E-motion land, si riparte: cammini, e-bike e tanta natura

Si riparte, è tempo di rimettersi in cammino: che sia a piedi o con una bicicletta, meglio se elettrica

0

E-motion land, prende il via la seconda edizione dell’iniziativa, il calendario dedicato alle attività slow da svolgersi all’aria aperta nel territorio di Slowland Piemonte, intorno al Lago di Viverone (il terzo bacino lacustre della regione e Patrimonio UNESCO come “Sito palafitticolo preistorico dell’Arco Alpino”).

Dopo una prima edizione 2019 che ha visto esclusiva protagonista la bicicletta elettrica con un fitto calendario di escursioni, attraverso 40 comuni e 15 cantine della zona, prosegue anche quest’anno l’offerta turistica integrata che promuove il territorio in tutte le sue eccellenze.

Il calendario 2020 prevede una cinquantina di appuntamenti dal mese di luglio al mese di novembre, ampliando così la stagionalità delle esperienze ed includendo le meraviglie di un autunno che si esprime al meglio in terra Slowland, tra il foliage delle sue vigne di Erbaluce, nei boschi e sui sentieri dei piccoli borghi di collina e di pianura.

E-motion land, e-bike, cammini e passeggiate guidate

Le escursioni in e-bike quest’anno saranno affiancate da passeggiate guidate e di nordic walking alla scoperta di questo suggestivo angolo del Piemonte, non troppo affollato, ma proprio per questo più sicuro.

I tour sono stati ideati con l’intento di comporre un’offerta ricca che consenta di scoprire le tante eccellenze del territorio: la Via Francigena, la Strada Reale dei Vini Torinesi, gli itinerari del Buon Cammino, le aree archeologiche, i Castelli, i ricetti medievali e gli ecomusei, Oropa e il suo santuario Sito UNESCO.

Oppure gli elementi naturalistici tipici della zona come le risaie vercellesi, l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e le sue colline, i boschi ed i numerosi laghi inframorenici. Non mancheranno le occasioni per gustare il territorio e le sue produzioni tipiche.

E-motion land, si riparte: cammini, e-bike e tanta natura

Si può partire alla scoperta delle numerose cantine ed aziende agricole della zona o del Castello di Masino (proprietà del F.A.I.), godersi una giornata in riva al lago o giocando a golf in uno dei numerosi campi presenti, oppure visitare la vicina Ivrea patrimonio Unesco come Città industriale del XX secolo grazie alla preziosa eredità, non solo architettonica, lasciata dalla Olivetti.

Facilmente raggiungibili anche Biella, da poco riconosciuta Città Creativa UNESCO, e Vercelli, prestigiosa Città d’Arte con i suoi musei e il nuovo Polo Espositivo ARCA sede di numerose mostre internazionali.

Il presidente Pancrazio Bertaccini commenta: “In questa fase, fase tre, ma anche per le successive, la domanda che tutti ci stiamo ponendo è come ripartire. Perché dobbiamo ripartire ma potremmo avere un’opportunità unica di cambiare qualcosa, a piccoli passi. Noi di Slowland Piemonte siamo nati all’insegna della sostenibilità, ambientale e sociale soprattutto. Quest’anno ancora di più vogliamo essere coerenti con i 17 Global Goals che le Nazioni Unite hanno disegnato per il 2030 e proviamo a farlo in tutte le nostre attività, dando il nostro piccolo contributo.

E-motion land è una proposta dall’elevato valore culturale e dal basso impatto ambientale, che passa dalla storia del nostro territorio attraverso l’arte di artigiani e produttori. Appassionati coltivatori ed esploratori vi accompagneranno alla scoperta dei tesori naturalistici, storici e gastronomici in un territorio che vi stupirà, senza fretta e in armonia con l’ambiente che li ospita. Mentre cerchiamo di proteggerli vi invitiamo a visitarli. Vi aspettiamo.”

Il calendario

Calendario E-motion Land 2020

INFO:

www.slowlandpiemonte.it
segreteria@slowlandpiemonte.it
Pagina Facebook @slowlandpiemonte.it
Profilo Instagram @slowlandpiemonte

Leggi anche

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta