sabato, Aprile 13, 2024

Rome 22°C

Europa League, Slavia-Milan 1-3: rossoneri ai quarti

(Adnkronos) –
Tutto facile per il Milan che avanza in scioltezza ai quarti di finale di Europa League. I rossoneri, come all'andata al 'Meazza', oggi sfruttano la superiorità numerica per l'espulsione di un avversario sullo 0-0 al 20' del primo tempo e si impongono 3-1 all'Eden Arena, dopo aver già vinto per 4-2 all'andata. A decidere il match le reti di Pulisic al 34', Loftus-Cheek al 36' e Leao al 51' del primo tempo. Al 40' della ripresa Jurasek firma il gol della bandiera per lo Slavia.   I padroni di casa partono aggressivi sin dai primi minuti. Al 3' Maignan controlla con troppa disinvoltura un retropassaggio, la palla gli sfugge e, nel tentativo di rimediare allontanando il pallone di fretta, prende una botta dall'attaccante avversario in pressing e per poco non lo colpisce rischiando il rigore. Nell'azione il portiere francese si fa male ma stringe i denti e dopo che lo staff medico rossonero gli fascia la gamba, riprende il suo posto tra i pali.  Al 14' proprio Maignan compie uno straordinario intervento sulla girata ravvicinatissima di Chytil, che difende palla contro Tomori e si gira all'improvviso. Palla diretta nell'angolo basso, l'estremo difensore rossonero ci arriva allungando il piede proprio della gamba infortunata. Al 18' Maignan alza bandiera bianca: al suo posto Sportiello. Al 20' i cechi restano in dieci. L'arbitro espelle il capitano Holes per un brutto fallo su Calabria. Lo Slavia resta in dieci come una settimana fa al 'Meazza'. Al 24' lo Slavia reclama un rigore per un intervento in area di Theo, l'arbitro lascia correre, Trpisovsky in panchina protesta e si prende l'ammonizione. Intanto piovono bicchieri in campo: deve intervenire lo speaker. Al 28' Giroud triangola con Pulisic e lo lancia verso la porta. L'ex Chelsea entra in area e cerca lo scavetto, ma Stanek riesce a salvare.  
Al 34' i rossoneri sbloccano la partita. Leao in area serve Pulisic che controlla davanti alla porta, finta di destro e conclude di sinistro. Al 36' arriva subito il raddoppio: uno-due di Theo con Leao, bel crosso del francese per Loftus-Cheek che arriva in corsa e batte a rete per il 2-0. Al sesto minuto di recupero Leao cala il tris. Dalla sua zona, a sinistra, trova un interno destro a giro che si spegne all'incrocio dei pali.  
La ripresa ha poco da dire con la qualificazione in ghiaccio per i rossoneri che gestiscono senza correre particolari rischi. Al 18' occasione sprecata da Giroud. Il Milan recupera palla alto, va subito in verticale per l'attaccante francese che davanti alla porta cerca la finezza con un tocco delicato ma la palla sfila a lato. Al 21' l'arbitro ferma il gioco. Adli stava per calciare un corner quando gli è piovuto addosso di tutto.  L'arbitro chiede al quarto uomo di far lanciare un appello dallo speaker, ma il messaggio non viene considerato dai tifosi, che continuano a lanciare bicchieri nei pressi della bandierina, rendendo impossibile il corner. Alla fine l'arbitro va dal capitano Provod, che a sua volta si dirige sotto alla curva. Rapida chiacchierata con i tifosi e torna la calma. Al 40' gran bel gol del neoentrato Jurasek. Il ventenne ceco trova un sinistro a giro nell'angolino.  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter