Rilancio dell’Italia, le proposte agli Stati generali della Green Economy

Utilizzo dei fondi Next Generation, misure di indirizzo programmatico, investimenti e riforme nei settori strategici

0

Un pacchetto di proposte per il piano italiano di rilancio con l’utilizzo dei fondi di Next Generation, sarà il tema centrale della nona edizione degli Stati Generali della Green Economy 2020 dal titolo “Il green deal al centro del Piano di rilancio per l’Italia – Una nuova fase per la green economy”.

Il pacchetto di proposte per il rilancio del nostro paese si articola in misure per incrementare gli investimenti e misure di indirizzo programmatico e di riforma. Il rilancio effettivo, infatti, non può non passare attraverso settori strategici della green economy  ossia energia e clima, economia circolare, green city, mobilità urbana, sistema agroalimentare.

Rilancio, le proposte presentate in modalità digitale il 3 e il 4 novembre

La due giorni green che approfondirà le tematiche del rilancio in chiave di ambiente e sostenibilità si svolgerà il 3 e il 4 novembre in modalità digitale in collegamento con Ecomondo Key-Energy. La manifestazione è organizzata dal Consiglio Nazionale della Green Economy, formato da 69 organizzazioni di imprese, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione europea e il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

L’ edizione di quest’ anno punta ad essere particolarmente interessante. Vedrà, infatti, la partecipazione e gli interventi di 5 ministri, 80 speakers, rappresentanti del governo e delle istituzioni europee, studiosi. rappresentanti di imprese green.

Nella giornata inaugurale verrà presentata dal Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi, la Relazione 2020 sullo stato della green economy che fornisce un sintetico aggiornamento sull’andamento delle tematiche e dei settori strategici.

La relazione spiegherà anche come quest’ anno sui settori strategici abbia influito la pandemia. In base a dati disponibili e ancora parziali, si rileva che sono calati i consumi di energia e le emissioni di gas serra, le rinnovabili continuano a crescere, ma si registrano difficoltà nelle attività di riciclo, l’agroalimentare è in sofferenza.

I relatori

Tra i relatori Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente; Stefano Patuanelli, Ministro dello sviluppo economico; Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei; Dario Franceschini, Ministro per i Beni e le Attività Culturali; Sigrid Kaag, Ministro del Commercio Estero dell’Olanda Riccardo Fraccaro, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; Antonio Misiani, Vice Ministro all’Economia; Simona Bonafè, Parlamento europeo; Jeffrey Sachs, Direttore del Center for Sustainable Development, Columbia University; Sun Chengyong, Ministro Consigliere Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese e molti altri rappresentanti di Governo, Parlamento e istituzioni europee.

Il programma in pdf

Per iscriversi è sufficiente accedere alla pagina dedicata:

Accedete alla pagina di registrazione www.statigenerali.org
• Inserite i vostri dati e indicate quali sessioni intendete seguire;

Una volta registrati riceverete una mail di conferma con le info di accesso alla piattaforma digitale di Ecomondo e i link ai canali dove seguire il live streaming degli Stati Generali della green economy.

Leggi anche

 

 

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta