GeckoFest a Spina di Marsciano, storie di ricostruzione

Il 13 e 14 settembre GeckoFest parte da Spina di Marsciano, borgo medievale umbro restituito ai suoi abitanti dieci anni dopo il terremoto. Una ricostruzione laboriosa che ora vuole farsi modello di costruzione e visione del futuro.Un evento in gemellaggio con Norcia, colpita dal terremoto del 2016. In anteprima nazionale il film pluripremiato “Antropocene. L’epoca umana"

0

Spina di Marsciano, provincia di Perugia, ospita la prima edizione di Geckofest, a dieci anni dal sisma in Umbria la parola d’ordine è: Adaptation, che non è “adattarsi”, ma cambiare paradigma da problema a opportunità, da attesa a visione, da costo a investimento, da emergenza a progettualità. Come, insomma, sopravvivere all’evento distruttivo che è un terremoto?

GeckoFest, in questo senso, vuole rappresentare una risorsa. Si tratta di un incubatore di eventi e performance costruite sul territorio con il patrocinio di Enti, Istituzioni e Aziende sensibili ai temi della sostenibilità e del cambiamento. La missione è fare incontrare storie di scienziati, innovatori economisti, amministratori, imprenditori, sportivi, artisti, liberi pensatori; di chi ha accolto l’inevitabile trasformandolo in progetti, cultura, ricerca, sviluppo di nuove economie. E riportare vita al territorio.

Il Gecko, “animale dalle mille risorse e dalla straordinaria capacità di restare attaccato all’ambiente in cui vive”, sottolineano gli organizzatori dell’appuntamento, citando Charles Darwin: “Non è la specie più forte a sopravvivere e nemmeno quella più intelligente ma la specie che risponde meglio al cambiamento”.

Al centro di tutto la tenacia e l’ingegno dell’uomo che sa reagire alle fragilità fisiche e alle avversità naturali, riconverte territori e realtà industriali, crea città sempre più sostenibili e usa la tecnologia per aiutare il pianeta a rigenerarsi.

Simona ChipiPer saperne di più abbiamo chiesto a Simona Chipi, la presidente dell’associazione che organizza il GeckoFest, che ama definirsi “ artista e giornalista molto trasversale, tendenzialmente apolide, fatalmente attratta dai progetti impossibili.

Come nasce il progetto GeckoFest?

GeckoFest nasce dalla consapevolezza che parlare di cambiamento è quanto mai necessario in questo momento storico attraversato da trasformazioni epocali. Sono cambiamenti veloci che riguardano tanti aspetti dal clima al mondo del lavoro e al sistema sociale. Senza considerare, poi, il ritmo pazzesco con cui cambiano le nuove tecnologie. C’è, poi, il desiderio di riportare in vita questo territorio, una parte dell’Umbria meno conosciuta ma bella tanto quanto quella più nota”.

Come è stata attuata la ricostruzione in questi anni?

“Come tutte le ricostruzioni post terremoto l’iter è stato lungo soprattutto per quel che riguarda l’aspetto burocratico. Tempi lunghi che vediamo anche nella ricostruzione nel Centro Italia colpita dal sisma nel 2016. In questo territorio la ricostruzione è stata laboriosa ma al termine di questo lungo percorso possiamo dire che è stata fatta a regola d’arte. Spina è un borgo molto più bello di prima, gli interventi hanno rispettato la sua architettura e la sua storia”.

 

GeckoFest a Spina di Marsciano, storie di ricostruzione

Il programma di GeckoFest

Sul palco del GeckoFest si alterneranno momenti istituzionali, confronti, racconti, proiezioni, approfondimenti scientifici, musica.

La rigenerazione dei borghi colpiti dal sisma e la comunicazione oltre l’emergenza saranno il tema del Workshop interdisciplinare realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia e Regione Umbria mentre le storie di chi in tutto il mondo è alle prese con il cambiamento climatico saranno raccontate in “Adaptation”, la piattaforma multimediale presentata in piazza dal giornalista e divulgatore Marco Merola.

La sera una grande anteprima con la proiezione di “Antropocene. L’epoca umana” il pluripremiato film documentario diretto da Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier, Edward Burtynsky narrato in italiano da Alba Rohrwacher. Un viaggio epico in tutto il mondo, Italia compresa, per immortalare le prove più spettacolari dell’influenza umana sul pianeta. Distribuito da Fondanzione Stenser e Valmyn sarà nelle sale dal 19 settembre.

GeckoFest è un evento ideato e organizzato da Spin-A Enhancing People, Associazione culturale senza fini di lucro nata a Spina, che attraverso il Festival vuole sostenere la conoscenza e la valorizzazione di un territorio dalla straordinaria ricchezza naturalistica e culturale.

GeckoFest è patrocinato da: Commissione Europea, Regione Umbria, Comune di Marsciano, Comune di Norcia, Confindustria Umbria, Università degli Studi di Perugia, PEFC, GeckoFest aderisce alla Filiera Solidale PEFC Vaia 2018.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta