Regeneration 20/30, l’alleanza per l’ambiente

Nasce la coalizione di leader globali per un nuovo paradigma economico, sociale e ambientale

0

Regeneration 20/30, nasce l’ alleanza globale green. Guidata da un gruppo di imprenditori italiani “illuminati” – Davide Bollati (Davines), Maria Paola Chiesi (Chiesi Farmaceutici) e Andrea Illy (illycaffé), ai quali si è recentemente unito Oscar di Montigny (Banca Mediolanum e Flowe) – insieme con i co-fondatori del sistema B Corp (rappresentato da Nativa e Fondazione Progressio) e della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Regeneration 20|30 rappresenta oggi un’alleanza unica di imprese, istituzioni, mondo accademico, organizzazioni non-profit, leader spirituali e individui.

Regeneration 20/30: l’obiettivo dell’alleanza è quello di avviare un dialogo multilaterale, in cui tutte le parti si impegnino concretamente per cambiare il paradigma economico e sociale estrattivo, attuale e passato, a favore di un paradigma nuovo, capace di rigenerare persone, economia e ambiente.

Il punto di partenza è un documento d’impegno (pledge ) che tocca i tre pilastri fondamentali del progetto – economia rigenerativa, lotta al cambiamento climatico, felicità mondiale – da cui costruire collaborativamente una piano d’azione e un toolkit che consenta a tutti gli stakeholder coinvolti (dal settore privato, alla pubblica amministrazione, alla società civile) di misurare e implementare nel tempo le proprie performance e progressi nelle tre aree, per poter sviluppare ed evolvere questo nuovo paradigma giorno dopo giorno.

Regeneration 20/30, il fondamento nel dialogo

La capacità di unire e far convergere questi diversi “attori” globali in un dialogo aperto e inclusivo, con l’impegno e la prospettiva di un piano d’azione chiaro e concreto, è ciò che rende Regeneration 20|30 unica nel panorama delle molte iniziative attuali in ambito di sostenibilità, che in ogni caso la coalizione sarà ben lieta di accogliere nel dialogo stesso, per renderlo ancora più rilevante.

La frontiera temporale 20|30 è categorica: un termine massimo di 10 anni per cambiare mentaità in termini di emergenza climatica – oggi la madre di tutte le cause – lavorando al tempo stesso a un nuovo modello rigenerativo che metta al centro felicità e benessere individuali e collettivi ed eguaglianza sociale, senza per forza rinunciare alla crescita economica.

A Parma il prossimo 15 e 16 ottobre

Si tratta di una sfida epocale, che può essere affrontata solo grazie alla collaborazione di un gruppo di leader globali, che condividono valori, best practice e idee, stabilendo insieme la strada da seguire. Questo è l’obiettivo fondamentale per il “primo atto” di Regeneration 20|30: un evento “ibrido” (in parte digitale, in parte fisico) che si terrà a Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020-21, il 15 e 16 ottobre prossimi.

A seguito della pandemia e dei più recenti dissesti sociali a livello internazionale, i fondatori di Regeneration 20|30 si sono chiesti se fosse il caso di mantenere questo appuntamento autunnale: la risposta è stata positiva, perché oggi più che mai l’urgenza di affrontare questi temi risulta impellente, così come la necessità di includere nella conversazione quello che abbiamo imparato dalla crisi inaspettata che ci ha colpiti tutti.

Informazioni e dettagli QUI

Leggi anche

Lavoro green: potenzialità italiana e possibile crescita

Legambiente, 33 proposte per rilanciare l’Italia in chiave green

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta