venerdì, Dicembre 2, 2022
8.6 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroEventi e IniziativeIl Giardino di Ninfa, riaperto Il 23 maggio in totale sicurezza

Il Giardino di Ninfa, riaperto Il 23 maggio in totale sicurezza

La Fase 2 vede la riapertura di diverse attività commerciali e culturali. Da sabato 23 maggio si potrà finalmente tornare ad ammirare lo splendido giardino di Ninfa, un luogo importante per il suo interesse storico e letterario. Il parco è intitolato a Marguerite Chapin Caetani. La fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta Onlus ha reso note tutte le date 2020 su Facebook. Gli ingressi seguono regole precise per garantire la sicurezza dei visitatori.

La date:

  • Maggio: 23, 24, 30, 31
  • Giugno: 2, 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28
  • Luglio: 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26
  • Agosto: 1, 2, 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30
  • Settembre: 5, 6, 12, 13, 19, 20, 26, 27
  • Ottobre: 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25, 31
  • Novembre: 1

Le nuove modalità di visita del giardino

  • Si dovrà arrivare muniti di mascherine e guanti e all’ingresso il personale misurerà la temperatura corporea e darà informazioni sulle misure da rispettare. Obbligatorio mantenere la distanza minima di 1,5 metri fra le persone e in alcuni punti ci saranno dispenser con gel igienizzante.
  • All’ingressdo I visitatori riceveranno  una mini guida (scaricabile anche dal sito) che sarà possibile consultare durante la passeggiata.
  • Il personale della Fondazione Roffredo Caetani  fornirà assistenza e risponderà alle varie richieste.
  • La Prenotazione sarà possibile online oppure direttamente alla biglietteria del Giardino di Ninfa (fino ad esaurimento della disponibilità giornaliera).

Il giardino di Ninfa si trova  nel Comune di Cisterna di Latina e occupa una superficie di circa 8 ettari, al confine con Norma e Sermoneta,. Realizzato nel 1921 da   Gelasio Caetani, è uno splendido e romatico giardino.

Soltanto nel 1930 il giardino di Ninfa acquista il fascino romantico, grazie alla sensibilità della moglie di Roffredo Caetani, Marguerite Chapin e poi della figlia Lelia. Sarà proprio la configurazione all’inglese che donerà il suo aspetto affascinanet,  creando uno spazio verde in cui più elementi diversi tra loro trovano un’unione ed una sintonia.

Il gardino prende il nome di Ninfa da un piccolo tempio situato nell’attuale giardino, dedicato alle Ninfe Naiadi, divinità delle acque sorgive.

Riconoscimenti

Al fine di tutelarne l’habitat, il giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 .  Visitato tutti gli anni da 50.000 turisti, secondo il New York Times Ninfa è il giardino più bello del mondo, Premiato nella sezione “L’eredità europea dei giardini e del giardinaggio” dell’European Garden Award 2018-2019 e dichiarato anche Oasi affiliata del WWF.

Flora e fauna

All’interno del giardino è possibile incontrare 1300 specie botaniche e  ammirare le varietà di magnolie decidue, betulle, iris palustri e aceri giapponesi, nonché i ciliegi e i meli, spettacolari durante la stagione di fioritura di primaverile.

Tante le piante  peculiari del giardino tra cui risaltano  i viburni, i caprifogli, i ceanothus, gli agrifogli, le clematidi, i cornioli e le camelie. La coltivazione di piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i bananl è rigogliosa grazie al clima, particolarmente mite. Non mancano anche gli arbusti piantati, caratteristici non solo per la loro bellezza, ma anche perché ospitano un’ampia varietà di animali, tra cui spicca il folto gruppo dell’avifauna, con oltre 100 specie censite.

Consigli utili:

  • Il giardino rimarrà aperto dalle ore 9 alle 18 (fino a giugno), dalle ore 9 alle ore 18.30 (luglio, agosto e settembre) e dalle ore 9 alle ore 15.30 (ottobre e novembre).
  • Per il pranzo è disponibile un punto ristoro dove,  è consigliabile la prenotazione al numero 0773.164.68.43 o scrivendo una mail a info@prodottipontini.it

Prenotazioni visite e orari:

  • Giardino di Ninfa (sito)
  • Fondazione Roffredo Caetani (sito)

Come raggiungere il giardino di Ninfa:

  • In treno: Da Napoli centrale o da Roma termini tutti i regionali e gli intercity che fermano alla stazione di Latina Scalo. Da li è possibile in circa 10 minuti raggiungere in taxi il Giardino di Ninfa (tel. 0773. 63 22 92 attivo anche la domenica).
  • In macchina: Da Roma è possibile imboccare dal raccordo la strada statale 148 e proseguire fino al bivio per Borgo Bainsizza. Da Napoli prendere l’autostrada A3 in direzione Roma e uscire a Frosinone.

Cerchiamo di tornare alla normalità, con calma, responsabilità e rispetto. La natura ci offre l’ennesima opportunità, non sprechiamola.

Foto: Pixabay

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI