Smart working: Barbados lancia proposta e invita a lavorare per un anno dai Caraibi

L’idea per richiamare turisti viene dal primo ministro delle Barbados, lavorare sotto il sole dei Caraibi da remoto anziché chiusi in casa

0

Smart working, chi non ha mai sognato di lavorare in un posto così? Il governo di Barbados lancia l’idea del lavoro da remoto per 12 mesi invitando i lavoratori stranieri con un visto speciale. Una proposta davvero allettante che permetterà di connettersi vista mare e lavorare per un anno.

Il primo ministro Mia Amor Mottley, per risollevare la propria economia , cerca di sfruttare il nuovo modo di lavorare a cui siamo stati costretti in seguito alla pandemia, creando un’occasione di rilancio del turismo, dando ai lavoratori di tutto il mondo l’opportunità di “ricollocarsi” nell’isola dei Caraibi , svolgendo la propria attività lavorativa circondati dal mare cristallino e  favolose  spiagge bianche.

Un paese che vive prevalentemente di turismo e che vede oggi il settore completamente fermo.

Smart working: il bollino di benvenuto

Il premier ha quindi annunciato un bollino di benvenuto alle Barbados, il “Barbados Welcome Stamp”, della durata di 12 mesi, così da riportare movimento turistico ai caraibi e dare la possibilità di lavoro in un paese da sogno,, con meravigliose isole tripicali, che sta soffrendo nella sua economia in particolar modo.   Il turismo vale all’incirca il 12 per cento del Pil e ai visitatori, secondo i dati della Barbados Hotel and Tourism Association è  collegato il 40 per cento del sistema economico.

“Non devi lavorare in Europa, negli Stati Uniti o in America Latina se potete venire qui e lavorare per un paio di mesi alla volta; potete venire qui, lavorare per un paio di mesi a volta. Potete andare e tornare” – ha dichiarato il primo Ministro Mottley.

Insomma perché aspettare e rinunciare ad un’occasione irripetibile? Barbados ha riaperto i confini il 12 luglio ai turisti internazionali.

Per entrare occorre essere forniti del test negativo al coronavirus e indossare la mascherina. I cittadini britannici non dovranno presentare il visto.

 

Fonte Barbados Government Information Service

Foto: Fonte bianco lavoro

Caro Lettore,

Green Planet News è un quotidiano indipendente, "aperto" e accessibile a tutti. Ogni giorno realizziamo tanti articoli con foto di qualità perché crediamo nel giornalismo come missione e nell'informazione come servizio ai lettori. La nostra è una voce libera, ma la scelta di non avere un editore forte cui dare conto comporta che i nostri proventi siano solo quelli della pubblicità, oggi in gravissima crisi. Siamo un gruppo di giornalisti professionisti che hanno attraversato e vissuto sulla propria pelle le difficoltà dell'editoria e che per questo hanno scelto di mettersi in proprio. Per questo motivo ti chiediamo di supportarci, con una piccola donazione a partire da 1 euro. Il tuo gesto ci permetterà di continuare a fare il nostro lavoro con la professionalità che ci ha sempre contraddistinto e con la tua donazione, inoltre, potremo prevedere tante nuove iniziative, nuove sezioni del giornale, contributi, collaborazioni inedite e offrirti una informazione sempre più attenta e curata. Stiamo lavorando anche ad un importante progetto sociale dedicato ai territori difficili delle nostre città che il tuo aiuto potrà contribuire a realizzarsi in maniera totale. Grazie.


Sostieni Green Planet News


Lascia una risposta