venerdì, Luglio 19, 2024

Rome 36°C

In arrivo da Google le mappe eco-sostenibili

In arrivo da Google le mappe eco-sostenibili
Foto di Photo Mix da Pixabay

Da pochi giorni in America e dal 2022 anche in Europa, l’algoritmo dell’applicazione renderà possibile la scelta di percorsi “eco-sostenibili” calcolando i tragitti per consumare meno. L’AI (Intelligenza artificiale) gestirà i semafori

Incrementare l’eco-sostenibilità è l’obiettivo che il colosso Google si è prefisso e per questo lancia nuove funzionalità di Maps che mirano ad incrementare l’eco-sostenibilità durante gli spostamenti.

Per impostazione predefinita tramite Maps, si potrà scegliere il percorso che comporta la quantità minore di emissioni di carbonio, quando l’ora di arrivo stimata è simile a quella dell’itinerario più veloce.

Google le mappe eco-sostenibili in Europa

In Europa è previsto l’arrivo della funzione nel 2022. Questa novità, sulla base delle stime di Google, consentirà di evitare oltre 1 milione di tonnellate di emissioni di carbonio all’anno. In pratica equivarrebbe alla rimozione dalla strada di oltre 200 mila auto.

Google inoltre è impegnata a favore della transizione ecologica e sta pertanto lavorando affinché le auto che continuano a circolare siano eco-friendly. La ricerca sarà semplificata per fare in modo di vedere le opzioni di modelli ibridi e veicoli elettrici, confrontarli con quelli a benzina, e trovare eventuali sgravi.

Una grande parte dello sforzo, è innegabile, in merito alla piattaforma di Maps, ha riguardato il miglioramento dei percorsi pedonali e ciclabili. Nell’ambito dei miglioramenti, Google con le mappe eco-sostenibili, ha tenuto conto di offrire una maggiore facilità a trovare l’itinerario giusto per raggiungere i luoghi desiderati, anche tramite bici e scooter elettrici in sharing, la cui localizzazione viene ampliata per oltre 300 città al mondo.

Come riportato dall ANSA, Sundar Pichai, Ceo di Google e Alphabet spiega: – “Stiamo cercando nuovi modi per rendere più efficienti i percorsi stradali nei centri urbani “. Prosegue Pichai “Uno di questi è la ricerca preventiva con l’uso dell’intelligenza artificiale per ottimizzare l’efficienza dei semafori. Abbiamo sperimentato l’AI in Israele, per prevedere le condizioni del traffico e fare in modo che i semafori si alternino nel momento migliore, ottenendo come risultato una riduzione del 10-20% del consumo di carburante e dei ritardi agli incroci. Porteremo la tecnologia, nel breve periodo, a Rio de Janeiro e in altre città”.

Fonte: ANSA

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter