lunedì, Giugno 27, 2022
38.4 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAmbienteSostenibilità#Race4Change, 10 startup unite nel nome della sostenibilità

#Race4Change, 10 startup unite nel nome della sostenibilità

Oggi, nella prima giornata di Puliamo il Mondo, Midori, la startup innovativa che ha creato lo smart meter NED, insieme ad altre 10 startup scenderà in strada a Milano per la prima edizione di #Race4Change, una vera e propria gara nel nome della sostenibilità

Pianeta ed ecosostenibilità. Sono queste le parole chiave di #Race4Change, l’iniziativa green che si svolgerà oggi a Milano in occasione di “Puliamo il Mondo” di Legambiente, l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.

A sostenere la prima edizione di #Race4Change un’alleanza di 11 aziende e startup italiane: Midori, Wekiwi, Homepal, Birò, BeMyEye, Micro (Selegiochi), Mimoto, Qwarzo, The Digital Project, Way2global e InventoLab. Una vera e propria gara tra squadre che concorreranno per la sostenibilità ambientale e sociale, muovendosi da un punto all’altro della città lombarda a piedi o con mezzi ecofriendly.

#Race4Change, perchè?

L’obiettivo di #Race4Change è particolarmente importante: raccogliere dalle strade la plastica, per sensibilizzare ed educare i cittadini ad un mondo pulito e sano, preservando le bellezze del pianeta. La partenza è fissata alle ore 15 presso Piazzale Duca d’Aosta, di fronte alla Stazione Centrale di Milano.

Il percorso sarà totalmente libero ma diviso in 4 zone, tra cui Moscova, Chinatown e Garibaldi, nonché gli spazi che circondano la stazione centrale, sino a raggiungere il quartiere di Isola e dintorni. Stop and go per i partecipanti da Grom in corso Buenos Aires e da Panino Giusto in via Turati, altre aziende che sostengono l’iniziativa.

“Midori ha da sempre a cuore la sostenibilità: core business della startup è l’impegno nel rivoluzionare lo scenario della smart home applicata al settore energetico grazie a NED, il primo smart meter Made in Italy che controlla i consumi degli elettrodomestici e insegna ad utilizzare correttamente l’energia”, spiega Christian Camarda, CEO di Midori. “Allo stesso tempo, crediamo che città più sostenibili si possano costruire solo con l’aiuto di tutti e sensibilizzando i cittadini, non solo all’interno delle mura domestiche. Quella del 2019 è la prima alleanza di startup in questo senso, sono certo che ne seguiranno molte altre e che tante altre aziende vorranno seguire il nostro esempio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI