lunedì, Febbraio 26, 2024

Rome 14°C

El Hierro, la piccola isola delle Canarie con anima sostenibile

El Hierro, la piccola isola delle Canarie con anima sostenibile
Foo @Depositphotos_493649100_S

Dichiarata riserva della biosfera nel 2000 dall’Unesco, El Hierro ad oggi è anche un esempio di sostenibilità, essendo alimentata solo da fonti alternative.

Vulcani, rilassanti piscine naturali, lussureggianti boschi di pino canario e laurisilva, alberi che si inginocchiano davanti al vento, frastagliate scogliere e mare cristallino.

Non si tratta di un sogno ma di El Hierro, una piccola isola situata nell’arcipelago delle Canarie nell’Oceano Atlantico. Un luogo che rappresenta il rifugio dove poter staccare dalla frenesia della vita moderna e godere di un clima primaverile che regna nelle Isole Canarie durante tutto l’anno.

El Hierro, simbolo di turismo lento è la più giovane delle Isole Canarie e una delle mete turistiche ancora da scoprire. Un piccolo gioiello che vanta un piano di sostenibilità e autosufficienza energetica invidiabile.

La principale fonte di attrazione di questa isola oltre alla natura incontaminata è la salvaguardia dell’ecosistema naturale che rappresenta un esempio in tutto il mondo.

Il turismo dell’isola è rappresentato da alloggi e realtà abitative come eco-rifugi e alloggi rurali da cui non attendersi i comfort di un albergo di lusso, ma che hanno come obiettivo il rispetto totale della natura circostante.

Questi i motivi El Hierro è stata dichiarata riserva della biosfera dell’Unesco e aspira a mantenere la sua biodiversità con il mare cristallino e boschi lussureggianti.

El Hierro, un rifugio di biovidersità

El Hierro, un’isola dalla superficie totale di 278 km² rappresenta uno scrigno di biodiversità. Camminando attraverso i suoi boschi si possono incontrare faggi, pini delle Canarie e ginepri, mentre le sue coste di circa 100 chilometri sono aspre e scoscese riuscendo a nascondere calette e lagune da non perdere, fra cui le più note il Charco Manso a Nord, e il Charco Azul, a Nord-Ovest.

El Hierro, le particolarità

A rendere famosa quest’isola ci sono varie particolarità tra cui il corallo nero molto raro, risalente alle eruzioni vulcaniche del 2011. Non mancano spugne e anemoni e tanti animali come i pappagalli, gli squali angeli, e le razze che attirano da tutto il mondo appassionati di turismo subacqueo.

Sempre per gli amanti delle immersioni uno dei punti più conosciuti è Mar de las Calmas, una delle tre riserve marine delle Isole Canarie.

In questi luoghi inoltre, si possono passare giorni nelle charcos, calette naturali nelle quali immergersi, proprio perchè la loro posizione più riparata rispetto alle coste aperte sull’oceano, le rende meno strutturate e artificiali rispetto alle piscine.

Si tratta poi di piscine che sono spesso realizzate con acqua naturale.

Il turismo, prima regola la sostenibilità

Uno dei record mondiali che rappresenta un fiore all’occhiello di El Hierro è l’autosufficienza energetica che dal 2014 infatti, è riuscita a raggiungere con un sistema misto di generazione di elettricità. Un sistema composto e basato su energia eolica e idroelettrica.

In breve si tratta di un motore verde che vede la sua massima realizzazione nella centrale idroeolica di Gorona del Viento, che permette di evitare l’emissione di 18 mila tonnellate di Co2 all’anno.

Il turismo in questo piccolo paradiso è il principale coinvolto in questo sistema, dove la sostenibilità è la prima ad essere richiesta anche ai turisti. Il turismo lento con la politica zero rifiuti e il piano di mobilità basato sull’impiego di veicoli elettrici o a piedi, è possibile ed è richiesto in tutte le principali località.

Quindi El Hierro una meta da tenere presente per le vacanze estive 2024.

Fonte: AdnKronos

Photo Credit: Depositphotos.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter