Fonti energetiche rinnovabili: il futuro del nostro pianeta

Le energie rinnovabili rappresentano il futuro del nostro Pianeta. Occorre dunque sfruttarle al massimo, perché sono le uniche non destinate ad esaurirsi e le sole a non provocare danni all’ambiente. Scopriamo insieme quali sono e come utilizzarle al meglio

0

Nel mondo di oggi in così continua evoluzione, l’essere umano ha sempre più necessità di adoperare fonti energetiche rinnovabili in sostituzione alle risorse energetiche tradizionali di cui ne ha fatto uso spropositato nell’ultimo secolo. Nell’articolo di oggi affrontiamo quali sono le fonti di energia rinnovabili e come queste possono essere sfruttate al meglio per un futuro più sostenibile.

Fonti energetiche rinnovabili e non rinnovabili a confronto

Prima di entrare nel vivo dell’argomento, capiamo quali sono le differenze tra le energie rinnovabili e quelle non rinnovabili.

Fonti di energia non rinnovabili

Le fonti di energia non rinnovabili, dette anche esauribili, si dividono in due macro categorie. Da una parte abbiamo i combustibili fossili. Tra queste risorse rientrano il petrolio, il carbone, il catrame e il gas naturale. Esse,  seppur prodotte dalla Terra a seguito di processi naturali nell’arco di milioni di anni, sono state sfruttate in quantità eccessiva e per questo sono destinate ad esaurirsi in breve tempo. Dall’altra parte troviamo i combustibili nucleari. Quest’ultimi sono principalmente derivanti dall’uranio.

Caratteristiche e problematiche

Aspetto fondamentale da tenere a mente, è che tali energie esauribili hanno costi molto elevati e, nella maggior parte dei casi, anche fortemente inquinanti. Si stima infatti che la prima causa di emissioni di CO2 e gas serra nell’aria sia proprio rappresentata dall’uso (e abuso) delle fonti di energia non rinnovabili.

Per una lista schematica delle loro caratteristiche e problematiche, si può fare riferimento al seguente elenco puntato.

Le energie non rinnovabili: 

  • sono limitate (le risorse presenti nel mondo stanno per esaurirsi)
  • sono localizzate soltanto in alcuni Paesi (creano tensioni geopolitiche e conflitti)
  • recano rischi all’ambiente durante il trasporto (petroliere ed oleodotti inquinano le acque e l’aria)
  • causano inquinamento atmosferico ed emissioni di CO2 e gas serra
  • rappresentano il passato

Fonti energetiche rinnovabili: le risorse del futuro

Dopo la breve ma dovuta introduzione alle fonti non rinnovabili, è giunto ora il momento di entrare nel fulcro di questo articolo e scoprire l’efficienza delle fonti energetiche rinnovabili.

Per cominciare, possiamo definire fonti energetiche rinnovabili tutte quelle fonti di energia inesauribili, derivanti da risorse naturali. Potremmo infatti dire che queste fonti provengano dai quattro elementi naturali presenti sul nostro Pianeta: aria, acqua, terra, fuoco. 

Secondo la normativa italiana e quella europea, le principali risorse energetiche rinnovabili si suddividono in energia:

  • eolica
  • solare
  • idraulica – idrotermica
  • geotermica
  • bioenergia – biomasse
  • energia marina o oceanica

Caratteristiche e benefici delle fonti energetiche rinnovabili

Fonti energetiche rinnovabili

A differenza delle energie esauribili, le fonti energetiche rinnovabili presentano le seguenti caratteristiche e benefici per l’ambiente:

  • sono illimitate
  • sono presenti ovunque
  • non creano rischi di trasporto
  • non inquinano l’ambiente (non emettono anidride carbonica / gas a effetto serra)
  • rappresentano il futuro

Panoramica delle principali fonti energetiche rinnovabili e come utilizzarle al meglio

Ora che abbiamo fatto chiarezza sui motivi che dovrebbero spingere tutti noi a fare sempre più uso delle fonti energetiche rinnovabili, scopriamo più nel dettaglio come sfruttare al meglio queste preziose risorse che la nostra Madre Terra ci ha messo a disposizione.

Energia eolica, l’energia rinnovabile più versatile

Fonti energetiche rinnovabili: energia solare

L’energia eolica, prodotta dalle correnti dei venti, è in grado di produrre un quantitativo di kilowatt/ora sempre più in crescendo. L’efficienza dell’energia cinetica del vento risiede nella sua adattabilità. Tale energia è infatti capace di dare vita ad altre fonti energetiche rinnovabili, quali energia elettrica pulita ed energia meccanica.Quest’ultime sono largamente impiegate sia da enti e organizzazioni, sia a livello locale come ad esempio in fattorie e in alcune abitazioni ad uso privato. L’energia del vento, sebbene si possa dire essere “intermittente” data la natura stessa dei venti, viene generata grazie a turbine e pale eoliche che riproducono il sistema di funzionamento dei vecchi mulini a vento, ancora presenti in alcune zone, specialmente nel Nord Europa.

Nell’ambito di un progetto dell’Unione Europea, la startup spagnola Vortex Bladeless sta lavorando alla produzione di generatori eolici privi di pale. Per saperne di più, continua a leggere questo articolo.

Rivoluzione eolico: con Vortex addio pale

Energia solare: l’energia a portata di tutti

L’energia solare rappresenta una delle fonti energetiche rinnovabili più conosciute al mondo. Grazie a particolari sistemi e tecnologie, quali pannelli fotovoltaici e pannelli solari termici, si è in grado di generare calore ed elettricità partendo dai raggi solari. Tramite queste potenti innovazioni è infatti possibile catturare la luce del sole e trasformarla in energia pulita per il riscaldamento degli ambienti e per l’illuminazione.

In particolare, i pannelli solari termici riscaldano un liquido specifico presente al loro interno, trasferendo il calore all’acqua contenuta in un apposito serbatoio di raccolta.

L’energia solare in Italia 

L’Italia rientra tra i primi 10 Paesi al mondo che più sfrutta l’energia solare utilizzando pannelli fotovoltaici. In questo momento possiamo dire che l’energia solare sostenga quasi il 10% dell’energia consumata nel nostro Paese. Tuttavia, per raggiungere gli obiettivi prescritti per il 2030 dal Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec), la produzione di energia solare generata da impianti fotovoltaici dovrebbe più che triplicare. Di pari passo, si stima anche una crescita dei sistemi di stoccaggio di energia.

Energia geotermica: il calore della Terra ideale per il riscaldamento

Questa fonte energetica rinnovabile sfrutta il calore naturale della Terra per generare energia elettrica. Attraverso particolari strumentazioni, infatti, il calore prodotto da rocce, sorgenti termali, geyser e riserve d’acqua ad esempio, viene trasformato in energia pulita. Tutto ciò è possibile grazie al decadimento di alcuni elementi come l’uranio e il potassio, presenti appunto sulla superficie terrestre. La potenza dell’energia geotermica è tale da essere in grado di sostentare il fabbisogno energetico di interi edifici privati, oltre ad essere impiegata anche su larga scala, come per il riscaldamento di serre ed edifici commerciali.

Bioenergia: il ruolo centrale di animali e piante

La bioenergia, o biomasse come suggerisce il termine, viene generata da componenti di origine biologica. Tra queste ne fanno parte i residui organici di piante e animali ma anche il gas metano derivante dallo smaltimento dei rifiuti biodegradabili delle discariche. Per mezzo di speciali grossi impianti, con la presenza di questi elementi sul terreno, è possibile produrre combustibili liquidi, utili a fornire elettricità e calore. Le biomasse sono largamente utilizzate dalle industrie di manifattura e dalle grandi aziende di trasporto, sia per generare energia elettrica, sia per alimentare i loro mezzi.

Energia oceanica: un enorme potenziale in via di sviluppo

L’energia oceanica, o energia marina, viene generata da enormi masse d’acqua al fine di produrre energia elettrica. Tale risorsa alternativa sfrutta infatti il moto ondoso e il movimento di correnti sottomarine e maree. Tuttavia, l’utilizzo di tale fonte energetica rinnovabile,  rappresenta una tecnologia di recente scoperta tutt’ora in via di sviluppo e perciò non ancora largamente diffusa sul territorio. La conversione dell’energia marina in energia elettrica avviene in modo analogo allo sfruttamento dell’energia eolica. Ciò significa grazie all’installazione di particolari generatori ad asse verticale e orizzontale.

Fonti energetiche rinnovabili: energia oceanica

Asvis – Piano energia e clima: rinnovabili al 30% entro il 2030

Foto: Pixabay

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta