martedì, Luglio 16, 2024

Rome 33°C

Maratona Ferroviaria 2023, le ferrovie regionali per promuovere lo sviluppo dei territori

Maratona Ferroviaria 2023, le ferrovie regionali per promuovere lo sviluppo dei territori
Maratona Ferroviaria 2023, le ferrovie regionali per promuovere lo sviluppo dei territori, foto per gentile concessione dell'Ufficio Stampa Italia Nostra

Un viaggio di tre giorni nel cuore dell’Italia Centrale, viaggiando su treni regionali, per incontrare associazioni e comitati sui territori, scoprire angoli d’Italia troppo spesso dimenticati e pensare nuove esperienze positive di mobilità sostenibile.  

Ogni anno AMODO, l’Alleanza per la Mobilità Dolce, organizza la Maratona Ferroviaria, un piccolo viaggio sulle linee ferroviarie locali, un’occasione di esplorazione di un territorio, per scoprirne la ricchezza e difendere il sistema ferroviario minore che lo connette.

Un itinerario di qualche giorno per raccontare le eccellenze turistiche, naturalistiche, culturali ed enogastronomiche delle regioni Italiane da un punto di vista inedito e su un mezzo di trasporto, il treno, che resta ancora oggi il più affascinante di sempre.

Viaggiare sulle ferrovie, incontrare i comitati e le associazioni ambientaliste, è il modo più efficace per verificare lo stato di salute delle reti locali, le connessioni e le coincidenze, e promuoverne la crescita e lo sviluppo futuro.

La IX Edizione della Maratona Ferroviaria

Quest’anno si celebra la IX Edizione della Maratona Ferroviaria, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Ministero della Cultura, Ministero del Turismo, ANCI, Fondazione FS, ASSTRA, Fondazione Biblioteca Pozzo, Re.Mi. e con RFI Rete Ferroviaria Italiana. Questa si snoderà tra le regioni italiane sui treni regionali per incontrare rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni attive sul territorio ed alla scoperta di esperienze positive di mobilità sostenibile.

Dopo aver toccato i lembi estremi del nostro Paese (il Salento, la Sicilia, il Friuli, la Valle d’Aosta, la Sardegna, le Alpi, la Basilicata) quest’anno la Maratona si svilupperà nel cuore dell’Italia Centrale, tra Bologna e Roma, utilizzando lo storico valico della ferrovia Porrettana e sostando in splendide città d’arte come Perugia, Spoleto e Viterbo e si chiamerà Maratona ferroviaria dell’Etruria.

Foto per gentile concessione dell’Ufficio stampa Italia Nostra

Maratona Ferroviaria 2023: si parte da Bologna Centrale e si arriva a Roma Termini

Da Bologna a Roma, passando per Porretta Terme, Pistoia, Firenze, Perugia, Spoleto, Orte, Viterbo, su ferrovie locali.  Data di partenza è oggi, giovedì 27 aprile, per arrivare sabato 29 aprile alla stazione di Roma Termini. Momenti di incontro ci saranno a Porretta Terme, Spoleto, Orte, Viterbo, Anguillara e Roma.

A viaggiare sarà una delegazione composta, tra gli altri, da: Anna Donati, portavoce dell’Alleanza Mobilità Dolce (AMODO); Massimo Ferrari, Presidente di UTP AssoUtenti; Alessandra Bonfanti, referente mobilità Legambiente; Massimo Bottini, referente mobilità Italia Nostra; Bernardo Gennaro, Consigliere generale Association Europeenne des Cheminots (AEC); Andrea Ricci, Osservatorio Trasporti Regione Lazio; Silvio Cinquini della Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali (FIFTM) e Agostino Agostinelli di FederParchi.

Sarà un modo per verificare l’intermodalità delle stazioni e l’efficienza delle connessioni di traporto pubblico locale, che sono alla base del rilancio e della sostenibilità sociale delle aree interne del Paese – ha dichiarato Anna Donati, portavoce AMODO –. Incontreremo le associazioni e i comitati presenti sui territori, oltre ovviamente le istituzioni, per ragionare sui progetti di potenziamento delle ferrovie per la mobilità efficiente del Paese.

Non mancherà l’aspetto culturale, con il percorso della linea Porrettana, di grande valore turistico, e la visita al DORS di Pistoia, grazie alla disponibilità di Fondazione FS”.

La delegazione viaggerà con il biglietto “Italia in Tour” 3 giorni proposto da Trenitalia a 29 euro, che consente di viaggiare per tre giorni consecutivi senza limiti sui treni regionali e locali in tutta Italia.

Foto per gentile concessione dell’Ufficio stampa Italia Nostra

Il Programma della IX Edizione della Maratona Ferroviaria

Giovedì 27 aprile

Partenza da Bologna alle 11.04 con arrivo a Porretta Terme alle 12.14. Incontro al Comune di Alto Reno Terme con il Sindaco Giuseppe Nanni e Enrico Della Torre, direttore generale di Vivi Appennino. Proseguimento alle 13.22 per Pracchia e Pistoia, lungo il tratto più spettacolare della Porrettana.

Arrivo alla stazione di Pistoia alle 14.14 e veloce visita all’adiacente Deposito Officine Rotabili Storici (DORS), stabilimento dedicato al recupero, alla cura e alla protezione di locomotive, carrozze e littorine storiche, grazie alle competenze tecniche delle maestranze specializzate della Fondazione FS.

Alle 15.13 si riparte per Firenze, dove si prenderà il treno in coincidenza delle 16.13 per Perugia, con arrivo a Perugia Fontivegge alle 18.26. Salita in centro storico col MiniMetrò. Pernottamento a Perugia.

Venerdì 28 aprile

Partenza da Perugia alle 9.53 e arrivo a Spoleto alle 11.23, visita al Museo della Ferrovia Spoleto-Norcia e poi trasferimento in centro con il sistema di ascensori e scale mobili per la mobilità pedonale.

Alle 12.30 presso il Comune di Spoleto, alla presenza dell’Assessore Transizione ecologica ed energetica, economia circolare, biodiversità e paesaggio Agnese Protasi del Comune di Spoleto, di Gianluigi Bettin di Sviluppumbria e Luca Ministrini de LaSpoletoNorcia MTB si svolgerà la presentazione dell’Atlante della Mobilità Dolce, un’iniziativa digitale realizzata da AMODO insieme a RFI.

Al termine breve sosta pranzo e ripartenza alle 15.37 con arrivo a Orte alle 16.32. Saluto dell’Assessore al Turismo, Stella Fuselli del Comune di Orte. Coincidenza con il treno delle 17.00 con arrivo a Viterbo Porta Fiorentina alle 17.51.

A Viterbo è prevista una cena/incontro con il Presidente del Comitato per la riattivazione della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte, Raimondo Chiricozzi e con il Presidente di Confesercenti Viterbo. Pernottamento a Viterbo.

Sabato 29 aprile

Partenza alle 8.55 da Viterbo Porta Romana con il servizio FL3 di Trenitalia. Arrivo ad Anguillara alle 9.59 per consegna del riconoscimento di Stazione ad Alta Valenza Storica Turistica, Ambientale EUROFERR assegnato dall’Association Europeenne des Cheminots (AEC), insieme a UTP, ANFG e CIFI al Sindaco di Anguillara, Angelo Pizzigallo e a Stefano Mecali, Presidente dell’Associazione “Terra Tua”.

Ripartenza alle 10.59 da Anguillara e arrivo alle 11.35 ad Appiano Proba Petronia. Passeggiata fino alla stazione successiva lungo il tratto della pista ciclabile Monte Ciocci – San Pietro.

Ripartenza alle 12.40 da Valle Aurelia con arrivo alle 12.54 a Roma Ostiense. Alle 14.00 presso il Polo Museale dei Trasporti Astral, in Via Bartolomeo Bossi 7, presentazione dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità sugli sviluppi futuri della mobilità sostenibile a Roma e in particolare del Tram, dell’Appia Antica e della trasformazione della Monte Ciocci-San Pietro ex ponte ferroviario in percorso ciclopedonale.

Alle 14.30 si svolgerà la Premiazione EUROFERR assegnato AEC insieme a UTP, ANFG e CIFI al Polo Museale dei Trasporti Astral. Ritirano il premio l’Amministratore Unico di Astral, Antonio Mallamo e Caterina Isabella, Presidente del Comitato Polo Museale. Nel pomeriggio la delegazione si disperderà per ritornare alle proprie destinazioni.

ALTRI ARTICOLI
nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i più letti

Newsletter

Gli articoli della settimana direttamente sulla tua email

Newsletter