Il 23 maggio riapre il Giardino di Ninfa in modalità sicurezza

Sabato 23 maggio riapre il giardino di Ninfa. A causa dell’emergenza per il contenimento del covid-19, la visita sarà individuale e libera, anziché di gruppo, così da poter agevolare il rispetto delle norme governative e regionali. Sono aperte le prenotazioni online

0

L a Fase 2 è caratterizzata dalla riapertura di diverse attività commerciali e culturali. Da sabato 23 maggio si potrà finalmente tornare ad ammirare lo splendido giardino di Ninfa, gioiello di rara bellezza, luogo storico importante e anche parco letterario intitolato a Marguerite Chapin Caetani. La fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta Onlus ha reso note tutte le date 2020 su Facebook. Gli ingressi seguono regole precise per garantire la sicurezza dei visitatori.

La date:

  • Maggio: 23, 24, 30, 31
  • Giugno: 2, 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28
  • Luglio: 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26
  • Agosto: 1, 2, 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30
  • Settembre: 5, 6, 12, 13, 19, 20, 26, 27
  • Ottobre: 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25, 31
  • Novembre: 1

Le nuove modalità di visita del giardino

  • Si dovrà arrivare muniti di mascherine e guanti e all’ingresso il personale misurerà la temperatura corporea e darà informazioni sulle misure da rispettare. Obbligatorio mantenere la distanza minima di 1,5 metri fra le persone e in alcuni punti ci saranno dispenser con gel igienizzante.
  • I visitatori riceveranno all’ingresso una mini guida (scaricabile anche dal sito) da consultare durante la passeggiata.
  • Il personale della Fondazione Roffredo Caetani sarà comunque presente per dare assistenza e rispondere a eventuali domande, nella parte della biglietteria e anche nell’area parcheggio.
  • Prenotazione online oppure direttamente alla biglietteria del Giardino di Ninfa (fino ad esaurimento della disponibilità giornaliera).

Il giardino di Ninfa si estende su una superficie di circa 8 ettari nel Comune di Cisterna di Latina, al confine con Norma e Sermoneta, ed è uno splendido giardino dall’aspetto romantico realizzato da Gelasio Caetani nel 1921.

Il giardino acquista il fascino romantico e spontaneo di oggi solo nel 1930, grazie alla sensibilità della moglie di Roffredo Caetani, Marguerite Chapin e poi della figlia Lelia che ne curarono l’aspetto conferendogli la configurazione all’inglese, creando uno spazio verde in cui più elementi diversi tra loro trovano un’unione ed una sintonia.

Fonte di ispirazione per tanti celebri artisti, come Virginia Woolf, Capote, D’Annunzio e Ungaretti. Il nome Ninfa deriva da un tempietto di epoca romana, dedicato alle Ninfe Naiadi, divinità delle acque sorgive, situato nell’attuale giardino.

Riconoscimenti

Il giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 al fine di tutelarne l’habitat costituito dal fiume Ninfa e dal Parco Naturale Pantanello. Secondo il New York Times Ninfa è il giardino più bello del mondo, visitato tutti gli anni da 50.000 turisti. Premiato nella sezione “L’eredità europea dei giardini e del giardinaggio” dell’European Garden Award 2018-2019 e dichiarato anche Oasi affiliata del WWF.

Flora e fauna

Negli otto ettari di giardino s’incontrano 1300 specie botaniche. È possibile ammirare le varietà di magnolie decidue, betulle, iris palustri e aceri giapponesi, nonché i ciliegi e i meli, spettacolari durante la stagione di fioritura di primaverile.

Tra le piante peculiari del giardino figurano i viburni, i caprifogli, i ceanothus, gli agrifogli, le clematidi, i cornioli e le camelie. Il clima, particolarmente mite, consente la coltivazione di piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani. Non mancano anche gli arbusti piantati, caratteristici non solo per la loro bellezza, ma anche perché ospitano un’ampia varietà di animali, tra cui spicca il folto gruppo dell’avifauna, con oltre 100 specie censite.

Le informazioni utili

  • Il giardino sarà aperto dalle ore 9 alle 18 (fino a giugno), dalle ore 9 alle ore 18.30 (luglio, agosto e settembre) e dalle ore 9 alle ore 15.30 (ottobre e novembre).
  • Disponibile come sempre un punto ristoro dove, per il pranzo, è consigliabile la prenotazione al numero 0773.164.68.43 o scrivendo una mail a info@prodottipontini.it

Prenotazioni visite e orari:

  • Giardino di Ninfa (sito)
  • Fondazione Roffredo Caetani (sito)

Come raggiungere il giardino di Ninfa:

  • In treno: Da Napoli centrale o da Roma termini tutti i regionali e gli intercity che fermano alla stazione di Latina Scalo. Da li è possibile in circa 10 minuti raggiungere in taxi il Giardino di Ninfa (tel. 0773. 63 22 92 attivo anche la domenica).
  • In macchina: Da Roma è possibile imboccare dal raccordo la strada statale 148 e proseguire fino al bivio per Borgo Bainsizza. Da Napoli prendere l’autostrada A3 in direzione Roma e uscire a Frosinone.

Cerchiamo di tornare alla normalità, con calma e rispetto. La natura ci offre l’ennesima opportunità, non sprechiamola.

Foto: CREDITS PH

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta