicazione, all’attenzione del Direttore della Direzione Innovazione e Sviluppo. 

 

Leggi anche :

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta