venerdì, Luglio 1, 2022
32.1 C
Roma
spot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
HomeAltroCulturaBibliolazio, le biblioteche del Lazio a portata di applicazione

Bibliolazio, le biblioteche del Lazio a portata di applicazione

Si chiama Bibliolazio ed è l’App del Polo Bibliotecario della Regione Lazio pensata per consultare il catalogo delle biblioteche, e fare molto altro ancora, comodamente da smartphone e tablet

Oggi che le limitazioni imposte dalla pandemia limitano fortemente la possibilità di frequentare le biblioteche per fare ricerca, va salutata con favore l’app Bibliolazio. Si tratta di uno strumento, sviluppato da LazioCrea, che consente l’accesso da remoto alle 217 Biblioteche del Polo Bibliotecario della Regione Lazio, garantendo importanti risorse. Attraverso l’applicazione è possibile effettuare ricerche bibliografiche, conoscere la disponibilità dei documenti ed anche prendere in prestito ebook.

Bibliolazio apre il mondo delle biblioteche della Regione

Bibliolazio ha spiegato Albino Ruberti, Capo di Gabinetto della Regione Lazio – si affianca al portale di gestione del Polo Bibliotecario del Lazio e consentirà di consultare il catalogo delle biblioteche del Polo direttamente da smartphone e tablet con tanti servizi per tutti coloro che sono iscritti al circuito. Abbiamo pensato e realizzato questa app con il duplice obiettivo di far conoscere meglio il vasto e affascinante mondo delle biblioteche del Lazio e soprattutto per mettere al servizio di tutti i cittadini, e dei tanti turisti che ogni giorno raggiungono il Lazio, uno strumento a portata di clic che in pochi secondi permette di avere le notizie più utili, pensiamo per esempio agli studenti che fanno ricerche e studi ad hoc o agli esperti e amanti di questo settore specifico”.

Foto di Oli Götting da Pixabay

I servizi di Bibliolazio

Grazie all’applicazione sono a disposizione una serie di importanti servizi. Vediamoli nel dettaglio:

Cercare libri o altri materiali, con una ricerca testuale o velocemente tramite lettura del codice a barre; cercare ebook, con la possibilità di prenderli in prestito, scaricandoli e leggendoli sul proprio dispositivo; filtrare e raffinare la ricerca tramite classificazione a faccette: tag, autori, anno, tipo materiale, natura, ecc.; conoscere la disponibilità dei documenti; richiedere, prenotare o prorogare i prestiti; salvare e gestire le bibliografie personali sincronizzate con il portale; suggerire alle biblioteche acquisti di libri; visualizzare e gestire il proprio stato lettore; scrivere e leggere commenti, condividere con i social network eventi, news, titoli; ricevere messaggi delle biblioteche.

Leggi anche

Libro al posto di un rifiuto: che bella idea

Parma, Capitale Italiana della Cultura 2020: cosa vedere con un tour di 48 ore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -spot_img

I PIù LETTI