Il biologico per nutrire il pianeta

La Festa del BIO, a Bologna sabato 7 settembre, è un’occasione per parlare di biologico, confrontarsi ed accedere alle giuste informazioni. Una giornata dedicata a talk show che rappresentano momenti di riflessione tra esperti e grande pubblico, all’interno di una festa tra show cooking e degustazioni per assaporare le eccellenze del BIO made in Italy

0

Il biologico per nutrire il pianeta. Nell’ambito di Sana, il 31° salone internazionale del biologico e del naturale che si svolgerà alla Fiera di Bologna dal 6 al 9 settembre, sabato 7 settembre appuntamento a Palazzo Re Enzo, nel cuore di Bologna, con la Festa del BIO edizione 2019.

L’obiettivo della manifestazione organizzata da Federbio – la federazione di organizzazioni di tutta la filiera dell’agricoltura biologica e biodinamica, avente l’obiettivo di tutelarne e favorirne lo sviluppo,  in collaborazione con AssoBio e con la partecipazione di Kyoto Club e del WWF – è far conoscere e far vivere il vero biologico attraverso talk divulgativi per riflettere su un approccio più attento verso lo spreco alimentare, i cambiamenti climatici, l’ambiente e la salute, alternati a momenti di show cooking con degustazioni di prodotti e ricette bio.

Il biologico arma contro gli sprechi alimentari

Il primo approfondimento, in programma alle 15 e 40, dal titolo “Cambia la terra per ridurre gli sprechi alimentari”, fa riferimento ad alcuni dati forniti dalla FAO, secondo la quale un terzo di tutti i prodotti alimentari a livello mondiale vengono perduti o sprecati ogni anno lungo l’intera catena di approvvigionamento, per un valore di 750 miliardi di dollari.

 

A dare un contributo importante a ridurre la perdita e lo spreco di cibo sono le produzioni alimentari da filiere corte, biologiche e locali, che possono evitare rilevanti ripercussioni negative sia a livello socio-economico che ambientale. Personalità di rilievo, ricercatori ed esperti si confrontano su uno dei temi più urgenti e discussi su scala globale: lo spreco alimentare e il cibo come bene comune.

Il biologico arma contro i cambiamenti climatici

Il secondo talk, in programma alle ore 18, è dedicato a un altro tema di grande attualità: i cambiamenti climatici. L’agricoltura biologica può vantare un forte potenziale nella mitigazione dei cambiamenti climatici poiché è in grado di sequestrare grosse quantità di carbonio nei suoli e di ridurre le emissioni dei gas serra.

Ciò avviene grazie all’esclusione di prodotti chimici di sintesi e all’uso ottimale di pratiche agronomiche quali sovesci, rotazioni, colture intercalari, colture di copertura e tecniche di compostaggio. La FAO considera la diffusione dell’agricoltura biologica come una ipromettente strategia per la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento agli stessi.

 Divertimento e show cooking

Al termine dei talk, lo chef Riccardo Facchini de La Prova del Cuoco realizzerà live degustazioni a base di prodotti biologici. Momenti aperti ad un pubblico affamato di valori, dove imparare a trattare le materie prime con rispetto, per esaltarne le qualità organolettiche.

Ospiti speciali della giornata sono i bambini,  che hanno la possibilità di scoprire il mondo del biologico e i valori da coltivare con passione per far germogliare il seme del rispetto per l’ambiente, la biodiversità e il territorio.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta