Il Carlino Orlando, La nuova Star dei Cantieri Italiani

“Non è un cantiere per vecchi” è il cortometraggio dell’associazione Disordine degli Architetti che ha come protagonista il carlino Orlando. La star a quattro zampe e il suo padrone Bacci, passeggiano fra i cantieri raccontandoci la storia e le trasformazioni della città di Genova attraverso il cantiere di Scalinata Borghese

0

Il 7 gennaio 2020, è stato pubblicato il cortometraggio dal titolo “Non è un cantiere per vecchi”. Si tratta dell’ultimo progetto dell’associazione culturale genovese Disordine degli Architetti, nata nel 2017. Protagonisti del corto sono l’anziano architetto genovese Bacci con il suo carlino nero Orlando. Il piccolo amico a quattro zampe che ormai è già una star.

“La trasformazione delle città rappresenta nell’immaginario collettivo un momento distante dalla vita quotidiana, un punto di partenza ed un punto di arrivo, senza che se ne voglia indagare il processo che porta dal progetto alla realizzazione. Con questo format vogliamo rendere omaggio alla città come luogo dei nostri ricordi, raccontando le sue trasformazioni attraverso gli occhi e le voci di Bacci e Orlando

Il Carlino Orlando, La nuova Star dei Cantieri Italiani Il corto si svolge nel cantiere di Scalinata Borghese a Genova, durante i mesi dei suoi lavori. In “Non è un cantiere per vecchi” il dolce carlino Orlando fa lunghe passeggiate tra i cantieri assieme al suo anziano padrone che intanto ci racconta di come la città si sia trasformata e di quanto ancora lo stia facendo. Ci racconta i ricordi e la storia delle opere in lavorazione.

L’opera è la Scalinata Borghese, gioiello liberty di Genova che da poco ha riaperto i battenti dopo una rivoluzionaria ristrutturazione. E che nei mesi scorsi è dunque diventato anche il set dove il cane Orlando ha potuto mostrare le sue arti recitative.

Il Carlino Orlando fra i cantieri

Il Carlino Orlando, La nuova Star dei Cantieri Italiani L’anziano architetto Bacci con il suo amato cagnolino Orlando, girano per il cantiere, simbolo della trasformazione delle nostre città e di questo ponte tra passato e futuro a cui spesso non facciamo caso, ma che tanto incide sulla nostra stessa quotidianità di cittadini. Il tutto anche attraverso la visuale e il punto di vista del piccolo Orlando. Questo però è solo l’ultimo progetto dell’associazione Disordine degli Architetti.

In passato, sono state altre le iniziative a tema architettura che hanno fatto notizia. Ad esempio, il concorso Archindependence Day per riprogettare i monumenti e l’Archi World Cup, una competizione on line per raccontare la storia degli architetti più famosi al mondo.  A coordinare e a gestire la ristrutturazione di Scalinata Borghese è stato invece, il gruppo Viziano che ha accolto con entusiasmo il progetto dell’associazione Disordine degli Architetti.

Il Carlino Orlando, La nuova Star dei Cantieri Italiani Viziano ha poi invitato il cane Orlando con lo staff che ha lavorato al corto, alla presentazione ufficiale che si terrà a inizio gennaio alla presenza delle istituzioni, tra cui il Sindaco Marco Bucci e il governatore della Regione Giovanni Toti. “Il progetto è stato presentato nel 2004. Per 15 anni con il Comune di Genova abbiamo avuto degli scontri – incontri che hanno portato alla produzione di tantissimi documenti.

Nonostante la lunga trattativa il cantiere è durato solo un anno, questo grazie ad una progettazione snella ed a una programmazione ben organizzata di tutti gli interventi. Tutto questo per dare alla popolazione il minor disagio possibile. Hanno contribuito molte persone, molte imprese, per un risultato finale semplicemente meraviglioso” ha spiegato l’Arch. Maria Luisa Viziano, direttore dei lavori.

A breve, su Green Planet News uscirà anche un’intervista in cui approfondiremo con Disordine degli Architetti, il discorso sull’iniziativa, nonché sul cortometraggio.

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta