La scuola Antonio Brancati di Pesaro è l’istituto di platino in sostenibilità

Un risultato prestigioso per la nuova scuola secondaria di primo grado Antonio Brancati di Pesaro, alla quale è stato riconosciuto di essere uno degli edifici scolastici con maggiore sostenibilità ambientale d’Europa

0

Per gli studenti e per la scuola non è certo un buon periodo, ma con la speranza che i nostri ragazzi possano presto tornare seduti ai loro banchi, vogliamo sottolineare un’esperienza che deve rappresentare un esempio ed un modello quando si parla di edilizia scolastica.

Ci riferiamo alla scuola Antonio Brancati di Pesaro, il cui edificio è stato riconosciuto come il più sostenibile d’Europa, conseguendo il punteggio di 88 punti su 100 e potendosi fregiare del certificato LEED v4 BD+C: School di Livello Platino. In questa scuola saranno trasferiti gli alunni che frequentano la scuola media di Via Confalonieri che fa parte dell’Istituto Comprensivo Annibale Olivieri.

Foto da web www.pu24.it

La sfida era quella di ottenere un edificio “amico dell’ambiente e delle persone”, un luogo favorevole allo studio e in armonia con le case circostanti. Possiamo tranquillamente ammettere che è stata vinta, grazie alla visione sviluppata dall’arch. Margherita Finamore del Comune di Pesaro, responsabile del procedimento. L’edificio è stato realizzato dal Consorzio Conscoop, che ha avuto come ditte esecutrici Formula Servizi, Idrotermica Coop e Siem Impianti tutte della provincia di Forlì, infine grazie allo sviluppo tecnico dei criteri del bando dello studio ATIproject. Una struttura realizzata per un costo complessivo di 4 milioni di euro, con un contributo da parte del GSE di oltre 800 mila euro.

Un involucro a piena efficienza

Ma quali sono le caratteristiche che hanno permesso un risultato così prestigioso. Innanzitutto il suo involucro progettato per evitare dispersioni e impedire il surriscaldamento grazie alla parete ventilata e alle schermature solari. Il bando realizzato prevedeva lo studio dei parametri termo-igrometrici, acustici, illuminotecnici dando grande attenzione al benessere interno per ottenere un ambiente salubre, accogliente tale da avere le migliori condizioni per lo studio.

La scuola Antonio Brancati di Pesaro è l’istituto di platino in sostenibilità
Foto da web www.pu24.it

Zero impatti negativi sull’ambiente

I consumi vengono ottimizzati grazie a un sistema di automazione e controllo da remoto degli impianti realizzato in Classe A. Attenzione anche ai temi dell’economia circolare e alla salubrità degli ambienti mediante monitoraggio di temperatura, umidità, presenza di CO2, di fattori illuminanti con uso di lampade a led con sensori di presenza nelle aule e di un corretto ricambio di aria immessa dall’esterno dopo essere filtrata e purificata.

La scuola Antonio Brancati di Pesaro è l’istituto di platino in sostenibilità
Foto da web www.pu24.it

La gestione dei rifiuti durante la costruzione, la presenza di una vasca di raccolta dell’acqua piovana, l’attenzione per la scelta di materiali sostenibili e allo spreco dell’acqua, lo studio della luce naturale e artificiale, oltre che l’efficienza energetica grazie ad un sistema impiantistico alimentato quasi esclusivamente da pannelli fotovoltaici o da rete di fonte rinnovabile, sono gli elementi indicati nel bando di gara e poi realizzati tesi a limitare gli impatti negativi sull’ambiente.

La soddisfazione del sindaco di Pesaro

Anche il sindaco di Pesaro Matteo Ricci ha voluto salutare con entusiasmo il riconoscimento alla scuola Antonio Brancati: “La scuola è vita, futuro e socialità. Ed è per questo che la rinascita della nostra città deve passare anche per l’istruzione. Fin dai tempi di progettazione si intuiva che la nuova scuola in via Lamarmora potesse diventare un fiore all’occhiello. Un risultato di giusta politica della nostra amministrazione, rivolto ad una edilizia sì efficiente ma anche responsabile. Un bel traguardo che ci responsabilizza nel portare avanti nuove sfide nel rispetto della green economy, del consumo di suolo, guardando sempre più ad innovazione ed efficientamento”.

 

Leggi anche:

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News

Lascia una risposta