giovedì, Luglio 29, 2021
innovazione-ambiente-sostenibileinnovazione-ambiente-sostenibileinnovazione-ambiente-sostenibile
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteInquinamento“Piccoli gesti grandi crimini”, contro l’abbandono dei mozziconi nell’ambiente

“Piccoli gesti grandi crimini”, contro l’abbandono dei mozziconi nell’ambiente

Obiettivo dell’iniziativa “Piccoli gesti grandi crimini”, è la sensibilizzazione sulle conseguenze del “littering” – che conta 4,5 trilioni di mozziconi gettati nell’ambiente – e la raccolta di dati utili per capire e prevenire il fenomeno. Il progetto-pilota di Sorrento dello scorso anno ha visto una riduzione del 69% di mozziconi abbandonati nell’ambiente

Il progetto “Piccoli gesti grandi crimini” prende il via grazie a Marevivo in collaborazione con British American Tobacco (BAT) Italia e il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica e dell’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

Si parte da una vera e propria “scena del crimine” in cui, un poliziotto della scientifica svolge indagini accanto alle sagome delle vittime raffiguranti tartarughe, pesci e altri animali marini e un mozzicone gigante di sigaretta come simbolica “arma del delitto”. Un’installazione di grande impatto a rappresentare il centro del progetto “Piccoli gesti, grandi crimini”, cioè la volontà di accresce sensibilità e consapevolezza verso l’ambiente.

Quello di buttare a terra un mozzicone di sigaretta può apparire un “piccolo gesto” trascurabile ma che, in realtà, causa un gravissimo danno ambientale. Ogni anno sono 4,5 i trilioni di mozziconi che finiscono nell’ambiente (65%), solo in Italia 14 miliardi confermando così come i mozziconi siano tra i rifiuti più diffusi e più difficili da smaltire. Impiegheranno in media 10 anni a decomporsi.

Si stima che circa il 65% dei fumatori non smaltisca correttamente i mozziconi delle sigarette, così da invadere in grande quantità fiumi, coste e spiagge, finendo in mare. Scambiati per cibo, vengono inghiottiti da uccelli, pesci, tartarughe e altri animali marini, che possono arrivare anche a morire a causa di avvelenamento da tossine o soffocamento.

Le motivazioni dei comportamenti errati

Secondo quanto rilevato dal Report Marevivo, le motivazioni principali per le quali i cittadini fumatori ripetono comportamenti errati sono:

  • mancanza di sensibilità verso l’ambiente (62%)
  • mancanza di consapevolezza sul danno arrecato (36,6%)
  • mancanza di cestini e posacenere sul territorio (26,5%)
  • mancanza di sanzionamento per chi adotta questo errato comportamento (26%).

“Piccoli gesti grandi crimini”, i mozziconi il problema

“I mozziconi di sigaretta dispersi nell’ambiente rappresentano un grande problema dal punto di vista dell’inquinamento marino” ha dichiarato Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo. “Sono i rifiuti più frequenti sulle spiagge di tutto il mondo. In ogni attività di pulizia che facciamo i nostri volontari raccolgono migliaia di mozziconi. A causa delle loro dimensioni ridotte si potrebbe pensare che siano innocui, ma non è affatto così: al contrario, questi mozziconi rilasciano sostanze nocive nel mare, il loro filtro non è biodegradabile e, sminuzzandosi in microplastiche, rimane in mare per sempre. Tutto questo ha naturalmente un impatto terribile sull’ecosistema marino, e chiunque non si adoperi per cambiare le proprie abitudini diventa complice di questo crimine contro l’ambiente”.

Questa estate, tra giugno e agosto, il progetto coinvolgerà le città di Fermo, Catania e Bari, dove – per potenziare anche fattivamente l’efficacia dell’iniziativa – i volontari di Marevivo distribuiranno a cittadini e turisti oltre 15.000 posacenere tascabili e riutilizzabili, in plastica riciclata.

Con “Piccoli gesti grandi crimini” si vuole chiamare a raccolta tutti i cittadini e le Amministrazioni comunali d’Italia per accrescere la consapevolezza sul fenomeno del “littering” e promuovere una partecipazione attiva attraverso l’adozione e la promozione di comportamenti virtuosi.

Ogni cittadino potrà diventare ambassador della campagna sottoscrivendo il Manifesto direttamente sul sito di Marevivo e condividendo l’attestato sui propri canali social. Lo stesso potrà fare anche ogni Comune italiano, che avrà anche la possibilità di implementare una “Light edition” della campagna sul proprio territorio grazie alle Linee Guida e all’apposito Toolkit predisposto e messo a disposizione da Marevivo e BAT Italia.

L’iniziativa vivrà anche attraverso affissioni e sul digitale e, grazie al QR Code contenuto in tutti i materiali, le persone potranno interagire con il sistema di intelligenza artificiale “MARINA”.

“Sensibilizzare i fumatori affinché smaltiscano in modo corretto i prodotti del tabacco è per noi una priorità. Pertanto, con largo anticipo rispetto alle previsioni della direttiva Single Use Plastics ci siamo mossi in questa direzione” ha commentato Roberta Palazzetti, Presidente e Amministratore delegato di BAT Italia e Area Director Sud Europa.
“Con il progetto-pilota di Sorrento dello scorso anno abbiamo ridotto l’abbandono dei mozziconi nell’ambiente del 69%” – ha aggiunto Roberta Palazzetti.

Il progetto prevede inoltre una consistente fase di monitoraggio, sia qualitativo che quantitativo, per la raccolta di dati oggettivi da mettere a disposizione delle Istituzioni e aiutarle così a definire uno schema di responsabilità estesa del produttore che deve essere razionale, efficiente, di facile implementazione e realmente a tutela dell’ambiente.

Leggi anche

spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Rimani in contatto

4,072FansLike
1,618FollowersFollow
6FollowersFollow
492FollowersFollow
spot_img
- Advertisment -spot_img
- Advertisment -spot_img

Donazione

I PIù LETTI