giovedì, Aprile 25, 2024

Rome 15°C

Morte sul set di ‘Rust’, Baldwin chiede stop accusa di omicidio colposo

(Adnkronos) – Gli avvocati di Alec Baldwin hanno chiesto al giudice di respingere l'accusa di omicidio colposo in merito alla sparatoria mortale avvenuta sul set del film "Rust", accusando i pubblici ministeri di aver violato le regole nell'acquisizione degli atti forniti dall'accusa. In particolare, la difesa sostiene che i pubblici ministeri abbiano violato le ordinanze del tribunale divulgando informazioni ai media e privato "illegalmente" il gran giurì delle prove favorevoli a Baldwin. Secondo gli avvocati si tratta di "un abuso del sistema ai danni di una persona innocente i cui diritti sono stati calpestati all'estremo. La corte dovrebbe respingere l'accusa". Baldwin è accusato di omicidio colposo per la morte della direttrice della fotografia Halyna Hutchins avvenuta sul set del film western di Rust nell'ottobre 2021 a causa dell'esplosione della pistola di scena tenuta dall'attore. La mozione di archiviazione arriva pochi giorni dopo la condanna per omicidio colposo di Hannah Gutierrez-Reed, responsabile delle armi sul set di 'Rust'. L'accusa prevede una pena massima di 18 mesi di carcere e una multa di 5.000 dollari. L'attore, che si è sempre dichiarato non colpevole, è stato nuovamente accusato di omicidio colposo nel gennaio di quest'anno e dovrà affrontare un processo a partire dal 10 luglio.  —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter